Sexmachine. Un popolo di santi, poeti, navigatori e puttanieri

0
191
Condividi TeatriOnline sui Social Network
fotodi e con Giuliana Musso
e con “Igi” Gianluigi Meggiorin
regia Massimo Somaglino

Sexmachine è la macchina delle libertà. Perché grazie a Dio oggi lo possiamo fare dove, come e con chi vogliamo. E più liberi siamo e più andiamo a farlo di nascosto, con donne che non conosciamo e che spesso libere non sono. I rapporti sessuali a pagamento in Italia sono -ogni giorno – più di 25.000.

Un’attrice ed un musicista danno voce ed anima a sei personaggi che, visti in sequenza, formano un quadro di contemporanea umanità, complessa, multiforme, ridicola, sincera. Hanno tutti in comune due cose: appartengono alla cultura del nord-est e trovano soddisfazione ai loro bisogni e ragione alle loro paure nel variegato e complesso mondo dei rapporti sessuali a pagamento.
 
Una chitarra Gibson semiacustica è suonata dal vivo e senza sosta. La musica offre allo spettatore spazio per ascoltare ciò che non si può raccontare, è sostegno e contrappunto alla rivelazione dei  personaggi, insegue, precede, provoca e rivela il lavoro di improvvisazione di Giuliana Musso. 
A ciascun personaggio corrisponde un ambiente musicale e le canzoni – tutte originali – concorrono alla drammaturgia dello spettacolo. 

http://www.giulianamusso.it/

  
Rassegna stampa

Guliana Musso è una vera forza del palcoscenico, ma la sua attività sembra piuttosto quella di un palombaro che si cala in profondità nelle zone oscure del nostro vivere sociale, che ne esplora zone d’ombra e contraddizioni, risalendone con dei reperti che documentano fedelmente le situazioni nelle quali sono state ripescate. RENATO PALAZZI Sole 24 ore

Brava, bravissima Giuliana Musso, un’attrice che si segue da tempo, ogni volta grande nel coinvolgere, emozionare, sapendo far ridere delle debolezze umane con intelligenza e vasta simpatia, VALERIA OTTOLENGHI Gazzetta di Parma
 
L’ingranaggio implacabile della Giuliana – Sexmachine ti scuote nel profondo. Macchina del sesso, ma soprattutto formidabile macchina da teatro. 
ROSSELLA BATTISTI  L’Unità
 
INGRESSI: intero € 12 – ridotto € 10 (sopra i 65, sotto i 18 anni, studenti, soci arci, Valdelsa Off Card) 
In caso di pioggia lo spettacolo si terrà al Teatro Verdi
 INFO: Ass. Timbre/Teatro Verdi  Via Commercio 15 Poggibonsi 53036 (SI)- tel/fax 0577/981298 

LEAVE A REPLY