Teatro Rossini (Lugo): ecco la nuova stagione di prosa 2013/2014

0
190
Condividi TeatriOnline sui Social Network

STAGIONE DI PROSA 2013-14 DEL TEATRO ROSSINI DI LUGO (RA)

15-16-17° novembre 2013
Fondazione Teatro Stabile di Brescia/Teatro De Gli Incamminati
SERVO DI SCENA
di Ronald Harwood
con Franco Branciaroli, Tommaso Cardarelli
Regia di Franco Branciaroli

Prodotto dal CTB Teatro Stabile di Brescia e dal Teatro de gli Incamminati, Servo di scena è uno dei più celebri testi teatrali di Ronald Harwood, che curò anche l’adattamento cinematografico dell’omonimo film di culto di Peter Yates, del 1983, interpretato da Albert Finney (premiato al Festival di Berlino) e da Tom Courtenay (cinque candidature agli Oscar). Ed è naturalmente un testo ritagliato ad hoc sulla figura di un attore di grande carisma.
Si tratta di un appassionato omaggio al teatro e alla sua gente, nonché perfetta ricostruzione d’epoca che fa da cornice agli ultimi successi di un grande attore, ormai al tramonto, il quale deve la sua sopravvivenza alle cure e alle attenzioni costanti del suo umile servo di scena.
Scritta in un linguaggio affascinante, tipico dello stile della commedia inglese, affronta con tono ironico le rocambolesche vicende di una precaria compagnia di provincia, che si dipanano tra camerini e palcoscenico, quale sublime metafora della vita del teatro di ogni tempo.

16-17-18-19 dicembre 2013
Teatro Stabile del Veneto/Fondazione Teatro Stabile di Torino/Società per attori
R III -RICCARDO TERZO
di William Shakespeare
con Alessandro Gassmann, Manrico Gammarota
Ideazione scenica e regia di Alessandro Gassmann

Spettacolo serale ore 20.30

Grande testo shakespeariano, Riccardo III, che ha per protagonista un re crudele, ambizioso, manipolatore, ma anche insicuro, tormentato, spaventato dalla solitudine. Alessandro Gassmann sceglie un adattamento e una messa in scena contemporanea, piena di rabbia e di passione. “Il nostro Riccardo, col suo violento furore, la sua feroce brama di potere, la sua follia omicida, la sua ‘diversità’ – dice Gassmann – dovrà colpire al cuore, emozionare e coinvolgere il pubblico di oggi (mi auguro in gran parte formato da giovani), trasportandolo in un viaggio affascinante e tragico, attraverso le pieghe oscure dell’inconscio e nelle deformità congenite dell’animo umano”.

17-18-19° gennaio 2014
Teatro Stabile del Veneto/Accademia Perduta-Romagna Teatri
OSCURA IMMENSITA’
di Massimo Carlotto
con Giulio Scarpati, Claudio Casadio
Regia di Alessandro Gassmann

Giustizia, vendetta, perdono, pena. Questi sono i temi universali dell’Oscura immensità, un progetto narrativo nato come romanzo e che ora trova una sua articolazione naturale come testo teatrale. Quando venne pubblicato in Italia, il romanzo provocò, nel senso migliore del termine, un intenso e lacerante dibattito tra autore e lettori. Oscura immensità non lascia scampo. Alla fine ognuno è costretto a prendere posizione, a non eludere le domande che i due personaggi, Raffaello Beggiato e Silvano Contin, carnefice e vittima, pongono con la forza disarmante dei destini contrapposti e ineluttabili.
Chi deve perdonare chi ha commesso un delitto e che sta scontando una pena detentiva o è rinchiuso nel braccio della morte? I familiari della vittima o lo Stato? O entrambi?

7-8-9° febbraio 2014
a. Artisti Associati/ Fondazione Atlantide/Teatro Stabile di Verona
TUTTO SHAKESPEARE IN 90 MINUTI
di Adam Long, Daniel Singer e Jess Winfield
con Zuzzurro & Gaspare, Maurizio Lombardi
Regia di Alessandro Benvenuti

Dopo un interminabile successo a Londra, prima nei teatri off e in seguito per più di 20 anni a Piccadilly Circus, al teatro Criterion, ed ancora in tour da più di vent’anni, per la prima volta in Italia, lo spettacolo che ha divertito fino alle lacrime decine di migliaia di spettatori di tutto il mondo. Una sfida teatrale ai limiti dell’incredibile: come condensare l’ opera omnia del Bardo, 37 opere, in 90 minuti?
Una geniale compagnia di attori/drammaturghi americani ci e’ riuscita, e così e’ nato questo spettacolo che ora finalmente debutterà nella versione italiana.
In scena due grandi attori, ZUZZURRO & GASPARE, che con la loro ironia e il loro stile unico e divertente raccoglieranno la sfida e ci faranno rivivere tutte le opere del grande Shakespeare.

 

1-2°-3 marzo 2014
Familie Flöz/Admiralspalast Berlino/Theaterhaus di Stoccarda
INFINITA
di e con Björn Lesse, Benjamin Reber, Hajo Schüler, Michael Vogel
Regia di Michael Vogel, Hajo Schüler

Infinita è uno spettacolo sui primi e sugli ultimi istanti di vita, sulla nascita e sulla morte. È uno spettacolo sui momenti in cui avvengono i grandi miracoli della vita, il timido ingresso nel mondo, i primi coraggiosi passi e l‘inevitabile caduta finale.
Infinita è un mosaico dei grandi piccoli momenti della vita. Semplice, e composto delicata- mente, è un breve sguardo sui temi perpetui della nascita, del sesso, della morte e tutto ciò che è universalmente comico.

21-22-23° marzo 2014
Teatro Stabile di Calabria/Teatro Quirino
L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO
di Oscar Wilde
con Geppy Gleijeses, Marianella Bargilli, Lucia Poli
Regia di Geppy Gleijeses

“The importance of Being Earnest” debuttò al St. James’s Theatre di Londra il 14 febbraio 1895. Malgrado lo strepitoso successo riportato alla prima, fu smontata dopo appena 6 repliche, come conseguenza dello scandalo in cui Wilde si era andato a cacciare querelando per diffamazione Lord Queensberry che lo aveva pubblicamente tacciato di sodomia.
Ultimo lavoro teatrale di Wilde e diversissimo dai precedenti, The importance ha provocato molte congetture sul corso che l’evoluzione del drammaturgo e di conseguenza forse, di tutto il teatro inglese avrebbe potuto prendere senza l’intervento della magistratura.
The importance è stata definita “la più bella commedia di tutti i tempi”.

Spettacolo serale ore 20.30
° Doppia rappresentazione ore 16.00 e 20.30

 

RINNOVO E NUOVI ABBONAMENTI dal 28 settembre al 13 ottobre

VENDITA BIGLIETTI dal 19 ottobre

LEAVE A REPLY