Tommy Emmanuel in concerto

0
226
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoVenerdì 5 luglio Casa del Jazz Festival presenta: TOMMY EMMANUEL, il miglior chitarrista acustico del momento, compagno d’avventure di Eric Clapton, George Harrison, Joe Cocker, Chet Atkins e tanti altri… Semplicementte il più esplosivo chitarrista acustico al mondo. William Thomas Emmanuel nasce il 31 maggio 1955 a Muswellbrook, Australia. Precocissimo, comincia a suonare la chitarra a quattro anni, imparando a suonare a orecchio. La sua prima band, l’Emmanuel Quartet, nata nel 1960, è formata da Tommy alla chitarra ritmica, dai fratelli Phil e Chris rispettivamente alla chitarra solista ed alla batteria e dalla sorella Virginia alla chitarra Hawaiana. Molto presto, questo giovanissimo complesso gira tutta l’Australia, destando grandissimo interesse, al punto che il padre lancia una sfida all’America, scommettendo che non poteva esistere alcun gruppo, formato da giovani componenti come i suoi figli, in grado di potersi confrontare con loro. Dal 1966, a soli undici anni, decide di diventare chitarrista professionista.

Fin dagli inizi viene fortemente influenzato da due grandissimi artisti: Chet Atkins ed Hank Marvin.

Attualmente e da diversi anni è ritenuto indiscutibilmente il miglior chitarrista australiano. Arriva ad esercitarsi alla chitarra fino a sedici ore al giorno. Oltre che esecutore è compositore di gran parte dei brani che compongono il suo brillante repertorio. In Australia raccoglie consensi e successi ampissimi affermandosi per anni come miglior chitarrista australiano. Ottiene tre dischi di platino per le vendite in Australia, Nuova Zelanda e Asia. Da qualche anno risiede a Londra con la sua famiglia e con i suoi spettacoli frequenti in varie parti d’Europa sta ampliando meritatamente il suo pubblico ed il suo successo. Elevatissimo il numero di esibizioni che compie ogni anno in ogni parte del globo.

Tra i suoi riconoscimenti in campo internazionale spiccano una nomination al Grammy Award nel 1998 insieme a Chet Atkins per il CD The Day Fingerpickers took over the world e la vittoria del Nammy (Nashville Music Award) nel 1997.

Partecipa insieme al fratello Phil alla cerimonia conclusiva alle Olimpiadi di Sidney 2000.

La carriera di Tommy Emmanuel, lunga ormai 45 anni, si è intersecata con quella di alcuni dei più noti musicisti mondiali: Tommy Emmanuel ha suonato con Sir George Martin (produttore e guida dei Beatles), Stevie Wonder, Erik Clapton, Michael Bolton, Tina Turner, Cliff Richard, Olivia Newton John, John Denver, Hank Marvin, Bruce Welch, Joan Armatrading, Robben Ford, Albert Lee, Larry Carlton, James Burton, Tina Arena e John Farnham, I Pooh (con i quali ha partecipato al Tour 2001) e recentemente Bill Wyman (storico bassista dei Rolling Stones con il quale ha effettuato una serie di concerti in Inghilterra).

Nel 2005, Tommy ha suonato per la prima volta in Corea, Polonia e Croazia. Inoltre, nel 2006, si è esibito per la prima volta in Slovenia e Belgio, con un tour che lo ha visto impegnato anche in USA, Europa e Asia.

Vero e proprio musicista globale con fedeli ammiratori in tutti e cinque i continenti, Tommy Emmanuel è famoso per la sua tecnica di diteggiatura e finger picking che gli permette di suonare diverse parti simultaneamente come un pianista.

La tecnica dell’ artista è però totalmente asservita alle composizioni divertenti e coinvolgenti ed è veramente stupefacente, con influenze COUNTRY, FOLK, BLUES, BLUEGRASS e JAZZ. Tommy Emmanuel è considerato l’ erede di Chet Atkins, genio della chitarra e suo principale ispiratore. Nel 1996 Tommy Emmanuel ha inciso un CD proprio con Chet Atkins (“The day the Finger pickers took over the world”). Il CD, l’ultimo di Chet Atkins prima della sua morte nel 2001, ottenne una nomination per il Grammy Award. Negli ultimi anni la sua statura internazionale è cresciuta in modo esponenziale…

 

INGRESSO euro 30

 

Casa del Jazz

Viale di Porta Ardeatina, 55 – Roma

Info: 06/704731

www.casajazz.it

LEAVE A REPLY