Teatro Cantiere Florida (Firenze): ecco la nuova stagione 2013/2014

0
189
Condividi TeatriOnline sui Social Network

16 Giovanna D'ArcoIl nuovo corso del Teatro Cantiere Florida di Firenze compie il suo primo anno di vita.

Da qualche mese abbiamo aperto le nostre porte e guardato cosa c’è fuori, cosa sta accadendo intorno a noi.

CONTEMPORANEO, questo è il leitmotiv della stagione teatrale 2013/2014. Uno slogan che si traduce nella realizzazione di un cartellone aperto al nuovo e al presente. Ovvero, in una serie di proposte che vogliono raccontare la passione che ci muove: passione per gli autori, per gli artisti, per l’arte e per la vita. Per quello che anima le giovani formazioni e per ciò che muove l’artista e la sua esperienza all’interno del teatro. È in moto un cambiamento, lo si avverte e percepisce. Noi vogliamo essere protagonisti del mutamento. Un banco di prova per Firenze, che si dota di un nuovo strumento di sguardo e di conoscenza organico nelle sue proposte.

Soprattutto ora che il Teatro Cantiere Florida diventa FLOW, acronimo di FLORIDA-NOW, luogo di residenza creativa multipla sostenuta dalla Regione Toscana e unica esperienza nel territorio comunale. Al fianco di Elsinor Teatro Stabile d’Innovazione, che da 12 anni gestisce lo spazio e che ha il merito di aver sostenuto e sviluppato un progetto di ripensamento artistico dello stesso, prosegue così la sua attività la compagnia Versiliadanza diretta da Angela Torriani Evangelisti che da 2 stagioni cura e anima la sezione danza, dando spazio coraggiosamente allo sviluppo e sostegno delle giovani formazioni. In questo quadro s’inserisce la novità del 2013: l’inizio di un nuovo legame con la compagnia Murmuris Teatro, che in questi anni si è distinta per un interessante e coraggioso lavoro sul territorio cittadino, e che entra a far parte del gruppo di gestione della residenza. La sinergia di queste tre identità, oltre alla concertazione dei titoli presentati, produrrà numerose occasioni collaterali di approfondimento e analisi delle tematiche proposte, attraverso progetti e iniziative promossi insieme al Comune di Firenze.

Il calendario si articolerà quindi su tre diverse sezioni, espressione degli organismi che la animeranno: Prosa, Danza e Materia Prima. Sezioni che andranno a comporre un cartellone di 40 spettacoli, per 72 repliche serali con alcune prime nazionali e molte prime regionali. Un programma in cui le occasioni di riflessione e stimolo si moltiplicano e s’intersecano. Il Teatro Cantiere Florida va così aidentificarsisempre più come luogo di creazione e fruizione contemporanea, nel quale scoprire e riscoprire il farsi di un’esperienza all’interno del teatro.

PROSA

Lo spettacolo d’apertura del cartellone di quest’anno segna un grande ritorno sulla scena del Teatro Cantiere Florida: quello di Antonio Latella sul palcoscenico che fin dagli esordi ha ospitato la messa in scena di alcune delle sue creazioni più importanti e significative. A.H., diretto da Latella e interpretato da Francesco Manetti,che andrà in scena venerdì 25 e sabato 26 ottobre 2013, parte dalla figura di Adolf Hiltler per spostare l’attenzione da una delle maschere dell’orrore umano novecentesco a una riflessione intima e del tutto personale sul tema del Male.

Si prosegue venerdì 22 e sabato 23 novembre2013 con Hanno tutti ragione,in cui vedremo Iaia Forte calarsi nei panni di Tony Pagoda, cantante melodico napoletano protagonista dell’esordio narrativo del regista e sceneggiatore Paolo Sorrentino. Lo spettacolo è concepito come un concerto, dove i pensieri e le parole del protagonista scaturiscono dalle sue emozioni e dai suoi stati d’animo, dialogando con la musica come in una partitura. Alle parole sul presente, su Sinatra e su New York, si intrecciano rimandi del passato, di occasioni perdute, di vita sprecata.

Scena Verticale e Saverio La Ruina aprono invece la prima delle tre “Monografie di Scena”. Con questamodalità si è infatti deciso di focalizzare lo sguardo sul lavoro teatrale di alcuni esponenti della scena contemporanea, portatori di un proprio discorso estetico e poetico come espressioni di un progetto organico.

In questo caso, la compagnia calabrese presenterà – giovedì 28, venerdì 29 e sabato 30 novembre 2013 – una trilogia di titoli che meglio rappresentano la propria idea di teatro. Dissonorata, lo spettacolo che apre la prima monografia e per cui La Ruina ha ricevuto due premi UBU nel 2007, è incentrato sulla storia emblematica di una donna calabrese ma offre lo spunto per una riflessione sulla condizione della donna.

Questa riflessione prosegue nel secondo titolo proposto, ovveroLa Borto, anch’esso vincitore di un premio UBU nel 2010 per il migliore testo italiano, oltre che del premio Hystrio per la Drammaturgia.

La piccola maratona si conclude con Italianesi, a sua volta premio UBU 2012 per la migliore interpretazione, in cui La Ruina indaga le tante contraddizioni e piccole tragedie umane nate dalla dissocialità prodotta da un conflitto bellico.

La stagione di prosa ospiterà poi una seconda sezione di “Monografie di scena” dedicata a Spiro Scimone e Francesco Sframeli da martedì 11 dicembre a venerdì 14 dicembre 2013, con due repliche per ciascuno spettacolo. La compagnia ritorna sulle scene fiorentine con i due spettacoli che l’hanno rivelata al grande pubblico: Bar e Nunzio, e che esprimono al meglio la sua poetica teatrale.

Vincitore di due premi UBU nel 1997, Bar ci racconta la vita di due uomini, il barista Nino e il disoccupato Petru, che hanno scelto un luogo pubblico per nascondersi al resto del mondo. In Nunzio, invece, i due protagonisti vivono un dialogo serrato, fatto di domande e risposte ribattute, ossessivo nelle sue ripetizioni.

Il 2014 si apre venerdì 10 e sabato 11 gennaio con Il Guaritore, un testo di Michele Santeramo vincitore del Premio Riccione Teatro 2011. Interpretato da Michele Sinisi e gli attori della compagnia Teatro Minimo si avvale della regia di Leo Muscato, una collaborazione nata e maturata durante la messinscena de La Rivincita.

La stagione prosegue venerdì 24 e sabato 25 gennaio 2014 con L’origine del mondo di LuciaCalamaro, lo spettacolo a cui sono stati assegnati tre premi all’ultima edizione UBU. Oltre al riconoscimento quale miglior testo italiano sono state premiate due interpreti, ovvero DariaDeflorian e FedericaSantoro.

La Calamaro è un’artista che ha nella parola la maggiore forza non esplicativa ma rappresentativa e che persegue con grande stile l’irriducibilità dell’idea e del pensiero.

Questo lavoro rappresenta compiutamente il suo stile che si è imposto meritatamente all’attenzione del pubblico teatrale.

Il terzo blocco di “Monografie di scena” è dedicato ad un’artista che fa del suo “teatro antropologico” una linea autentica e decisa. GiulianaMusso torna al Teatro Cantiere Florida un anno dopo aver stregato il pubblico con il suo SexMachine, con una trilogia che indaga l’animo umano nelle sue varie declinazioni.

Tanti saluti, Nati in casa e La fabbrica dei preti sono i tre titoli che l’attrice veneta presenterà per la prima volta sulla scena fiorentina, rispettivamente giovedì 6, venerdì 7 e sabato 8 febbraio 2014.

Il mese di febbraio si conclude con la presentazione della prima delle due produzioni Elsinor in cartellone. Sunset Limited, spettacolo tratto dal testo omonimo di Cormac McCarthy, già un successo nella versione cinematografica diretta ed interpretata da Tommy Lee Jones. Fabio Sonzogni firma questa nuova versione teatrale, in prima regionale in due repliche al Teatro Cantiere Florida venerdì 21 e sabato 22 febbraio 2014, che mira a mettere in moto i due mondi contrapposti dei suoi protagonisti il BIANCO (interpretato dallo stesso Sonzogni) e il NERO (interpretato da FaustoIhemeCaroli).

Rientra invece all’interno della rassegna “Traversar confini”, dedicata all’indagine e superamento di forme di disabilità psico-fisiche attraverso lo spettacolo, Amalia e basta in scena sabato 1 marzo 2014. Il testo di SilviaZoffoli che ne è anche l’interprete, vincitore del premio “InediTO – Colline Torino 2012”.

Una giornata noiosa della protagonista, addetta in un museo, diventa il pretesto per ripercorrere le tappe della propria vita, che sarebbe come tante altre se non fosse che Amalia è sorda dalla nascita.

La stagione prosegue sabato 8 marzo 2014 all’insegna delle grandi interpreti della scena nazionale. MariaPaiatosarà Anna Cappelli, personaggio nato dalla vena creativa di AnnibaleRuccello e portato in scena da Pierpaolo Sepe,che per esso ha pensato una regia semplice ed essenziale. Maria Paiato diventa così la straordinaria interprete di un testo necessario dove la protagonista si fa antagonista di se stessa, all’interno di una complessità sfumata e contemporanea.

Elisabetta Pozzi sarà invece l’interprete della Giovanna D’Arconella versione letteraria di MariaLuisaSpaziani. Questa produzione Elsinor, diretta da AndreaChiodi, andrà in scena venerdì 14 e sabato 15 marzo 2014, confermando ancora una volta il grande talento dell’attrice genovese. Uno spettacolo che prende vita dal testo della celebre poetessa e che quindi filtra la nota vicenda della Pulzella d’Orleans attraverso un’immaginazione del tutto eccezionale.

Mentre venerdì 4 e sabato 5 aprile 2014 sarà la volta dellaMarylin Monroedi Fragmentscon Mariangela D’Abbraccio,spettacolo diretto da Carmen Giordano che restituisce corpo e sostanza ai pensieri e alle confessioni che per anni l’attrice ha custodito in alcuni taccuini rimasti inediti per lungo tempo. La D’Abbraccio dà prova di grande intensità, incarnando al meglio la complessità di un personaggio che ha segnato un’epoca.

La stagione di prosa si chiude con un evento speciale, fissato da martedì 8 a sabato 12 aprile 2014. In cinque repliche la compagnia Arca Azzurra replicherà Il Principe di Macchiavelli, nella versione di StefanoMassini. Una collaborazione davvero riuscita quella fra il vulcanico drammaturgo e regista fiorentino e gli attori GiulianaColzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti e Lucia Socci, che con la loro bravura riconsegnano al pubblico la freschezza e l’attualità di un testo immortale.

DANZA

Sedici titoli serali, diciassette recite, quattro prime nazionali, molte creazioni che debuttano tra fine 2013 e inizio 2014, due matinées dei titoli presentati in stagione e un progetto sul teatro, danza e disabilità (la rassegna “Traversar confini”,che Versiliadanza ideò nel 2007 e oggi trasmigra in FLOW al Teatro Cantiere Florida coinvolgendo tutte le identità presenti) costituiscono il segno sempre più tangibile, oggi riconosciuto anche dalla Regione Toscana, del rilevante peso specifico dato alla danza in questo cartellone e per una città come Firenze.

Apre la stagione di Danza, venerdì 8 e sabato 9 novembre 2013, Scena Madredella Compagnia Abbondanza – Bertoni, nome di spicco della scena nazionale e internazionaleche torna al Teatro Cantiere Florida dopo anni di assenza.

Al nome di Abbondanza – Bertoni si affianca un’altra eccellenza della storia della danza contemporanea in Italia come Roberto Cocconi che venerdì 6 dicembre insieme a Luca Zampar/ AREAREA, presenta Ballataun omaggio alla figura di Corto Maltese nel ventennale della Compagnia.

Quattro prime nazionaliin collaborazione con Teatro Cantiere Florida/ FLOWIN avranno la firma di autori toscani e non: come Samuele Cardini/ L’O.fficina con Opera notturna (in scena venerdì 15 e sabato 16 novembre 2013), affascinante lavoro in soliloquio; Leonardo Diana per Versiliadanza/ CLAK con Save the world (sabato 1 e domenica 2 febbraio 2014), sguardo ironico e poetico sul rapporto uomo-ecologia; Monica Baroni, Samuele Cardini, Pietro Pireddu, Tan Temel con Re – cordise When I turn back I saw you were falling(venerdì 17 e sabato 18 gennaio) per un’originale e intensa collaborazione tra L’O.fficina e Maktubnoir, e Arianna Benedetti con il suo Otello(venerdì 14 e sabato 15 febbraio) creato per la Compagnia Opus Ballet diretta da Rosanna Brocanello.

Inseriti nel focus dedicato alla giovane danza d’autore quattro titoli per le due serate di sabato 7 e domenica 8 dicembre2013 che vogliono anche mostrare il percorso di artisti che provengono da Compagnie storiche della danza contemporanea italiana le quali, per vocazione, attuano da anni un lavoro di tutoraggio e sostegno al loro percorso creativo. Tra questi: l’intelligente e acuta Marta Bevilacqua legata alla Compagnia AREAREA, Claudia Catarzi, recentemente Premio Emergenze! a Fabbrica Europa 2013,attivaper la Compagnia toscana Company Blu, Claudia Caldarano legata ad ALDES presenta il suo Essere, già semifinalista al Premio Scenario, per arrivare alla serata Zone interattive della compagine CLAKteatrocontagi nata in seno a Versiliadanza, II premio ex-aequo al Concorso DANZ’è 2013 di Rovereto e presente al Festival Fabbrica Europa lo scorso maggio.

Gli altri nomi della stagione sono Julie Ann Anzilotti/ che venerdì 3 e sabato 4 gennaio 2014 presenta UaU,un lavoro squisito sulla memoria, i ricordi e, per contro, le dimenticanze e le amnesie. Domenica 30 marzo 2014 torna ADARTE con Francesca Lettieri e Paola Vezzosi per una coproduzione con ASMED dedicata alla figura di Elsa Schiapparelli, figura femminile italiana d’eccellenza nel campo dell’arte e della moda e costume. Lo spettacolo sarà introdotto da un incontro con il pubblico tenuto dal critico Carmela Piccione dal titolo: Elsa Schiaparelli. L’alta moda, la danza, il corpo e l’abito. Una first lady al servizio dell’arte tra Dalì, Cocteau, Man Ray, Jean Paul Sartre.

Fresco di debutto arriverà anche il PREMIO EQUILIBRIO 2013: Glen Caçi con Hospice interpretato insieme a Silvia Mai, in cartellone per la serata di sabato 29 marzo 2014.

Gradito ritorno venerdì 28 febbraio 2014 anche per Giulio D’Anna vincitore del PREMIO EQUILIBRIO 2011 e DANZA & DANZA 2012 e recentemente del Premio Anticorpi XL CollaborAction 2013, con il suo Parkin’soninserito quest’anno nel progetto Traversar Confini su Teatro e Disabilità (a cui abbineremo altre iniziative nell’ambito di FLOW) che insieme al bellissimo titolo La Pazza gioiadi Julie Ann Anzilotti/Xè – in scena al Teatro Cantiere Florida domenica 2 marzo 2014rappresenterà le proposte di danza inserite in questo focus speciale.

Alla Stagione Teatrale di Danza si affianca il progetto HIGHFLOWdedicato alle Scuole di alta formazione che hanno intrapreso un percorso sulla danza contemporanea con i loro allievi alle soglie del professionismo finalizzato alla messa in scena di uno spettacolo a cura di coreografi di alto livello.

Saranno ospitati per tre domeniche (15 dicembre, 6 e 13 aprile) la Scuola Hamlyn accompagnata dalla Compagnia Francesca Selva, oMA accompagnata dal coreografo Tan Temel e l’Accademia Coreutica Internazionale diretta Elisabetta Hertel accompagnata da Paolo Mereu e altro nome della scena contemporanea da definire.

MATERIA PRIMA

Accade un giorno nel tornare a casa che si avverta estraneo quel luogo che fino a ieri era dimora. Murmuris dopo 7 anni al Teatro Everest, durante i quali ha dato vita a produzioni, stagioni di prosa e musica, percorsi di formazione, ha deciso di abbandonare quello che era terreno sicuro e di scendere in mare aperto accettando il rischio del naufragio. La fortuna ci ha sospinto in un porto sicuro, qui al Teatro Cantiere Florida dove è partito subito un progetto triennale di Residenza creativa.

Murmuris ha ideato come primo atto della sua residenza al Teatro Cantiere Florida “Materia prima”: rassegna di ospitalità, formazione e produzione. “Materia prima” è come il grano per il pane. E’ cosa pura, essenziale, semplice. Come la presenza di Murmuris qui.

La rassegna “Materia prima” si apre con una vera e propria festa, quella della notte del 31 dicembre 2013, condotta da un inedito gruppo che ci porterà in un viaggio surreale attraverso l’Antico Testamento: Aiazzi – Goretti – Masella – Scalzi con la consulenza di Tommaso Chimenti ci presenteranno il loroUna notte con gli Avengers.A questo capodanno d’eccezione seguirà, lunedì6 gennaio 2014, Pop up dei Sacchi di sabbia: una sfida per creare con del cartone artigianale una sorta di fossile animato nell’epoca del 3D. Gli Omini con Tappa, uno dei loro progetti d’indagine socio-umanistica, metteranno invece in scena mercoledì 5 marzo 2014, a seguito di un periodo di residenza esplorativa, uno spettacolo unico nel senso più oggettivo del termine: Tappa vive una volta sola, per restituire ad ogni luogo tutto quello che contiene.

Immediatamente a seguire, quindi giovedì 6 e venerdì 7 marzo 2014, sarà la volta invece di una coproduzionedi Atto due e Murmuris: Medea/Mayday, nella riscrittura di Carlo Cuppini. Saranno invecedue i giorni, venerdì 21 e sabato 22 marzo per accogliere la rivelazione di una piccola verità, di una paura latente, di un punto di vista divertente e sorprendente come quello di Elettrocardiogramma,di e con Leonardo Capuano e dei suoi materiali per uno spettacolo comico. La giornata di giovedì 27 marzo 2014 sarà invece dedicata a un focus sul Premio Scenario, che vedrà in scena gli stessi vincitori dell’ultima edizione: i veneti Fratelli Dalla Via con Mio figlio era come un padre per me. Mentre all’interno della rassegna “Traversar confini” s’inserisce Francesco Colella con il suo Zigulì, spettacolo vincitore del premio In-Box, per la circuitazione del nuovo teatro.

Lunedì 28 aprile2014 al Teatro Cantiere Florida due compagnie leader della ricerca italiana si incontreranno per evocare Rosa Luxemburg, testimone scomoda della violenza del potere: Socìetas Raffaello Sanzio e Teatro delle Albe per la loro coproduzione di Poco lontano da qui. A chiusura di “Materia prima”, venerdì2 e sabato 3 maggio 2014, troviamo un’altra coproduzione Murmuris/Atto due, un lavoro che prenderà vita proprio tra le sale del teatro e incentrato sul testo di Jean-Luc Lacarge Giusto la fine del mondo.

A latere della stagione, due saranno i progetti intensivi di formazione condotti durante la residenza di Murmuris all’interno del Teatro Cantiere Florida e che prenderanno la forma di due laboratori: uno condotto da Chiara Lagani di Fanny & Alexander e l’altro da Ermanna Montanari (Teatro delle Albe) e Chiara Guidi (Socìetas Raffaello Sanzio).

La presenza di Murmuris all’interno del Teatro Florida vedrà inoltre la realizzazione di laboratori di educazione al pubblico volti a una migliore fruizione dei titoli in stagione.

BIGLIETTI

Intero€ 15,00

Ridotto* € 12,00

* Riduzione valida per

Soci COOP, Cral convenzionati, Carta Cartone, Feltrinelli Card, Tessera Arci, Soci Aci, Over 65, Under 26, Coin Card, CTS, Officine Teatr’o.

 

ABBONAMENTI

Florida 20(abbonamento valido per l’ingresso a 20 spettacoli in abbonamento)

220,00 intero – € 200,00 ridotto

Florida 10 (abbonamento valido per l’ingresso a 10 spettacoli in abbonamento a scelta)

120,00 intero – € 100,00 ridotto

Florida 6 (abbonamento valido per l’ingresso a 6 spettacoli in abbonamento a scelta)

78,00 intero – € 60,00 ridotto

Florida YOUNG (abbonamento riservato a studenti fino a ?? valido per l’ingresso a 6 spettacoli in abbonamento a scelta)

54,00 intero

 

LA VENDITA DELLE CARD ABBONAMENTI E LA PREVENDITA DEI BIGLIETTI

INIZIERA’ IL 12 SETTEMBRE 2013 con orario 10 – 18

 

 

TEATRO CANTIERE FLORIDA

Via Pisana 111/R – 50143 Firenze

ph. +39.055.713357

www.teatrocantiereflorida.itcantiere.florida@elsinor.net

 

LEAVE A REPLY