Teatro Cestello (Firenze): ecco la nuova stagione 2013/2014

0
187
Condividi TeatriOnline sui Social Network

La Stagione teatrale del Teatro Cestello di Firenze 2013-14 prenderà il via il giorno 9 ottobre 2013 con La locandiera, capolavoro assoluto del teatro di Carlo Goldoni che quest’anno compie 260 anni e non li dimostra davvero. Uno dei primi esempi, nel teatro del XVIII° secolo,  di personaggi ben definiti non solo caratterialmente ma anche socialmente.

La stagione proseguirà seguendo due linee intrecciate: le produzioni del Teatro Cestello, sempre relative a classici del teatro in lingua fiorentina e italiana, e le produzioni esterne, che quest’anno saranno distinte in due gruppi: drammatici poetici, e comici ironici.

Nel primo gruppo saranno messi in scena 7 spettacoli: Gli ultimi saranno gli ultimi con Gaia Nanni, una storia divertente e tragica con un’attrice sola in scena che interpreta cinque personaggi; Talita Kum, una struggente danza   fra ombre e figure di un disperato uomo nero che dà vita al pupazzo che tiene in braccio, con una strepitosa Valeria Sacco e la regia Marco Ferro; Ligabue, la disperata storia del pittore naif narrata con l’intensità e la tenerezza di Elisabetta SalvatoriLa Grammatica della Fantasia, un omaggio a Gianni Rodari da parte di due promettenti attori e autori fiorentini, Lorenzo Baglioni e Maria Paola SacchettiMario, di Emanuela Agostini, per la regia di Roberto Caccavo, un testo di grande profondità psicologica condotto con leggerezza sulla difficile condizione di un giovane in crisi personale, incapace di fare; Una giornata Particolare, un testo immortale, un dramma che indaga in profondità le anime dei due protagonisti, sarà portato in scena dal Teatro a Monovella per la regia di Massimo AlìBuonanotte mamma con la regia di Fiorella Sciarretta sarà in scena il 7 e 8 marzo, un dialogo struggente tra una madre e una figlia, un testo intenso e toccante del premio Pulitzer del 1984 Marsha Norman.

Nel secondo gruppo ancora 5 spettacoli, di tenore comico ironico: Crepapelle, di e con Maria Cassi, alla quale sarà consegnato, la sera della prima, il  VI° Premio Firenze Teatro, che la nostra associazione conferisce ogni anno ad un artista fiorentino che si sia distinto per la conservazione e l’innovazione del linguaggio della nostra terra; Manolo, strepitosa performance di Daniele Tambusti su un testo di Alessandro BenvenutiNudo, una carrellata di personaggi folli e divertenti nella interpretazione di quel genio che è Maurizio Lombardi, che inizierà lo spettacolo vestito per togliersi via via gli abiti; Due italiani veri, uno spettacolo in divenire di e con Andrea Muzzi sui difetti di noi italiani; 20 in poppa, una carrellata intelligente e spiritosa sulla vita italiana per ricordare venti anni di spettacolo da parte di uno dei più importanti artisti di Zelig, Sergio Sgrilli.

Le produzioni del Teatro Cestello, dopo la ripresa di Fincostassù di Alberto Severi spettacolo che avuto negli anni scorsi un grande successo, continueranno sotto le feste di Natale con L’ albergo del libero scambio di Feydeau per la regia di Vincenzo De Caro, una delle più esilaranti commedie di Feydeau adattata anche da Scarpetta con il titolo L’albergo del silenzio; Parenti Serpenti di Carmine Amoroso dal quale testo teatrale Mario Monicelli ha tratto il suo fortunato film sarà in scena a cavallo tra marzo e aprile; L’uomo, la bestia e la virtù, una delle commedie più importanti di Luigi Pirandello andrà in scena per la regia di Marcello Ancillotti con Vincenzo De Caro, Gianni Andrei e Francesca Palombo; infine un classico del teatro fiorentino Giocondo Zappaterra di Giulio Bucciolini con le musiche di Giuseppe Petri.

Per il teatro ragazzi, punto fondamentale del nostro teatro, saranno portati in scena tre spettacoli Robin Hood, Il libro della giungla e Il gatto con gli stivali.

Infine segnaliamo tre spettacoli fuori stagione: Cosi fan tutte. commedia tratta dal libretto di Lorenzo Da Ponte con le regia di Paolo Ciotti e con musiche eseguite dal vivo;  Alkimie il viaggio… concerto spettacolo di Donatella AlampreseMaria Barbella con Franco Evanelista.

Anche quest’anno il Teatro Cestello propone l’abbonamento a 7 spettacoli a scelta al costo di 79 euro.

Ma che bel Cestello…è il nuovo abbonamento pensato per il teatro per ragazzi che prevede sei ingressi al costo di 28 euro e dedicato a tutta la famiglia.

foto

LEAVE A REPLY