Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Roma: Peter Grimes di Benjamin Britten inaugura la stagione 2013-2014

0
286
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoIl 2013 è un anno molto importante in cui si festeggia non solo il bicentenario di Verdi e di Wagner, ma anche il centenario della nascita di Benjamin Britten.

E sarà proprio il Peter Grimes, la più celebre delle opere del compositore inglese (scritta nel 1945) e indiscusso capolavoro del Novecento musicale, ad aprire la ricchissima stagione sinfonica 2013-2014 dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma.

L’appuntamento è fissato per sabato 26 ottobre alle ore 18 (repliche lunedì 28 alle ore 20.30 e mercoledì 30 alle pre 19.30): Sir Antonio Pappano, amatissimo direttore musicale dell’Accademia, dirigerà l’opera (un prologo e tre atti tratta dal poema The Borough di George Crabbe) in forma di concerto, offrendo la possibilità di potersi meglio concentrare sulle voci e sulla musica grazie alla presenza e alla qualità del lavoro dell’Orchestra e del Coro, guidato dall’ottimo Ciro Visco.

Il Peter Grimes di Britten è un’opera complessa, quasi un giallo, in cui il singolo viene contrapposto alla massa e che Britten colora di costante ambiguità attraverso una sofisticata stratificazione in cui il carnefice diventa anche vittima.

Dirigere quest’opera diventa sempre un momento di crescita che coinvolge tutte le masse orchestrali e musicali – dice Pappano, che non dirige il Peter Grimes da dieci anni – l’importante è restituire al pubblico le emozioni, i colori, il carattere: lOrchestra deve riuscire ad essere convincente nell’atmosfera e nell’esecuzione fino a far dimenticare l’assenza di scene teatrali”.

Gregory Kunde sarà Peter Grimes e Sally Matthews sarà Ellen Orsford: entrambi al debutto nei ruoli per cui si preannunciano essere particolarmente adatti.

Erede di una lunga tradizione musicale che supera i 400 anni e attualmente considerata fra le dieci migliori formazioni a livello nazionale e internazionale grazie alla duttilità dell’organico e alla qualità interpretativa dei singoli solisti come sottolineato con orgoglio dal Presidente Bruno Cagli, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia mantiene poi un rapporto speciale e consolidato con Britten: già ad agosto era stata invitata al Festival di Salisburgo per l’esecuzione del War Requiem, poi inciso su cd e ovviamente diretto da Sir Antonio Pappano.

Annunciato nel corso della conferenza stampa anche il progetto di collaborazione fra l’Accademia (esempio perfetto e mirabile del finanziamento pubblico e privato che consente uno sfavillante programma in cui spiccano grandi maestri e interpreti) con il Comune con l’idea di diffondere la musica anche nelle zone più disagiate della città, come sottolineato dall’assessore alla Cultura Flavia Barca.

Il concerto di apertura della nuova stagione sinfonica è dedicato alla memoria del compositore Hans Werner Henze, a un anno dalla scomparsa. Inoltre il concerto del 26 ottobre sarà trasmesso in diretta da Rai Radio Tre.

LEAVE A REPLY