Presentata la stagione del Piccolo Bellini di Napoli

0
299
Condividi TeatriOnline sui Social Network

SONY DSCInizia questa settimana con la rassegna di corti teatrali “La Corte della Formica” (diretta da Gianmarco Cesario) la stagione 2013/2014 del Piccolo Bellini. La saletta affidata da sempre agli sguardi contemporanei e alla nuova drammaturgia quest’anno ospita ben quindici spettacoli che spaziano tra teatro di prosa e danza. Il Piccolo Bellini, insieme al teatro Elicantropo, al De Poche, a Interno5 e al Tan fa parte della Rete dei piccoli teatri metropolitani, una sinergia tra le cinque piccole realtà teatrali per non soccombere alla crisi. Un unico abbonamento per cinque sale, per un totale di ben 56 spettacoli e tantissime opportunità di risparmio (info: www.facebook.com/pages/Politeatro-Rete-Piccoli-Teatri-Metropolitani).

Da segnalare in questo nuovo cartellone la presenza di Pippo Delbono (applauditissimo la scorsa stagione al teatro Bellini con lo spettacolo “Dopo la battaglia”) e Fausto Paravidino che porterà in scena Exit con Sara Bertelà.

 

Di seguito il cartellone

 

Fino al 20 ottobre

Lucifero Teatro – Teatro a Vapore

La Corte della Formica

Festival di corti teatrali ideato e diretto da Gianmarco Cesario

“La verità, vi prego, sull’amore”, è questo il tema sul quale si confronteranno i 18 corti teatrali in gara quest’anno.

 

Dal 22 al 27 ottobre

TTR – Il Teatro di Tato Russo

Uccidete le madri

scritto e diretto da Camilla Cuparo

con Luigi Iacuzio

 

Lo spettacolo prende spunto da un fatto realmente accaduto.

Enzo, figlio minore di un’umile, amata e rispettata famiglia, decide di mettersi contro uno dei capi mafia del paese. Nonostante l’avvertimento alla famiglia, il ragazzo non abbandona la sua idea di scalata al potere e così viene così ucciso…

 

Dal 29 ottobre al 3 novembre

Ass. Cult. Fattidimusicaeteatro

Epoché

di Giovanna Pignieri

regia Lella Lepre

con Paola Bocchetti, Ivana D’Alisa, Daniela Ioia, Lella Lepre

e la partecipazione di Salvatore Esposito

 

Cosa significa epochè? Epochè è il termine greco che indica la sospensione del giudizio, quel processo cognitivo che prevede l’astenersi da una valutazione nel caso in cui non si abbiano a disposizione sufficienti elementi per formulare il giudizio. Ma “Che cosa è andato storto nella storia?” è ciò che si domanda la giovane sognatrice napoletana…

 

Dal 7 al 17 novembre

Teatro Bellini Teatro Stabile di Napoli

Uscita di emergenza

di Manlio Santanelli

con Rino Di Martino, Ernesto Mahieux

regia Pierpaolo Sepe

 

Cirillo e Pacebbene sono i protagonisti di Uscita d’emergenza, la più celebre tra le commedie di Manlio Santanelli. La loro storia è fatta di rievocazioni di amori mai avuti, impegno per lavori non portati a termine, l’inconscia paura del terremoto, e si articola in un dialogo pieno di menzogne e offese…

 

Dal 28 novembre al 1 dicembre e dal 5 al 15 dicembre

Teatro Bellini Teatro Stabile di Napoli

Some girl(s)

di Neil LaBute

con Martina Galletta, Bianca Nappi, Gabriele Russo, Roberta Spagnuolo, Guia Zapponi

regia Marcello Cotugno

Un giovane uomo, insegnante e aspirante scrittore, prima di sposarsi decide di fare un viaggio à rebours nella propria vita, mettendosi in cerca delle proprie ex per provare – in un paradossale tentativo di espiare gli errori delle vite precedenti – a “…sistemare la faccenda. Appianare il torto o, insomma, mettere le cose a posto”…

 

Dal 19 al 22 dicembre

Compagnia Pippo Delbono

Racconti di giugno

di e con Pippo Delbono

L’incontro con il teatro, con l’amore, con la malattia e la morte, la rinascita. Da solo nella scena vuota Pippo Delbono, tra confessione e confidenza, tra silenzio e grida, tra tenerezza e rabbia, fa cadere le maschere, le sue e le nostre, in un momento di sorprendente abbandono. Allo stesso tempo alta prova d’attore e nuda verità, il suo racconto di vita, insieme alle parole di Pasolini, Shakespeare, Sarah Kane, va diritto al cuore.

“Una sorta di diario di bordo, un’introspezione sul senso nascosto delle relazioni, sul lato dei desideri non espressi ma mostrati, sulla curiosità per gli altri, il filo rosso degli invaghimenti, la coscienza di una bellezza senza confini nelle storie, l’ardore non solo etico nelle scene della vita e nelle scene del teatro, l’estasi delle cose che ti perdono e che gli altri non ti perdonano, quel qualcosa di se stesso mai detto forse perché mai chiesto. Le coincidenze (tante) del mese di giugno, il mese in cui sono nato.”

 

Dal 26 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014

InBalìa Compagnia Instabile

A Zonzo #02

di e diretto da InBalìa Compagnia Instabile

con Marco Cacciola, Michelangelo Dalisi, Francesco Villano

Tre uomini si mettono in viaggio per fuggire da una catastrofica invasione aliena… Ma il
destino è in agguato per questi “deficienti” (“mancanti” di qualcosa..). Cosa accadrà dopo?
Forse il mondo è veramente finito e sono proprio questi tre gli eredi dell’umanità?
O si sono salvati proprio perché, stupidamente (?), non hanno smesso di sognare?…

 

Dal 10 al 12 gennaio 2014

CIE 3.14 / Valeria Apicella

Elle est là

di Valeria Apicella

 

Attraverso un corpus d’opere, Elle est là é un’ installazione coreografica che sperimenta lo spazio come risonanza del gesto intimo, e la danza come una luce che perdura e si trasforma.

Elle est là è un evento che invita lo spettatore a viaggiare nella poetica dell’istante: tra i corpi, gli oggetti e le immagini, un esperimento che invoca la presenza, la ricerca del miraggio che reinventa la percezione.

 

 

Dal 14 al 19 gennaio 2014

Punta Corsara – 369gradi – Armunia/Festival Inequilibrio

PetitoBlok – Il baraccone della morte ciarlatana

liberamente ispirato alle opere di Antonio Petito e Aleksandr Blok

drammaturgia Antonio Calone

con Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Giovanni Vastarella, Valeria Pollice, Emanuele Valenti

regia Emanuele Valenti

PetitoBlok nasce dall’incontro e dalla contaminazione drammaturgica tra Antonio Petito, il più grande interprete di Pulcinella della seconda metà dell’Ottocento e Aleksandr Blok, autore di Balagancik. Con il linguaggio della farsa, PetitoBlok è un omaggio all’analfabetica scrittura scenica di Petito e allo stesso tempo quasi un affondo nei testi dell’autore napoletano, da cui partire per andare altrove…

 

 

Dal 14 al 16 febbraio 2014

Collettivo Nada / Antonello Tudisco

NEFES/Respiro_ Every Human being is an Artist_

regia e coreografia Antonello Tudisco

 

Piccola premessa: Fatti non foste per viver come bruti… Nefes è parte di un progetto biennale sull’opera artistica di Joseph Beuys. “Ogni uomo è un artista”, espressione che definisce il concetto di arte legato strettamente all’impegno creativo che deve e può essere di ognuno, in grado di modellare la propria esistenza e il mondo in cui vive…

 

Dal 20 al 23 febbraio e dal 27 febbraio al 2 marzo 2014

XX che è femmina – Figli del Bronx

Passaggio segreto

da un’idea di Maura Perrone

con Maura Perrone, Fabiana Fazio, Sofia Campanile, Loredana Carannante, Delio Fusco, Peppe Villa, Marco Amendola, Attilio Graziano

regia Roberta Serretiello

 

Prendi un campione di donne, mettile a proprio agio e parla con loro di sesso; poi prendi tutti i contenuti raccolti, portali sul palcoscenico di un teatro ed ecco che ottieni il Passaggio Segreto!

Si mette in scena il rapporto con il proprio corpo e con gli altri, si rende il sesso il principale portavoce di sé. Il sesso è una parte espressiva di noi… cresce con noi… cambia nel tempo… esprime il nostro carattere… è una relazione…

 

Dal 4 al 9 marzo 2014

Nidodiragno Produzioni

Favola in musica per cornacchie, cani selvatici, maledizioni, tiranni, sepolcri & fanciulle in fiore – La storia di Antigone

rilettura di Ali Smith dalla tragedia di Sofocle raccontata da Anita Caprioli e cantata da Didie Caria

regia Roberto Tarasco

 

Anita Caprioli, attrice cinematografica colta e sensibile, offre un’intensa interpretazione della tragedia di Sofocle nella originalissima chiave ecologista della scrittrice scozzese Ali Smith. Le sue parole trovano perfetto connubio con le melodie del cantante e musicista Didie Caria, così come si uniscono efficacemente alle installazioni vibranti e surreali dello scultore Giovanni Tamburelli.

 

 

Dal 14 al 16 marzo 2014

Danza Flux

Horse boy in apnea

con Fabrizio Varriale

regia e coreografia Chiara Alborino, Fabrizio Varriale

 

E’ un progetto che trae spunto da una riflessione sul senso del limite. Horse Boy in Apnea affronta il tema dell’animalità nell’agire umano come generatrice di alterità e fisicalità, è relazione conflittuale tra l’uomo, i suoi desideri e la società contemporanea. Il ragazzo-cavallo vive l’esperienza del limite, crea una dimensione di tensione che si accumula e si frantuma in un respiro di liberazione…

 

Dal 20 al 23 marzo e dal 27 al 30 marzo 2014

Vodisca Teatro – Libera Scena Ensemble

Diego – Non sarò mai un uomo comune

progetto e regia di Aniello Mallardo

con Maddalena Stornaiuolo

 

A 30 anni dall’arrivo di Diego Armando Maradona a Napoli, tra i trofei e le cadute del più grande calciatore di tutti i tempi, ci immergiamo in una storia d’amore degli anni ’80. Uno squattrinato contrabbandiere, tifoso sfegatato di un Napoli stellare, viene risucchiato dalle gioie, ansie e paure di una città in totale affanno…

 

Dal 1 al 6 aprile 2014

Teatro Stabile di Bolzano

Exit

di e diretto da Fausto Paravidino

con Sara Bertelà

A e B sono una coppia, ma c’è qualcosa che non funziona più. Questione di affari interni, tra il professore universitario e sua moglie. Parlano tra loro e con il pubblico, per capire quali siano i motivi della crisi che si rivelano molteplici: la politica, i figli, il non averli, il sesso, la gelosia e persino una storia di calzini. La loro storia non sembra avere più sbocchi e vanno alla ricerca di se stessi fuori casa. Oramai è questione di affari esteri. Inutile dire che fuori dal nido si imbatteranno in altri personaggi: C, una giovane studentessa universitaria e D, un altro uomo, destinato molto probabilmente ad essere il trait d’union dei loro destini.

Exit, commedia di Fausto Paravidino che ha debuttato in prima assoluta al Teatro Stabile di Bolzano, è un pièce profonda, delicata e divertente che vede i protagonisti alla ricerca di una via di uscita da una fitta rete di legami, o da una vita che non calza più alle loro aspettative. Tra azione e narrazione diretta al pubblico, i loro percorsi avanzano simultaneamente, incrociandosi nella maniera più inaspettata, fino alla resa dei conti.

Dall’8 al 13 aprile 2014

Interno 5

Mangiare e bere. Letame e morte

di e diretto da Davide Iodice

con Alessandra Fabbri

 

E’ un lavoro di teatro e danza per danzatrice sola. Sola per la verità non è mai, tranne che per il suo corpo stesso: con esso, difatti, e con il racconto, il ricordo, espressi nel movimento ma anche nel verbo, Alessandra Fabbri costruisce un intero mondo sul palcoscenico. Uno spettacolo che conferma la poetica di Davide Iodice.

 

Prezzi

 

Over 30

– Intero 15 € (con Card Politeatro 10 € )

– Evento Speciale 25 € (con Card Politeatro 15 €)

 

Under 30

– Intero 10 € (con Card Politeatro 6 €)

– Evento Speciale 20 € (con Card Politeatro 10 €)

 

La Card Politeatro ha un costo fisso di 10 €.

 

Abbonamento a 8 spettacoli a scelta (escluso evento speciale)

– Over 30 € 80

– Under 30 € 48

 

info: www.teatrobellini.it/al-piccolo-bellini

 

LEAVE A REPLY