Fusione a caldo – Italia 70

0
200
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Casa del Jazz RomaGiovedì 19 dicembre, sul palco della Casa del Jazz, per la rassegna “Fusione a caldo”, Italia 70, la storia del rock italiano degli anni ’70 in 18 composizioni eseguite dal vivo da una superband. Il concerto è accompagnato da filmati di quell’Italia così viva e controversa, sia dei gruppi musicali in questione sia della società intorno.

Esordio assoluto per questo spettacolo che rilegge i sei gruppi più importanti del rock di quel periodo, fortemente influenzato dal rock progressivo, dove la musica era importante come mai in precedenza nella cultura artistica  “leggera” del nostro paese. Gli artisti che hanno messo in piedi questo gruppo di lavoro sono fortemente attratti da queste tematiche ma non vivono ancorati nel passato, anzi… infatti mettono molto della propria cultura in questi classici, molto apprezzati anche all’estero. Peter Gabriel ha speso sempre parole d’elogio per gli Osanna, Keith Emerson e Greg Lake per la PFM e il Banco (che portarono a incidere per la propria etichetta Manticore), Peter Hammill dei Van der Graaf Generator suonò spesso con Le Orme e scrisse i testi per la versione inglese di “Felona e Sorona”… gli Area e Demetrio Stratos, di cui usciranno tre cofanetti, vinile e cd, a ottobre per la Cramps passata alla Sony, erano troppo politicizzati per il mercato anglofobo ma apprezatissimo in Portogallo. Spagna, Germania, Francia e persino in Giappone… un cenno a parte per i New Trolls, i meno rigorosamente progrock di questa pattuglia di nomi… basta ascoltare Le Roi Soleil per capire come non sfigurano vocalmente rispetto ai Queen e come la minisuite “La prima goccia bagna il viso” sia degna erede di “21st Century Schizoid Man” dei King Crimson. Poi la svolta pop, ma quella è un’altra storia…

Area – Medley: Gioia e Rivoluzione, dall’album “Crac” del 1975, e Luglio, agosto, Settembre (nero) dall’album “Arbeit Macht Frei” del 1973

Area – L’elefante bianco, dall’album “Crac!” del 1975

Area – Il Bandito del deserto, dall’abum “1978 Gli dei se ne vanno gli arrabbiati restano” del 1978

Banco del Mutuo Soccorso – L’albero del pane, dall’album “Banco” del 1975

Banco del Mutuo Soccorso – R.I.P – dall’album “Banco del Mutuo Soccorso”, ovvero “il salvadanaio”, del 1972)

Banco del Mutuo Soccorso – 750.000 anni fa l’amore, dall’album “Darwin”, del 1972

Le Orme – Sguardo verso il cielo, dall’album “Collage” del 1971

Le Orme – La porta chiusa, dall’album “Uomo di pezza” del 1972

Le Orme – Contrappunti, dall’album “Contrappunti” del 1974

New Trolls – Le roi soleil, dall’album “Concerto grosso 2” del 1976

New Trolls – La prima goccia bagna il viso, dall’omonimo 45 giri del 1971

New Trolls – Adagio, dall’album “Concerto Grosso” del 1971

Osanna – L’uomo, dall’albim “L’uomo” del 1971

Osanna – Ce Vulesse, dall’album “Suddance” del 1978 

Osanna – Il castello dell’es, dall’album “Landscape of Life” del 1974

Premiata Forneria Marconi – È Festa, dall’album  “Storia di un minuto” del 1972

Premiata Forneria Marconi – La Luna Nuova, dall’album “L’isola di niente” del 1974

Premiata Forneria Marconi – Chocolate Kings, dall’album “Chocolate Kings” del 1975

1) Davide Pistoni tastiere, voce (Claudio Baglioni, Zucchero, Enzo Avitabile, Michelle Hunziker, Renzo Arbore, Giancarlo Gianni, Mariangela Melato, Gianni Morandi )

2) Luca Velletri voce (Pilato in “Jesus Christ Superstar”, Juan Peron in “Evita”, Frollo in “Notre Dame De Paris”, Jon Anderson & Vangelis, Phil Collins, Orchestra Sanremo )

3) Phill Salera chitarre (Zucchero, Giorgia, Patty Pravo)

4) Fabio Servilio chitarre, voce (Jerry Marotta, Rachel Z e David Rhodes della band di Peter Gabriel, Gatto Panceri)

5) Carlo Micheli: saxophone, clarinet and flute (Bruno Biriaco from Perigeo, Tullio De Piscopo, Billy Cobham, Vittorio Nocenzi from Banco del Mutuo Soccorso)

6) Nicola Casali basso (Ginger Baker dei Cream, Alex Britti, Michael Bolton)

7) Francesco Isola batteria (Debbie Bonham, Andrea Braido, Massimo Ranieri, Luca Barbarossa)

8) Dahl ah Lee violino (S. Cecilia, Teatro Carlo Felice, Orchestra del conservatorio N. Paganini)

Casa del Jazz

Viale di Porta Ardeatina, 55 – Roma

Info: 06/704731

Ingresso  10  euro

LEAVE A REPLY