L’italianissimo Vito Mazzeo debutta nella Bella Addormentata con il Dutch National Ballet di Amsterdam

0
495
Condividi TeatriOnline sui Social Network

1238996_522205244521422_562390472_nVito Mazzeo è il nuovo Principal Dancer del Dutch National Ballet, un altro italiano che si fa strada all’estero. Diplomato alla scuola di ballo del Teatro alla Scala, balla con il Royal Ballet di Londra, il Teatro dell’Opera di Roma e nel 2010 entra come solista nel San Francisco Ballet e viene nominato Principal Dancer dopo 6 mesi. Dall’inizio della stagione 2013/2014 fa parte del Dutch National Ballet di Amsterdam come primo ballerino. Già vincitore del premio Danza&Danza come migliore interprete e del premio Positano Leonide Massine al valore, viene definito “figure of tremendous dance charm” dal New York Times (Alastair Macaulay, New York Times).

Domani Vito debutterà ad Amsterdam nel ruolo del Principe Florimund nella Bella Addormentata, nella versione dell’Englishman Sir Peter Wright e replicherà anche il 27 dicembre e il primo gennaio risvegliando la sua delicatissima Principessa Igone de Jongh, che lo affiancherà nel ruolo di Aurora. Subito dopo gli inchini della première del 22 dicembre l’efficientissima attività di marketing del teatro non si smentisce, organizzando una “signingsession” post-spettacolo, durante la quale i fans e gli spettatori potranno avere autografi dai due ballerini principali nel Foyer del teatro. “If you have never seen a big classical ballet, this is the one to start with” (Se non avete mai visto un grande balletto classico, questo è quello con cui iniziare) Questo capolavoro tchaikovskiano, dopo circa 125 anni dalla sua prèmiere rimane uno degli esempi più brillanti di puro stile classico, tecnicamente molto impegnativo, racchiude un fascino senza tempo che fa innamorare grandi e piccoli. Il Dutch National Ballet “risveglia” questa maestosa produzione, divenuta il fiore all’occhiello della compagnia, per una serie di repliche nel periodo delle festività natalizie. “In Peter Wright’s production, this enchanting fairytale ballet gleams like a timeless jewel” (De Telegraaf)

Dunque perché non pianificare un bel weekend culturale-natalizio ad Amsterdam per ammirare un connazionale che riuscirà sicuramente a riempire l’Amsterdam Music Theatre di un carisma tutto italiano? Come ciliegina sulla torta troviamo sul podio un altro nome italiano, Ermanno Florio, che dirigerà l’Holland Symfonia. Il Maestro Florio si è distinto nel genere sinfonico, operistico e nel balletto: già Direttore musicale dello Houston Ballet, dell’American Ballet Theater e Music Administrator del National Ballet of Canada, dal 2004 al 2013 è Music Director del Dutch National Ballet di cui oggi è Direttore ospite principale. Non ci resta che fare a Vito e a tutto il cast un grande In bocca al lupo!!!

Coreografia: Marius Petipa

Versione: Sir Peter Wright

Musica: Pyotr Ilyich Tchaikovsky Dutch National Ballet accompagnato dalla Holland Symfonia, diretta da Ermanno Florio

Durata dello spettacolo 3 ore circa

The Amsterdam Music Theatre

 

Domenica 22 dicembre 2013, ore 14.00 (Vito Mazzeo – Igone de Jongh)

Martedì 24 dicembre 2013, ore 14.00

Mercoledì 25 dicembre 2013, ore 14.00

Venerdì 27 dicembre 2013, ore 19.30 (Vito Mazzeo – Igone de Jongh)

Sabato 28 dicembre 2013, ore 19.30

Lunedì 30 dicembre 2013, ore 14.00

Martedì 31 dicembre 2013, ore 14.00

Mercoledì 1 gennaio 2014, ore 14.00 (Vito Mazzeo – Igone de Jongh)

DonQ2013 0359

LEAVE A REPLY