Claudio Trovajoli ed Eriko Tsuchihashi in concerto

0
261
Condividi TeatriOnline sui Social Network

La Stagione dei concerti del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma presenta venerdì 28 febbraio, il concerto del duo composto da Claudio Trovajoli al pianoforte e dalla giapponese Eriko Tsuchihashi, in programma musiche di Mozart. Claudio Trovajoli si è formato seguendo corsi con Carlo Bruno, Elena Matteucci, Edith Fisher, Gunther Ludwig, Aquiles delle Vigne. Fondamentale per la sua formazione artistica è stato l’incontro con il M° Kostantin Bogino, pianista del “Trio Tcajkovskij”, con il quale si è perfezionato per quattro anni.

La sua attività solistica, iniziata già intensamente durante gli anni del Conservatorio, lo ha portato ad esibirsi come solista sia in Italia che all’estero. Nel 1991 e nei cinque anni seguenti ha effettuato numerose tournée in Centro America suonando in tutti i centri più importanti, esibendosi anche nello storico Teatro di “Bellas Artes” di Città del Messico.

La sua attività concertistica ha dato sempre ampio spazio al repertorio cameristico in varie formazioni. Suona in duo con il M° Felix Ayo e con solisti di fama internazionale come David Cohen e Erik Huetter.

Ha perfezionato il suo repertorio di musica da camera con Hatto Beyerle, Claus Christian Schuster, Franco Gulli, Dario De Rosa, Alexander Lonquich, Pier Narciso Masi e con il Trio di Milano.

Ha vinto il Primo Premio Assoluto al Concorso Nazionale biennale “S.Fuga” di Torino ed al Concorso Internazionale “G.B.Viotti” di Vercelli.

Fondatore del David Trio con D.Pascoletti e P.Serino, ha vinto il Primo Premio Assoluto ed il Premio per la migliore esecuzione di Haydn al Secondo Concorso Internazionale per trio con Pianoforte “F.J.Haydn” di Vienna ed il Primo Premio Assoluto al 22° Concorso di Musica da Camera di Yellow Springs (Ohio, USA). Sempre con il David Trio nel 2006 ha vinto il Primo Premio ed il Premio del Pubblico al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Easton (Maryland, USA) ed ha ricevuto l’assegnazione della prestigiosa Borsa di studio Borletti-Buitoni di Londra.

Svolge una intensa attività concertistica : ha suonato per i Concerti dell’ Università Cattolica di Roma, Teatro Comunale di Modena, Teatro Comunale di Imola, Festival Mozart di Rovereto, Villa Pignatelli di Napoli, Società del Quartetto di Vercelli, Quartetto di Milano, Teatro Olimpico di Vicenza, Società Barattelli di L’Aquila, Amici della Musica di Foggia, Ancona, Pescara, Padova, Messina, Palermo e Campobasso, Festival di Prades e Festival di Radio France con diretta radiofonica (Francia), Haydn Festspiele di Heisenstadt (Austria) oltre che numerosi concerti in Austria, Svizzera, Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Stati Uniti d’America, Cile ed Australia.

Nel 2007 ha effettuato una tournèe in Brasile, Argentina, Cile, Uruguai e Messico che lo ha portato ad esibirsi in Teatri come il Teatro Coliseum di Buenos Aires o la Fundaciòn Beethoven di Santiago de Chile.

Nel 2010 è stato invitato a suonare al “Al Bustan Festival” di Beirut ed ha avuto il suo debutto al Concertgebow di Amsterdam ottenendo il riconoscimento di una “standing ovation” alla fine del concerto.

Ha inciso in prima assoluta i due Trii per pianoforte, violino e violoncello di G. Martucci.

La sua discografia include inoltre un CD per RAI Trade e l’integrale dei trii con pianoforte di Franz Schubert per la Altara di Londra che è stata definita sui periodici di recensione “la migliore incisione degli ultimi vent’anni”.

Del giugno 2011 è la pubblicazione, con la Stradivarius di Milano, di un CD con i Trii di Tchajkovskij e Schostakovitc che ha già ricevuto una valutazione artistica con massimo punteggio e lusinghieri apprezzamenti sul mensile Classic Voice.

E’ stato invitato a suonare per la RAI Radio Tre in diretta radiofonica sia per Radio Tre Suite che per la serie “I concerti del Quirinale”. Ha inciso per la EDIPAN musiche di Teresa Procaccini.

All’attività concertistica ha sempre affiancato una intensa attività come docente. I suoi allievi sono spesso vincitori di concorsi di livello internazionale.

Tiene abitualmente corsi di perfezionamento estivi di risonanza internazionale. Nel 2007 è stato ospite docente e concertista al Festival “Cameralia” di Santiago de Compostela.

Ha vinto il Concorso per Titoli ed Esami,per la cattedra di Pianoforte Principale; è docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio “U.Giordano”di Foggia e di Pianoforte presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma dove è anche membro della Commissione Artistica ed ideatore della ‘Stagione Giovanile del Pontificio Istituto di Musica Sacra’. É Direttore Artistico del Festival di Musica da Camera “Concertando” di Roma.

Eriko Tsuchihashi è nata a Nagano, Giappone, nel 1980.

Ha iniziato gli studi del violino a 4 anni. Dopo essere stata guidata da Atsuko Temma in Giappone, nel 1996 è andata negli Stati Uniti, dove ha continuato i suoi studi con Stanley Bedner nella Manhattan School of Music di New York. Dal 1997 al 1999, si è perfezionata con Sally O’Reilly a Minneapolis e dal 1999 al 2000 ha studiato a Graz, Austria, con Yair Kless, all’Università per la Musica e le Arti Drammatiche. È successivamente tornata negli Stati Uniti, dove ha potuto incontrare Franco Gulli, che è stato la sua guida nell’Indiana University di Bloomington, fino al momento della sua scomparsa, nel 2001. Nella stessa scuola ha ottenuto il Performers Diploma nel 2002. Eriko Tsuchihashi ha continuato i suoi studi con Miriam Fried, con la quale ha ottenuto il Master Degree nel 2004, alla Indiana University. Tra gli altri, si è perfezionata con Joseph Silverstein, Christian Tetzlaff, Aaron Rosand, Andrés Cárdenes, Jamie Laredo, Donald Weilerstein, Federico Agostini, Mauricio Fuks, Pavel Vernikov e Giuliano Carmignola. Ha studiato Musica da Camera con Shigeo Neriki, Audubon String Quartet, Atar Arad, Ik-Hwan Bae, Alan de Veritch e Tsuyoshi Tsutsumi. Oltre al violino moderno, ha anche studiato Violino Barocco con Stanley Ritchie, alla Indiana University. Il suo repertorio include opere solistiche che vanno dalla musica barocca a quella contemporanea e opere di musica da camera. Ha partecipato a festival, tra cui il Chautuaqua Music Summer Festival e il Pacific Music Summer Festival, come spalla dei primi violini. Nel 2002, Eriko Tsuchihashi è entrata in un Quartetto, con il quale ha vinto l’edizione del 2003 della Kuttner Residential String Quartet Competition alla Indiana University. Come solista, ha ricevuto importanti riconoscimenti in numerosi concorsi internazionali: nel 1997 ha vinto il primo premio nell’ASTA (American String Teachers Association) Minnesota Competition; nel 1998 ha vinto il primo premio nella Young Artist Audition di Minneapolis, il secondo premio nella MTNA (Music Teachers National Association) Competition, oltre ad essere premiata nella YPSCA (Young People’s Symphony Concert Audition) Competition; nel 1999 ha vinto il primo premio nella Chautauqua Concerto Competition, il secondo premio nella Schubert Club Competition ed è stata premiata dalla Dresdner Bank; nel 2002 ha vinto il secondo premio nella ASTA Competition. Eriko Tsuchihashi è anche vincitrice del terzo premio nel Concorso Internazionale Michelangelo Abbado del 2004. Si è esibita come solista con orchestre come la Bloomington Symphony Orchestra, la Minnesota Sinfonia e la MSFO Orchestra (nello Chautauqua Institute of Music), negli Stati Uniti, il Chikashi Chamber Ensemble in Giappone, l’Orchestra Sinfonica di Milano e ultimamente l’Orchestra dell’Accademia delle Opere, con cui ha eseguito il Concerto per violino di Tchaikovsky, alla Sala Verdi di Milano. Le sue performances sono state trasmesse per radio dalla Minnesota Public Radio e RAI Radio 3, e in televisione da RAI UNO, RAI TRE, SKY Classica e CNN. Eriko Tsuchihashi vive in Italia da giugno del 2004. Trasferitasi in Italia, è subito diventata spalla dei primi violini dell’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano. Ha collaborato con i direttori d’orchestra più prestigiosi (Daniel Barenboim, Zubin Mehta, Esa-Pekka Salonen, Christoph Eschenbach, Pinchas Steinberg, Daniele Gatti, Daniel Harding, Rudolf Barshai, Claus Peter Flor, Christopher Hogwood, Helmuth Rilling, Bernard Haitink, Vladimir Jurowski, Herbert Blomstedt, Krzysztof Penderecki, Leonard Slatkin, Vladimir Fedoseyev, etc.), suonando anche per il Presidente della Repubblica e il Papa, nell’Aula Nervi (Città del Vaticano). Anche in Italia come all’Estero, Eriko Tsuchihashi continua ad esibirsi in formazioni cameristiche; con il suo quartetto ha ultimamente di nuovo suonato per Sua Santità il Papa Benedetto XVI, in presenza del Ministro della Cultura e delle più alte autorità istituzionali. Da gennaio 2010, Eriko Tsuchihashi suona come concertino dei primi violini con l’Orchestra del Teatro alla Scala. Eriko Tsuchihashi suona su un violino Andrea Guarneri del 1660.

Programma

W. A. Mozart Sonata KV 302, in Mi b Magg.

Allegro

Andante grazioso

Sonata KV 306, in Re Magg.

Allegro con spirito

Andantino cantabile

Allegretto

Intervallo

Sonata KV 379, in Sol Magg.

Adagio- Allegro

Tema con variazioni: Andantino cantabile

Sonata KV 378, in Si b Magg.

Allegro moderato

Andantino sostenuto e cantabile

Rondeau: Allegro

Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra,

Piazza Sant’Agostino 20/a,Roma

Orario inizio concerti ore 20

INGRESSO:10 euro

INGRESSO GRATUITO per tutti gli studenti di ogni ordine e grado.

Info: 06.6638792

www.musicasacra.va

e-mail: pims@musicasacra.va

 

LEAVE A REPLY