Le Corsaire

0
256
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Ecco il balletto classico tanto atteso, nella Stagione di Danza del Teatro Comunale Città di Vicenza, XVIII edizione di VicenzaDanza: giovedì 27 e venerdì 28 febbraio alle 20.45, sarà in scena “Le Corsaire” titolo esotico del repertorio romantico, in una versione molto fedele al grand ballet ottocentesco, proposta dal Ballet du Capitole de Toulouse, compagniadiretta dall’étoile dell’Opéra di Parigi Kader Belarbi.

 

La doppia data del balletto classico è dedicata alla memoria del marchese Giuseppe Roi, illustre personalità vicentina e grande patrocinatore delle arti delle quali si è sempre occupato con sensibilità, intelligenza e profonda generosità. Tra le molte iniziative artistiche sostenute e promosse dal Marchese Roi e dalla sua Fondazione, la danza ha avuto certamente un posto di riguardo; grazie al suo sostegno Vicenza ha saputo conquistarsi un ruolo di primo piano nella proposta della danza di grande qualità, sia a livello nazionale che internazionale. Proprio per rinverdire la riconoscenza della città e degli operatori culturali che della sua attenzione hanno felicemente goduto, VicenzaDanza e il Teatro Comunale Città di Vicenza dedicano la doppia data del Balletto “Le Corsaire” alricordo di questa illustre personalità, nella consapevolezza e nella volontà di celebrarne ancora una volta l’insostituibile statura intellettuale e civile.

 

La presentazione del balletto, l’Incontro con la Danza che precede lo spettacolo, nel Foyer del Teatro alle 20.00 di giovedì e venerdì, sarà curato da Remo Schiavo, memoria storica della danza vicentina, esperto e autorevole conoscitore del genere coreutico, ma anche della musica, del teatro, dell’opera, amico di VicenzaDanza.

 

La Stagione di Danza del Teatro Comunale di Vicenza è promossa e sostenuta dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza in collaborazione con Arteven, con il sostegno di Fiamm Group, Develon, Gruppo Mastrotto, Colorcom Allestimenti e AIM come partner; Fondazione Roi, Camera di Commercio Vicenza, Inglesina, Gruppo Beltrame, AC Hotel Vicenza, Gruppo Forall-Pal Zileri, Burgo Group, Confartigianato, Telemar e Confcommercio come sponsor; Il Giornale di Vicenza come media partner.

 

fotoLe Corsaire” è un balletto originale in tre atti creato da Joseph Mazilier; il debutto dello spettacolo risale al 1856, a Parigi, interpretato dalla prima ballerina italiana Carolina Rosati. Il balletto si rivelò da subito un successo strepitoso, anche grazie all’ambientazione esotica e alla storia d’amore di Medora e del pirata Conrad. La nuova creazione di Kader Belarbi per il Ballet du Capitole de Toulouse, in due atti, è andata in scena per la prima volta il 16 maggio 2013.

Al debutto la stampa francese l’ha definito “un miracolo modellato sulla poesia dell’Oriente evocato, sull’emozione e sul movimento”. Ispirato alle pagine dell’omonimo poema di Lord Byron, il balletto era caduto nel dimenticatoio da decenni; sui palcoscenici internazionali veniva proposto qualche celebre passo a due, ma raramente è stato rappresentato in versione integrale, proprio per la sua complessità.

E questa nuova versione del balletto di Belarbi, che ha riscritto, semplificandolo, il libretto, inserendo anche dei nuovi personaggi, come la favorita del sultano, per rendere più avvincente il racconto, ha ottenuto ovunque consensi entusiasti di pubblico e critica. La danza infatti domina sul racconto e le sovrastrutture come le scenografie, ci sono ma restano sullo sfondo, per lasciare spazio all’interpretazione classica degli eccellenti danzatori del Capitole di Tolosa. È una versione scintillante, dai costumi coloratissimi ed eleganti, quella che sarà in scena a Vicenza, ma soprattutto rappresenta la possibilità di assistere ad un grand ballet, un tripudio di esotismo ottocentesco in danza, ormai una vera rarità.

Nel Corsaro in scena giovedì 27 e venerdì 28 febbraio a Vicenza, le coreografie e l’allestimento sono firmate da Kader Belarbi, le musiche sono di di Adolphe Adam, Anton Arenski, David Coleman, Edouard Lalo, Jules Massenet, Jean Sibelius, la scenografia è di Sylvie Olivé, i costumi sono di Olivier Bériot, le luci di Marion Hewlett. Il balletto è In due atti, con un intervallo, e dura circa due ore.

Le Corsaire narra con profusione di danze e scene pantomimiche, ambientate in una Grecia e una Turchia fantastiche, la storia d’amore di Medora e del corsaro Conrad, che la salva dall’odioso mercante di schiavi Birbantio, rimaneggiando così la trama di Byron; la nuova versione in scena non prevede però il lieto fine.

Il Ballet du Capitole de Toulouse è una delle migliori compagnie classiche e neoclassiche francesi, conosciuta a livello internazionale per i suoi programmi che hanno spaziato per molto tempo dalle creazioni di Balanchine alle produzioni dei grandi classici. Una svolta decisiva al percorso artistico della compagnia è stata impressa da Kader Belarbi, nuovo direttore artistico dal 2012.

Il suo progetto culturale è quello di aprire la compagnia, interprete dei grandi balletti romantici del XIX secolo, formata da 35 ballerini, ai linguaggi del contemporaneo, senza tradirne la vocazione originaria, affrontando le creazioni coreografiche con un giusto equilibrio tra tradizione e modernità.

Nato a Grenoble nel 1962, di origine algerina, Belarbi entra nell’ Accademia di Danza dell’Opera di Parigi nel 1975; cinque anni dopo fa parte del Ballet de l’Opera di Parigi. Primo ballerino nel 1989, viene notato da Rudolf Nureyev che lo nomina étoile lo stesso anno. A 46 anni abbandona le scene come danzatore e si dedica alla coreografia.

I biglietti per gli spettacoli sono in vendita alla biglietteria del Teatro Comunale (viale Mazzini 39, Vicenza – tel. 0444.324442 biglietteria@tcvi.it) aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15, sul sito del Teatro Comunale www.tcvi.it, e in tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza.

I biglietti per il balletto classico “Le Corsaire” del 27 e 28 febbraio.costano 40 euro il biglietto intero e over 65 e 25 euro il ridotto under 30.

I biglietti per gli altri Spettacoli di Danza della Stagione costano invece: 36 euro il biglietto intero, 31 euro il ridotto over 65 e 22 euro il ridotto under 30.

 

 

 

LEAVE A REPLY