Nessuno vi farà del male

0
247
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoLunedì 17  febbraio, alle 17.00, presso il Nuovo Teatro Sanità, si svolgerà l’evento “DARE VITA”, un incontro sulla donazione degli organi, in vista dello spettacolo “Nessuno vi farà del male” di Mario Gelardi e Fabio Rocco Oliva, con Carlo Caracciolo, Cristiana Dell’Anna, Gianluca D’Agostino, Alessandro Gallo, in scena dal 20 al 23 febbraio.
L’incontro sarà moderato dalla giornalista Anna Copertino, interverranno il dott. Guglielmo Venditti presidente AIDO Campania, il dott. Maurizio di Mauro, direttore sanitario della SUN, Carmela Lauri, AITF Campania.
Non mancate, la donazione degli organi è una questione culturale importante. Sostenerla è dare la possibilità di salvare e salvarsi.

INGRESSO LIBERO

 

Nuovo Teatro Sanità

Dal 20 al 23 febbraio 2014

NtS’, nuovo teatro Sanità, presenta
NESSUNO VI FARA’ DEL MALE
Scritto da Mario Gelardi e Fabio Rocco Oliva
Con Carlo Caracciolo, Gianluca d’Agostino, Cristiana Dell’Anna
e Alessandro Galllo
Scene Flaviano Barbarisi
Aiuto regia Carlo Geltrude e Mariano Coletti
Foto di scena e grafica Carmine Luino e Mariarosaria Piscopo
Regia Mario Gelardi

Con il patrocinio dell’AIDO- Regione Campania- il valore della donazione
di AITF – Regione Campania
e Azienda Universitaria Policlinico Seconda Università di Napoli

 

Quanta poesia può esserci nel dolore? Tre fratelli, Anna, Marco e Paolo, tre corpi, la stessa carne e un unico grande male: il mostro spaventoso, la malattia che come un vuoto si spalanca improvviso davanti alle loro fragili vite di giovani, mostrando le fauci, minacciando di inghiottire uno solo di loro. Quel che resta da fare agli altri due, quelli sani, è cercare di riempire quel vuoto che li allontana, ad ogni minuto che passa, dalla vita, tentando tutte le soluzioni possibili per salvare la principessa dal mostro. In una lotta disperata contro il tempo, si lanciano alla ricerca dell’organo sano in grado di salvare la sorella dall’attacco invasivo del mostro giallo, la bile: un fegato sano per Anna significa però sperare nella morte di un altro essere umano, compatibile con lei e per questo affine. Significa invischiarsi in un miseria morale fatta di speranze insane, cupe come una materia fangosa che si appiccica addosso, sorde come un urlo sottaciuto, colpevoli… In un crescendo di disperazione le loro giovani vite si dimenano furibonde e stanche in vortice di dolore, tra quell’unica realtà dell’ospedale, dove le loro esistenze si trascinano quotidianamente in balia del mostro, e un fuori che diventa miraggio lontano, ricordo irrecuperabile, chimera irraggiungibile. Quanto dolore si deve avere dentro per rappresentare un male? Lo spettacolo è ispirato alla storia vera di Fabio Rocco Oliva, che scrive il testo a quattro mani con Mario Gelardi, che del lavoro firma anche la regia. “Nessuno vi farà del male” è viaggio coraggioso dietro le quinte del dolore, alla scoperta di quei sentimenti, di quelle spinte emotive e psicologiche, che spingono gli esseri umani a lottare, a non arrendersi, anche in situazioni di estrema fragilità e di perdita della lucidità e della speranza. Quanta bellezza d’essere può generare la solidarietà tra individui in una situazione disperata? Lo spettacolo apre certamente uno spettro di luce sull’umanità che si concepisce nel segno dell’unione tra uomini, di quella fratellanza che spinge l’uomo a salvare l’altro uomo, a prendersene cura; il lavoro teatrale di Gelardi e Oliva apre così ad una metafora più grande del dolore personale e ad una inattesa speranza.

In questo momento in Italia ci sono più di 9000 persone in attesa di trapianto.

LEAVE A REPLY