Ennio Marchetto in “Carta Canta”

0
253
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotodi Ennio Marchetto & Sosthen Hennekam

produzione Terri Chegia

In tournèe in questi mesi tra Italia, Isole Canarie, Germania, Inghilterra, Liechtenstein, Ennio Marchetto è l’artista italiano, tra i più noti all’estero, per le sue abilità di trasformismo e per la sua caratteristica unica di usare costumi di carta per far rivivere personaggi dello spettacolo e dello show business in maniera sorprendente.

Creatività, interpretazione e inarrestabili mutamenti sono le qualità proprie del grande trasformista Ennio Marchetto in “Carta Canta” un nuovo spettacolo con nuovi personaggi in scena il 20 marzo al Teatro Duse di Bologna.

Ennio Marchetto è un artista unico. Veneziano di nascita e accolto sui principali palchi e negli eventi più memorabili di tutto il mondo: in quasi 20 anni di carriera è stato sulla ribalta dei palcoscenici più prestigiosi, Il Fringe Festival di Edimburgo, Londra, Parigi, Berlino, New York, Los Angeles solo per citarne alcuni. Nel ’95 è stato uno degli unici due ospiti italiani al MTV Music Awards a Berlino (l’altro era Eros Ramazzotti), insieme a diverse star che erano nel suo repertorio, come Prince, George Michael e Bjork. Nel ’97 si è esibito alla galà per il 60mo compleanno della Regina d’Olanda, nel 2003 ha vinto il “Laurence Olivier Award” per il miglior spettacolo comico dell’anno e nel 2013 è ospite fisso di Zelig Circus.

Dopo “A qualcuno piace carta”, il nuovo show “Carta Canta” è come tutti i suoi spettacoli, cosmopoliti, internazionali, apprezzati dal pubblico di tutto il mondo e assolutamente eterogeneo, di tutte le età.

Dietro agli innumerevoli costumi di carta che raffigurano grandi cantanti e grandi personaggi italiani e stranieri, ideati insieme a Sosthen Hennekam, designer e stilista, c’è lui, straordinario performer, che dà vita a questi costumi ripetendo movenze e tic dei personaggi, rendendo tutto esilarante e sorprendente. Ma non è solo questo. Come per i più grandi trasformisti, la forza di “Carta Canta” sta nella straordinaria velocità con cui Ennio Marchetto muove i costumi, li apre, aggiunge particolari disegnati e parrucche di carta: Tina Turner, Mina, Liza Minelli, Marylin Monroe, Vasco Rossi, Madonna, Pavarotti … e fra i nuovi personaggi Lady Gaga, Giusy Ferreri, Ornella Vanoni, Celentano e Claudia Mori, Arisa, Justin Bieber, Einstein, Morticia Addams, Maria Callas … solo alcune delle numerose personalità a cui dà vita Marchetto, in uno spettacolo che è una vera Babilonia di musica, teatro e creatività.

VIDEO dello spettacolo CARTA CANTA: http://www.youtube.com/watch?v=q3kGVj8Y9r4

Prevendite presso la biglietteria del Teatro Duse (dal martedì al sabato dalle 15 alle 19), nei punti prevendita Vivaticket.

Biglietteria e informazioni: Via Cartoleria, 42 – tel. 051 231836

biglietteria@teatrodusebologna.it

ENNIO MARCHETTO, veneziano, frequenta la scuola d’arte e inizia creando fantasiosi costumi per il Carnevale usando materiali di recupero. Nel 1985 uno stage con Lindsay Kemp stimola in lui la passione per il teatro, il mimo e la danza.

Nel 1986 si trasferisce per un anno a Parigi, dove lavora in vari cabaret.

1988 _ vince il 4° concorso per nuovi comici “La Zanzara d’Oro”

1990 _ Insieme a Sosthen Hennekam, un designer di moda e stilista, Marchetto sviluppa un elevato numero di personaggi con costumi di carta che fanno parte dello spettacolo, prodotto poi da Glynis Henderson, stessa produzione di STOMP, che viene invitato al Fringe Festival di Edimburgo, che conquista i più severi critici inglesi e lo show diventa subito un cult. Inizia la carriera di star internazionale sui palcoscenici di tutto il mondo.

1993 _ Quando torna per la terza volta al West-End di Londra, Ennio e Sosthen ottengono una nomination per il Laurence Olivier Award per il miglior spettacolo. La rete ITV gli dedica, nella serie “South Bank Show Celebrations”, un documentario di 60 minuti filmato a Venezia e Londra, intitolato “Paper Marilyn“, dove viene ricostruito il suo percorso artistico a partire dall’ infanzia veneziana, con commenti di personaggi di rilievo del mondo dello spettacolo britannico. Il documentario vinse diversi premi internazionali.

1994 _ Peter Gabriel lo vuole a WOMAD, il festival World of Music, Arts and Dance a Bath, dove ritornerà anche due anni dopo.

1995 _ è stato uno degli unici due ospiti italiani al MTV Music Awards a Berlino (l’altro era Eros Ramazzotti), insieme a diverse stelle che erano nel suo repertorio, come Prince, George Michael e Bjork.

1997 _ dopo 4 mesi di repliche al teatro Grévin di Parigi, parte in tournée con il gruppo pop inglese Erasure ed approda nel tempio della musica new yorkese, il Radio City Music Hall.

1998 _ torna per la seconda volta a Parigi oltre alla sua 6° partecipazione al Fringe Festival di

Edimburgo. Torna a Londra sul palco del “Lyric Theatre” per un mese. A Natale partecipa assieme alle Spice Girls, Brian Adams ed altre star internazionali al “Royal Variety Performance” davanti alla famiglia reale Inglese. Si esibisce davanti alla regina d’Olanda e la sua famiglia ad un galà privato organizzato per festeggiare il 60° compleanno.

1999_ debutta a New York nel teatro off-Broadway “Second Stage” dove riceve la nomination

“Desk Award” come “Unique Theatrical experience”. Lo spettacolo continua al Theatre on the Square a San Francisco ed al Geffen Playhouse di Los Angeles.

2001_ è ospite, assieme ad Anastacia e Diane Krall al “White Tie and Tiara Ball”, l’annuale festa di beneficenza organizzata da Elton John nella sua tenuta vicino Windsor.

2002_ in luglio partecipa ad una festa privata su una nave da crociera assieme ad Elton John e José Carreras per poi conquistare il pubblico spagnolo al teatro Capitol di Barcellona dove lo show rimane in cartellone per 2 mesi.

2003_ Ennio è impegnato in un lungo sell-out tour nel Regno Unito e Irlanda, poi per diversi mesi a Berlino e Amburgo. Partecipa alla trasmissione “Uno di Noi” di Gianni Morandi su Rai Uno. Vince il “Laurence Olivier Award” per il miglior spettacolo comico dell’anno.

Lo spettacolo di Ennio riapre il Napa Valley Opera House dove lo show rimane per un mese.

2004_ Ennio torna a Edimburgo, Germania, Stati Uniti (Miami) e per la prima volta ad Amsterdam, dove lo show ha un successo straordinario al famoso teatro “Nieuwe de la Mar”. Partecipa di nuovo al Royal Variety show a Londra, assieme a tante star internazionali come Liza Minnelli, Ozzie Osbourne, al Meltdown Festival di Londra con Morrissey, Nancy Sinatra, i New York Dolls e gli Sparks.

2005_ Inizia con una continuazione del suo show in Florida, per poi partecipare assieme a Olivia Newton John, Isabel Allende, Jean Michel Jarre e Tina Turner alle festività legate al bicentenario della nascita di Hans Christian Andersen; nel Parken Stadium di Copenhagen riceve una standing ovation dal pubblico numeroso (oltre 40.000 persone) inclusa la famiglia reale danese e tanti ospiti illustri.

dicembre 2007 e gennaio 2008_ Canale Jimmy manda in onda 6 repliche di “A qualcuno piace carta”

2011_E’ ospite del programma “Chiambretti night” di Piero Chiambretti in onda su ITALIA 1. Torna a New York per 2 settimane al Musical Theatre Festival

2013_È ospite fisso di ZELIG CIRCUS in prima serata su CANALE 5

SOSTHEN HENNEKAM è nato a Roosendaal in Olanda. Ha studiato design di moda e costumi allo Studio Berçot di Parigi. Ha lavorato come stilista in diverse case di moda, in particolare con Thierry Mugler per il quale ha curato per 4 stagioni la linea uomo, e come sarto per la Maison Dior, per il quale realizzava prototipi.

Nel 1989 si trasferisce in Italia, dove inizia a lavorare come stilista free-lance. Dopo aver visto lo spettacolo di Ennio Marchetto lascia la moda per sviluppare con lui un spettacolo interamente di carta. Attualmente, oltre a trovare personaggi nuovi e creare i costumi di carta, realizza il disegno, luci e suono dello spettacolo. Il suo programma televisivo preferito è uno schermo nero.

Sosthen abita tra Venezia e Los Angeles. Ama molto l’arte culinaria e la cultura Giapponese, l’architettura (Rem Koolhaas) il design industriale (Droog Design) il Cinema (Hitchcock, Coen brothers, Takeshi Kitano) e soprattutto la musica (Philip Glass, The Flaming Lips,Deadalus, Lemonjelly e Abba)

LEAVE A REPLY