Gran Galà Il cigno nero, un raffinato gioco di contrasti omaggio al Lago dei Cigni

0
422
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoUna conferenza stampa difficile da dimenticare quella della presentazione della tournée italiana del Gran Galà Il cigno nero organizzato da Daniele Cipriani. Traffico congestionato, spazio aereo chiuso, imponenti forze dell’ordine dislocate, ma d’altra parte contemporaneamente e pochi metri più in là era in corso lo storico incontro fra Papa Francesco e il Presidente degli Stati Uniti Obama, in visita a Roma.

Il Gran Galà Il cigno nero (che sarà in scena a Roma il 2 e il 3 aprile presso l’Auditorium della Conciliazione) nasce ispirandosi al recente film Black Swan di Darren Aronovsky (che ha valso l’Oscar come migliore attrice a Natalie Portman) rendendo ovviamente omaggio al a Lago dei cigni, il balletto per eccellenza con la straordinaria musica di Cajkovskij e le coreografie di Petipa/Ivanov.

Peculiarità e obiettivo di questo insolito Galà interamente giocato sulla dicotomia è mettere in scena un raffinato gioco di contrasti tra luci e ombre, ripercorrendo l’ideale iter dell’artista e la sua trasformazione nel personaggio, ma anche quello di affiancare star del calibro di Ashley Bouder e Joaquin de Luz, principals del New York City Ballet, l’ètoile internazionale Giuseppe Picone a giovani talenti, da Alessio Rezza, (Opera di Roma) a Flavia Stocchi (già ospite del Teatro Massimo di Palermo) a Marianna Suriano (Opera di Roma).

Ashley Bouder interpreterà l’assolo La morte del cigno di Fokine con la musica di Saint Sains creato per la Pavlova, Joaquin de Luz interpreterà l’assolo Five Variations on a theme sulla musica di Bach con la coreografia di David Fernandez e i due principals chiuderanno il Galà con il celeberrimo passo a due del Cigno Nero.

L’eleganza di Giuseppe Picone (già all’English National Ballet e all’American Ballet) illuminerà la variazione maschile del Lago dei cigni: l’ètoile inoltre danzerà insieme alla giovane Marianna Suriana il passo a due Il cigno bianco del Lago dei cigni e insieme a Flavia Stocchi Tre preludi con la coreografia di Ben Stevenson e con la musica di Rachmaninoff, un piccolo gioiello del Novecento, a ripercorrere il percorso artistico di un ballerino in bilico fra prove e spettacolo.

In programma anche altre celebri momenti del Lago, dal’assolo del Giullare con Alessio Rezza, al passo a tre, al passo a quattro e la danza spagnola dal Lago dei cigni per un galà interamente giocato sulle contrapposizioni dell’arte e dell’anima esaltate dalle videoproiezioni di Massimiliano Riccardi.

La tournèe del Gran Galà Il cigno nero prenderà il via domani, venerdì 28 marzo, da Assisi (Teatro Lyrick), per toccare Milano (29-30 marzo Teatro della Luna), Firenze (1 aprile Teatro Verdi), Roma (2-3 aprile Auditorium Conciliazione), Livorno (5 aprile, Teatro Goldoni).

LEAVE A REPLY