La tempesta

0
133
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotodi William Shakespeare

traduzione e regia Valerio Binasco

spettacolo della Popular Shakespeare Kompany

Produzione Veronica Mona con Oblomov Films

Teatro Metastasio Stabile della Toscana e Fondazione Teatro di Napoli

 

 

Martedì 8 aprile 2014, alle ore 19.30, debutterà alle Limone Fonderie Teatrali (via Eduardo De Filippo, angolo via Pastrengo 88, Moncalieri)

LA TEMPESTA di William Shakespeare, con la traduzione e la regia di Valerio Binasco. Uno spettacolo della Popular Shakespeare Kompany, interpretato da Alberto Astorri, Valerio Binasco, Fabrizio Contri, Andrea Di Casa, Simone Luglio, Gianmaria Martini, Deniz Ozdogan, Fulvio Pepe, Giampiero Rappa, Sergio Romano, Roberto Turchetta, Ivan Zerbinati; musicista Gianluca Viola.

I costumi sono di Sandra Cardini, le scene di Carlo De Marino, le musiche originali di Arturo Annecchino, le luci di Fabio Bozzetta.

La Tempesta resterà in scena alle Fonderie Limone fino a domenica 13 aprile 2014, per la Stagione in abbonamento del Teatro Stabile di Torino.

Primo spettacolo della Popular Shakespeare Kompany, La Tempesta è metafora del teatro e della vita. Nel ruolo del protagonista lo stesso regista Valerio Binasco, attorniato da un cast di giovani talenti. Con La Tempesta, scritta tra il 1610 ed il 1611 dopo la colonizzazione del Nuovo Mondo, ma molto prima del debutto delle indagini sulla psiche, Shakespeare rappresenta i tormenti dell’odio e dell’amore non come guerre da muovere a dei nemici esterni, ma a noi stessi. Testo tra i più misteriosi e affascinanti del teatro mondiale, un dramma molto antico che parla al nostro presente. «Gran parte del suo fascino dipende proprio dal suo mistero… – scrive Binasco. Cercare il bandolo della matassa è inutile; è molto meglio puntare dritti al cuore della matassa e perdersi.

Qual è il cuore de La Tempesta? Per me è un dramma (malinconicamente) giocoso sulla fine della civiltà, sulla fine della vita e sulla fine delle cose in generale». Al regista e al suo consolidato gruppo di lavoro spetta l’allestimento di una delle pièce più “magiche” di Shakespeare, appartenente alla sua ultima fase creativa, quella dei “romances”, in cui vengono rielaborate, in dimensione mitica e sacrale, le grandi tematiche delle tragedie e commedie precedenti, a partire dalla lotta intestina per il trono – quella di Prospero, il legittimo Duca di Milano fatto esiliare dal fratello Antonio sull’isola misteriosa, dove si rincontreranno dopo il naufragio e la tempesta -, a quella del teatro nel teatro, e a quella degli scherzi e incroci amorosi che sono sempre rivelatori di altro.

 

 

INFO BIGLIETTERIA:

Per informazioni telefono 011/5169555

 

Biglietti: intero € 25,00 – ridotto di legge (under 25, over 60) € 22,00

Recite: martedì e giovedì ore 19.30; mercoledì, venerdì e sabato ore 20.45;

domenica ore 15.30.

Biglietteria del Teatro Stabile di Torino | Teatro Gobetti – via Rossini 8, Torino –

dal martedì al sabato, dalle ore 13.00 alle ore 19.00. Domenica e lunedì riposo.

Tel. 011 5169555 – Numero Verde 800.235.333

 

Nei giorni di recita è possibile acquistare i biglietti alla cassa del teatro un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Vendita on-line: www.teatrostabiletorino.itinfo@teatrostabiletorino.it

INFO STAMPA:

Fondazione del Teatro Stabile di Torino, Settore Stampa e Comunicazione:

Carla Galliano (Responsabile), Simona Carrera

Via Rossini 12 – Torino (Italia). Telefono + 39 011 5169414 – 5169435

E-mail: galliano@teatrostabiletorino.itcarrera@teatrostabiletorino.it

 

I giornalisti possono scaricare direttamente i comunicati stampa e le foto degli spettacoli dalla Press Area del Sito internet: www.teatrostabiletorino.it

 

LEAVE A REPLY