Zhang Xian in concerto

0
164
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Fagotto Andrea Magnani

Flauto Massimiliano Crepaldi

Direttore Zhang Xian

Un “tutto Mozart” e un cameo di Gluck danno l’indelebile impronta al 26° programma della Stagione sinfonica de laVerdi. L’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, di nuovo guidata dalla bacchetta del suo direttore musicale Zhang Xian, si tuffa nella Mitteleuropa del Settecento per offrire al proprio pubblico un affresco musicale a tinte forti sulle note del genio di Salisburgo.

Ad Eine kleine Nachtmusik, Serenata K. 525, seguirà l’esecuzione del Concerto per fagotto in Si bemolle maggiore K. 191e la Sinfonia n. 39 in Mi bemolle maggiore K. 543. Il tutto impreziosito da una vera perla: il Concerto per flauto in Sol maggiore di Gluck.

Protagonisti in scena due prime parti de laVerdi impegnate in ruoli solistici: il fagotto di Andrea Magnani e il flauto di Massimiliano Crepaldi.

Appuntamento dunque venerdì 21 (ore 20.00) e domenica 23 (ore 16.00) marzo, all’Auditorium di Milano in largo Mahler (Info e prenotazioni: Auditorium di Milano fondazione Cariplo, orari apertura: mar – dom, ore 14.30 – 19.00. Tel. 02.83389401/2/3, www.laverdi.org, biglietti euro 31,00/23,50/18,00/13,00).

Venerdì 21 marzo, nel Foyer del primo piano dell’Auditorium (ore 18.00, ingresso libero), primo appuntamento del ciclo Incontri mozartiani, dal titolo A ciascuno il suo Mozart, con Eugenio Della Chiara.

Programma

Il programma è di fatto un “tutto Mozart”. Lo stesso Concerto per flauto è uno dei non rari casi di uscita di Gluck dalla sua quasi esclusiva specializzazione teatrale. Il suo catalogo presenta infatti sinfonie e sonate strumentali, e talvolta anche questo, che molti studiosi considerano spurio. Di chiunque esso sia, breve e compatto, elegante nelle sue melodie, ben rappresenta lo stile galante degli anni settanta del Settecento. Si riconosceranno le analogie formali con l’eccellente concerto con cui il giovane Mozart valorizza il timbro scuro del fagotto. Incastonano i due concerti rococò due capolavori del Mozart sublime: la più famosa delle sue serenate e la prima della terna di sinfonie che hanno cambiato la storia della musica per orchestra.

Enzo Beacco

Biografie

Nella Stagione 2013/2014 per la quinta volta Zhang Xian sarà Direttore Musicale de laVerdi (Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi), carica recentemente confermata fino alla Stagione 2014/2015. Zhang Xian è inoltre Direttore Artistico della NJO/Dutch Orchestra e dell’Ensemble

Academy con cui ha tenuto il suo primo corso , deve molto a nell’agosto 2011. Prima di tale incarico, è stata Direttore Associato della New York Philharmonic (prima titolare della Arturo Toscanini Chair) per tre anni, dopo esserne stata Direttore Assistente. Essendo sempre più richiesta come direttore ospite in Europa, tra i suoi futuri impegni ricordiamo le esibizioni con i Wiener Symphoniker, Orchestre Philharmonique de Radio France, Orchestre National de Bordeaux Aquitaine e Residentie Orkest, così come la London Symphony, Oslo Philharmonic, Netherlands Radio Philharmonic, Royal Stockholm Philharmonic, BBC Scottish Symphony e Gothenburg Symphony Orchestra. Inoltre tornerà a dirigere la Royal Concertgebouw Orchestra nel 2013/2014. I debutti della passata stagione includono esibizioni con Tonhalle-Orchester Zürich, NDR Sinfonieorchester, Radio-Symphonieorchester Wien, Danish National e Swedish Radio Symphony Orchestra e il ritorno con la SWR Sinfonieorchester Stuttgart. Nonostante ora abiti di base a Milano, mantiene rapporti continui e continuativi con il Nord America e gli impegni della scorsa stagione hanno incluso la National Symphony Orchestra di Washington e la Chicago Symphony Orchestra. Gli appuntamenti della presente e della futura stagione includono le orchestre sinfoniche di New Jersey, Cincinnati, Pittsburgh, Seattle, Atlanta e Indianapolis. Mantiene un forte legame con l’Orchestra della Juilliard School e di recente ha presentato la prima mondiale di un nuovo lavoro di Augusta Read Thomas al Lincoln Center. Come direttore d’opera Zhang Xian ha fatto un sensazionale debutto con La Bohème per la English National Opera nella primavera 2007, dove ritornerà nella Stagione 2013/2014. Ha diretto Turandot a Beijing nel maggio 2009 e nell’estate 2012 allo Schleswig Holstein Festival. Ha debuttato con la De Nederlandse Opera nel gennaio 2012 in una rappresentazione con due opere e la regia di Robert Lepage: Renard e Le Rossignol di Stravinskij. Impegni futuri includono il suo debutto al Teatro alla Scala nella Stagione 2013/14. Ha promosso compositori cinesi, in particolare le opere di Chen Yi (tra cui Momentum). Nel maggio 2008 ha completato un grande tour della Cina con sei concerti con l’Orchestra della Juilliard School, tour durante il quale Ge Xu di Chen Yi è stato rappresentato a Shanghai, Beijing e Suzhou. Ha anche diretto Fanfare di Huang Ruo con la New York Philharmonic. Ha fatto ritorno in Cina nell’aprile 2012 per dirigere la China Philharmonic e la Guanghzhou Symphony. Nata a Dandong in Cina, ha debuttato professionalmente a vent’anni con Le nozze di Figaro alla Central Opera House di Beijing. Si è formata al Conservatorio Centrale di Beijing, ottenendo sia la Laurea sia il Master of Music; in seguito, ha insegnato Direzione d’orchestra, prima di trasferirsi negli Stati Uniti nel 1998. La vittoria al Maazel/Vilar Conducting Competition nel 2002 ha definitivamente lanciato la sua carriera internazionale. Ha debuttato il 27 giugno 2012 (con la Nona di Beethoven) dirigendo la Philadelphia Orchestra in un concerto al Mann Center. Il 7 luglio 2012 ha debuttato con la Sächsische Staatsoter Dresden all’Automobilmanufaktur Dresden con il Concerto per violino dei Butterfly’s Lovers, Capriccio spagnolo di Rimskji-Korsakov, il Concerto per pianoforte n. 3 di Rachmaninov. Il 9 settembre 2012 ha aperto la nuova Stagione de laVerdi dirigendo alla Scala l’Ouverture 1812 di Čaikovskij e Ivan il Terribile di Prokof’ev. Il 7 dicembre è stata insignita dell’Ambrogino d’Oro del Comune di Milano.

Il 5 settembre 2013 ha diretto laVerdi in un concerto tutto esaurito alla Royal Albert Hall di Londra, nell’ambito dei prestigiosi BBC Proms, per la celebrazione del bicentenario verdiano.

Il 15 settembre 2013 ha aperto la Stagione del Ventennale de laVerdi, dirigendo l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi in un concerto straordinario al Teatro alla Scala (musiche di Čaikovskij, Rimskij-Korsakov e Stravinskij).

Andrea Magnani. Studia fagotto sotto la guida del maestro Virginio Bianchi presso la Scuola Civica di Musica di Milano, diplomandosi con il massimo dei voti nel 1990 presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma. Successivamente segue corsi di perfezionamento con i maestri Ovidio Danzi e Valentino Zucchiatti.

In anni di intensa attività cameristica è membro fin dalla costituzione del quartetto di fiati Leos con il quale vince diverse rassegne internazionali, tra le quali spicca il concorso di Stresa (1990). Negli anni a seguire guadagna l’idoneità presso le orchestre dell’Arena di Verona, del Teatro Carlo Felice di Genova, della Rai di Torino, del Teatro dell’Opera di Roma. Ha collaborato con diverse orchestre tra le quali: l’Orchestra della Rai di Milano, l’Orchestra della Rai di Torino, il Quartettone di Milano, Milano Classica, Divertimento Ensemble, l’Orchestra del Teatro comunale di Treviso, l’Orchestra dell’Opera di Roma, l’Orchestra Stabile di Como. Nel 1997 entra stabilmente nell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. Nel 2002 vince l’audizione da primo fagotto a laVerdi dove da allora ne ricopre il ruolo. Nello stesso anno partecipa a registrazioni di inediti e rarità incidendo il ” Capriccio per fagotto e orchestra” di Giuseppe Verdi diretto dal maestro Riccardo Chailly.

Massimo Crepaldi. Si è diplomato nel 1989 in flauto presso il Conservatorio di “Giuseppe Verdi” di Milano nella classe del Maestro G. Cambursano. Ha conseguito il diploma alla Scuola di Alto Perfezionamento di Saluzzo sotto la guida dei Maestri A. Marion e R. Guiot. Ha inoltre frequentato l’Ecole Nationale de Musique di Parigi, dove ha studiato con il M° P. Gallois ottenendo per due anni consecutivi il I° prix; ha successivamente seguito i corsi triennali dell’Accademia “P. Chimeri” di Lonato sotto la guida del M° G. Pretto. Ha collaborato con la l’Arena di Verona, il Teatro Carlo Felice di Genova, le Orchestra della Rai di Milano e Torino. Ha collaborato con varie orchestre tra cui l’Ensemble Contemporaneo Italiano, l’Orchestra Filarmonica di Parma, l’Orchestra Rossini di Pesaro, Milano Classica, Teatro “Palestrina” di Cagliari, i Pomeriggi Musicali di Milano, l’Ensemble “Nuove Sincronie”, l’Orchestra Stabile di Bergamo, l’Orchestra Sinfonica di S. Remo, il Quartettone di Milano. Dal 1997 fa parte dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi.

Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi

Ufficio Stampa Massimo Colombo

T. +39 02 83389.329 – C. +39 393 5285464

massimo.colombo@laverdi.orgwww.laverdi.org

 

LEAVE A REPLY