Antonio Pappano e sua moglie Pamela Bullock insieme in concerto

0
977
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Musacchio Ianniello
Foto di Musacchio Ianniello

Concerto straordinario all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia giovedì 17 aprile (Sala Petrassi ore 20.00) che vede protagonisti il Coro dell’Accademia con Antonio Pappano e Pamela Bullock (moglie del direttore londinese) ai pianoforti e il maestro del Coro Ciro Visco all’armonium; in programma la versione per soli, coro, due pianoforti e armonium della Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini che avrà come soli Angela Nisi soprano, Adriana Di Paola, Anselmo Fabiani tenore, Andrea d’Amelio basso.

E’ la prima volta che Sir Pappano e la Signora Bullock si esibiscono insieme a Santa Cecilia; mentre la versione con orchestra della Petite Messe ha già visto le compagini ceciliane protagoniste di un’importante incisione per EMI.

Scritta mentre il compositore si trovava in Francia, a Passy, nel 1863, cinque anni prima della sua morte, l’opera fu eseguita per la prima volta il 14 marzo 1864, presso la cappella di famiglia della contessa Louise Pillet-Will, moglie del banchiere Pillet-Will e dedicataria della composizione.

Pamela Bullock si è diplomata come pianista accompagnatore alla University of Illinois, dove ha compiuto gli studi con il celebre pianista John Wustman. Successivamente ha lavorato con molti teatri d’opera e orchestre statunitensi.

Nel 1986 ha iniziato la sua collaborazione venticinquennale, in qualità di Assistant conductor, con la Lyric Opera of Chicago e nel 1990 è stata nominata Korrepetitor alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, collaborando, tra gli altri, con Wolfgang Sawallisch. Nel 1992 ha accettato il ruolo di Head of the music staff del Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles, come assistente del Direttore musicale Antonio Pappano.

Trasferitasi a Londra nel 2002, attualmente lavora presso il Royal Opera House-Covent Garden e al Royal College of Music come Professore nel dipartimento di canto. Come docente è stata ospite in Italia dell’Accademia Solti e in Giappone, a Beppu, del Martha Argerich Festival, tenendo masterclass a giovani cantanti e pianisti.

Dal 1995 ha curato la preparazione musicale dei cantanti in occasione dell’incisione Emi di opere quali La Bohème, La Rondine, Tosca, Il Trittico, Don Carlo, Werther e Tristano e Isotta.

Sir Antonio Pappano è Direttore Musicale dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dal 1° ottobre 2005; dal settembre 2002 è Music Director del Covent Garden di Londra. In passato ha ricoperto altri incarichi di prestigio: nel 1990 viene nominato Direttore Musicale della Norske Opera di Oslo e dal 1991 al 2002 ricopre lo stesso ruolo al Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles. Nato a Londra nel 1959 da genitori italiani, studia pianoforte, composizione e direzione d’orchestra negli Stati Uniti. Fra le tappe più prestigiose della sua carriera sono da ricordare i debutti alla Staatsoper di Vienna nel 1993, al Metropolitan di New York nel 1997 e al Festival di Bayreuth nel 1999. Pappano ha diretto molte tra le maggiori orchestre del mondo, tra cui New York Philharmonic, Wiener Philharmoniker, Berliner Philharmoniker, Concertgebouw di Amsterdam, Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, London Symphony. Nel 2005 è stato nominato “Direttore dell’anno” dalla Royal Philharmonic Society e ha vinto il Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana per l’esecuzione dei Requiem di Brahms, Britten e Verdi realizzati con i Complessi Artistici dell’Accademia di Santa Cecilia. Sir Antonio Pappano registra in esclusiva per Emi Classics ora Warner Classics; con l’Orchestra e il Coro di Santa Cecilia ha inciso diversi cd: due dedicati a Čajkovskij, uno con musiche di Lalo, Dvořák, Glazunov e Saint-Saëns e un altro dedicato alle musiche di Respighi. Nel 2008 ha registrato l’opera Madama Butterfly di Puccini che ha vinto il Gramophone Award e nel 2009 la Messa da Requiem di Verdi “dal vivo”, che ha ricevuto il BBC Music Magazin Awards 2010 (Settore Corale), il premio della critica ai Classical Brits Awards 2010 e il Gramophone Award 2010. Per la DGG ha inciso lo Stabat Mater di Pergolesi (con Anna Netrebko e Marianna Pizzolato). Fra le incisioni EMI più recenti: un cd dedicato a Rachmaninoff (Sinfonia n. 2), lo Stabat Mater e l’opera Guillaume Tell di Rossini, la Sesta Sinfonia di Mahler, la Nona Sinfonia “Dal Nuovo Mondo” e il Concerto per violoncello di Dvořák, la Petite Messe Solennelle di Rossini, i Quattro pezzi sacri di Verdi e il War Requiem di Britten.

Il 16 aprile 2007 Sir Antonio Pappano è stato nominato Accademico Effettivo di Santa Cecilia; recentissima la prestigiosa nomina a Cavaliere nella Queen’s New Year’s Honours List e l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Dal marzo 2010 Ciro Visco è il Maestro del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, da settembre 2011 ha assunto anche la carica di Direttore responsabile delle Voci Bianche di Santa Cecilia. Dal 1997 al 2000 è attivo all’Accademia di Santa Cecilia accanto a Norbert Balatsch, e in seguito come maestro del coro in numerose produzioni collaborando, tra gli altri, con direttori quali Giuseppe Sinopoli, Myung-Whun Chung, Jeffrey Tate, Roberto Abbado, Yutaka Sado, Ennio Morricone. Negli stessi anni ha diretto all’Accademia di Santa Cecilia i Carmina Burana di Orff, i Vespri di Rachmaninoff, composizioni corali di Schubert e Brahms e ha effettuato con il Coro una tournée in Sud America.

Negli ultimi anni ha preparato il Coro di Santa Cecilia in occasione di concerti in prestigiose sedi europee: Théâtre des Champs Elysées (Petite Messe Solennelle di Rossini), Teatro alla Scala di Milano (Requiem Tedesco di Brahms), PROMS di Londra (Guillaume Tell di Rossini nel 2011; Quattro pezzi sacri di Verdi nel 2013), Festival di Salisburgo (Stabat Mater di Rossini nel 2011; War Requiem di Britten nel 2013).

Ciro Visco è stato maestro del coro al Teatro Carlo Felice di Genova dal 2001 al 2010, al Teatro San Carlo di Napoli e a Radio France.

Come direttore di coro ha inciso per importanti etichette discografiche come Deutsche Grammophon (la Misa Tango di Bacalov con Chung e Domingo), Sony (musiche di Morricone), Decca, TDK, nonché come pianista per la Nuova Era.

Ha recentemente preso parte alle incisioni EMI dello Stabat Mater, del Guillaume Tell e della Petite Messe Solennelle di Rossini, dei Quattro pezzi sacri di Verdi e del War Requiem di Britten.

Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Le origini della plurisecolare Accademia di Santa Cecilia sono legate alla pratica del canto corale: nella seconda metà del ’500, alcuni Maestri di Cappella e Cantori si riunirono in associazione eleggendo a Presidente Giovanni Pierluigi da Palestrina e fondando di fatto l’Accademia.

Solo dalla fine dell’Ottocento il Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia inizia ad assumere un assetto stabile e a partecipare alle esecuzioni di musica polifonica e del grande repertorio sinfonico-vocale. Attualmente è composto da circa 90 elementi ed è diretto da Ciro Visco. La sua attività si espleta nella stagione invernale e in quella estiva dell’Accademia affiancando l’Orchestra per l’esecuzione di grandi opere sinfonico-corali classiche e moderne.

Il Coro ha inoltre collaborato con prestigiose orchestre e celebri direttori: con Lorin Maazel e l’Orchestra dello Schleswig-Holstein (1992); con Carlo Maria Giulini e l’Orchestra della Rai di Torino (1993); con Claudio Abbado e i Berliner Philharmoniker (1995); con Valery Gergiev e l’Orchestra del Teatro Kirov (1998), con la prestigiosa Lucerne Festival Orchestra diretta da Claudio Abbado (agosto 2006). Nel 2007 il Coro ha eseguito nella Basilica di San Paolo Fuori le Mura di Roma il Requiem di Verdi con i Wiener Philharmoniker diretti da Daniele Gatti; nel 2008 ha collaborato a Parigi con l’Orchestre National de France e Sir Colin Davis eseguendo la Grande Messe des morts di Berlioz; tra gli appuntamenti più recenti, con la direzione di Pappano e l’Orchestra di Santa Cecilia, segnaliamo il Guillaume Tell e i Quattro pezzi sacri di Verdi ai Proms di Londra (2011 e 2013), lo Stabat Mater di Rossini e il War Requiem di Britten al Festival di Salisburgo (2011 e 2013).

Insieme all’Orchestra dell’Accademia ha preso parte all’incisione della Madama Butterfly (premiata con un Gramophone Award) e del Requiem di Verdi diretti da Antonio Pappano. Quest’ultima registrazione ha ricevuto il BBC Music Magazine Award come miglior disco (settore corale), il Premio della Critica ai Classical Brit Awards e il Gramophone Award. Tra le ultime incisioni segnaliamo lo Stabat Mater, il Guillaume Tell e la Petite Messe Solennelle di Rossini (EMI), Verismo Arias con Jonas Kaufmann (Decca), i Quattro pezzi sacri di Verdi e il War Requiem di Britten (Warner Classics).

Auditorium Parco della Musica – Sala Petrassi

Giovedì 17 aprile – ore 20.00

Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Antonio Pappano pianoforte

Pamela Bullock pianoforte

Ciro Visco armonium

 Angela Nisi soprano, Adriana Di Paola, Anselmo Fabiani tenore, Andrea d’Amelio basso

Rossini Petite Messe Solennelle

per soli, coro, due pianoforti e armonium

Biglietti da 10 a 15 euro – Infoline 068082058

LEAVE A REPLY