Concertando – Festival Internazionale di Musica da Camera

0
231
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Nella cornice della Sala Accademica dell’Istituto Pontificio di Musica Sacra di Roma, per la prima volta, si avvia una nuova esperienza musicale di altissimo livello, con artisti di fama internazionale che hanno deciso di incontrarsi a Roma per questo evento.Nasce così il Festival “Concertando” di Musica da Camera.

Nel periodo compreso tra il 13 ed il 18 aprile 2014, i musicisti invitati terranno lezioni di strumento solista e cureranno la preparazione di gruppi da camera oltreché dedicare un ampio spazio alla “concertazione”, appunto, di una serie di brani che verranno eseguiti in una piccola serie di quattro concerti che, ogni sera dal 15 al 18 aprile alle ore 20, si terranno nella splendida Sala Accademica dell’Istituto Pontificio di Musica Sacra, in piazza S. Agostino 20/a a Roma.. I concerti avranno il titolo di: “Un’ora di Musica”.La proposta di programma dei vari concerti è estremamente eclettica sia nella composizione degli organici degli esecutori che nella provenienza, geografica e cronologica, delle composizioni, ed orientata ad avvicinare il sia il pubblico dei cultori che gli ascoltatori che più semplicemente “fruiscono” dell’esperienza musicale.Ogni concerto è concepito come un piccolo ed intenso viaggio nei suoni e nei colori. Avranno tutti una durata di un’ora circa, senza intervallo, proprio per gustare senza “distrazioni” il contenuto della proposta di ogni sera.

I musicisti coinvolti in questo progetto saranno:David Cohen, violoncellista,Vladimir Mendelssohn, violista,Daniele Pascoletti, violinista,Claudio Trovajoli, pianista,Matthew Trusler, violinista,Vincenzo Mariozzi, clarinettista

 

Tutti i musicisti sono personalità di valore riconosciuto internazionalmente che hanno deciso di dare pratica espressione a questo progetto, unico nel suo genere nel centro Italia ed a Roma soprattutto.I quattro concerti previsti, avranno il seguente programma:

 

Martedì 15/04/14

 

Per le vie di Vienna

 

Mozart: ‘Eine kleine Nacht Musik’, Serenata per quartetto d’archi KV 525

Sonata in Sol Magg. per pianoforte e violino KV 379

Beethoven: Trio in Mi b Magg.,op.1, n.1 per pianoforte , violino e violoncello

 

Un piccolo viaggio nella musica che nel periodo tra 1700 e 1800 si poteva ascoltare nei salotti viennesi.

Mercoledì 16/04/14, ore 20

From east side of Europe

 

Dvorak: Terzetto for 2 violin and viola

S.Rachmaninov: Vocalise per violoncello e pianoforte

Schostakovitc: Trio op.67. per pianoforte, violino e violoncello

 

Dalle nazioni più ad est del nostro continente, la profonda e struggente espressività di popoli dalle antiche radici.

 

Giovedì 17/04/14, ore 20

L’Essenza e lo Spirito

 

Handel/Halvoorsen: Passacaglia, per violino e violoncello.

J. Wilson: Little spanish prison, per violoncello e pianoforte

O. Messiaen: Quatuor pour la fin du temps, per clarinetto, violino, violoncello e pianoforte

 

Nel giorno che apre il momento più intenso dell’anno cattolico, un’ opera dalla profonda spiritualità quasi visionaria, accostato a due brani di assoluta freschezza e immediatezza espressive.

 

Venerdì 18/04/14, ore 20

S. Presciuttini: Quintetto per pianoforte e archi

J.Brahms: Quintetto per pianoforte e archi op.34

 

Grande chiusura del Festival con un capolavoro assoluto della musica da camera del passato ed il confronto con una breve opera composta in questi giorni.

 

 

 

Orario inizio concerti ore 20

INGRESSO 10 euro

ingresso gratuito per tutti gli studenti di ogni ordine e grado.

 

Info: 06.6638792

www.musicasacra.va

e-mail: pims@musicasacra.va

 

Relazioni con la stampa:

Maurizio Quattrini

338/8485333

maurizioquattrini@yahoo.it

 

 

PROGRAMMA

 

15 Aprile

…per le vie di Vienna…

 

W. A. Mozart Serenata KV 525 “Eine kleine Nachtmusik”

Allegro

Romanza: Andante

Menuetto: Allegretto

Rondò: Allegro

M. Trusler, violino

Pascoletti, violino

V. Mendelssohn, viola

D. Cohen, violoncello

 

 

Sonata KV 379 in Sol Magg.

Adagio

Allegro

Tema con variazioni: Andantino cantabile

 

D. Pascoletti, violino

C. Trovajoli, pianoforte

 

 

L.van Beethoven Trio op.1 n.1 in Mi b Magg.

Allegro

Adagio cantabile

Scherzo: Allegro assai

Finale: Presto

David Trio

 

 

16 Aprile

…from east side of europe…

 

A. Dvorak Terzetto, per due violini e viola

Introduzione: Allegro ma non troppo

Larghetto

Scherzo. Vivace

Tema con variazioni: Poco Adagio

M.Trusler, violino

D. Pascoletti, violino

V. Mendelssohn, viola

 

 

S. Rachmaninov Vocalise, per violoncello e pianoforte

 

D. Cohen, violoncello

C. Trovajoli, pianoforte

 

D. Schostakovic Trio op. 67 in Mi min.

Andante

Allegro con brio

Largo

Allegretto

David trio

 

 

17 Aprile

L’essenza e lo spirito

 

Handel/Halvoorsen Passacaglia, per violino e violoncello

 

M.Trusler, violino

D. Cohen, violoncello

 

 

J. Wilson Little spanish prison, per violoncello e pianoforte

 

D. Cohen, violoncello

Trovajoli, pianoforte

 

O. Messiaen Quatuor pour la fin du temp

per violino, clarinetto, violoncello e pianoforte

I. Liturgie du cristal

II. Vocalise, poiur l”Ange qui announce la fin du temp

III. Abime des oiseaux

IV. Intermède

V. Louange à l’eternité de Jésus

VI. Danse de la fureur, pour les sept trompettes

VII. Fouillis d’arcs-en-ciel, pour l’Ange qui announce la fin du temps

VIII. Louange à l’Immortalité de Jesus

 

D. Pascoletti, violino

V. Mariozzi, clarinetto

D. Cohen, violoncello

C. Trovajoli, pianoforte

 

18 Aprile

 

S. Presciuttini Quintetto, per due violini, viola, violoncello e pianoforte

 

J. Brahms Quintetto, op.34 in Fa min.

per due violini, viola, violoncello e pianoforte

Allegro non troppo

Andante, un poco adagio

Scherzo: Allegro

Finale: Poco sostenuto- Allegro non troppo

DAVID COHEN

David Cohen è uno dei più brillanti e carismatici violoncellisti della nuova generazione. Nato a Tournai, in Belgio, debutta come solista all’età di 9 anni con l’Orchestra Nazionale del Belgio. Avvia quindi una precoce carriera come solista che lo porta a esibirsi in tutto il mondo con le più prestigiose orchestre, quali l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, la BBC Symphony Orchestra, la London Soloist Chamber Orchestra, la Philharmonia Orchestra di Londra, l’Orchestre Philharmonique de Liège, l’Orchestre de la Beethoven Akademie, l’Orchestre National de Lille, la Zurich Chamber Orchestra, l’Orchestre de Chambre de Lausanne, l’Orchestre Royal de Chambre de Wallonie, l’Orchestre de la Suisse Romande, l’Orchestre Symphonique de Grenoble, la Polish Philharmonic Orchestra, la Seoul Philharmonic Orchestra, la NHK di Tokyo, collaborando con alcuni dei più illustri direttori d’orchestra quali Lord Menuhin, Mstislav Rostropovich, Walter Weller, Sir Charles Mackerras, Vladimir Ashkenazy, C.v.Dohnanyi, Pedro Halffter, Martin Brabbins. In seguito al suo debutto con la NHK Symphony Orchestra e il M° V.Ashkenazy in Giappone nel 2007, David riscuote un tale successo, da essere invitato anche per la stagione 2009-2010. Diplomatosi alla Menuhin School e alla Guidhall School of Music & Drama di Londra, si perfeziona con i più stimati violoncellisti contemporanei: William Pleeth, Melissa Phelps, Lynn Harrell, Daniil Schafran, Natalia Gutman, Gary Hoffman, Bernard Greenhouse, Steven Isserlis, Boris Pergamenschikow, Mstislav Rostropovich e Oleg Kogan. David è risultato vincitore in più di 25 concorsi internazionali, tra i quali la prestigiosa Medaglia d’Oro della Guildhall School of Music and Drama di Londra (in precedenza già assegnata a Jacqueline du Pré), Geneva International Cello Competition, Douai International Cello Competition, Hattory Foundation Award, J.S.Bach International Competition. Nella stagione 2002-2003 è nominato ECHO “Rising Star” dalla Royal Philarmonic Society del Belgio e dal Concertgebouw di Amsterdam. Nel marzo 2001 diventa Primo Violoncello della Philharmonia Orchestra di Londra, il più giovane violoncellista a ricoprire tale ruolo. Raffinato camerista, David è regolarmente invitato ai più importanti festival internazionali di musica da camera, quali Kronberg, Manchester, Cambridge, Oxford, Beauvais, “Orpheus & Bacchus” di Bordeaux, Gstaad, West Cork, Kuhmo, Elverum in Norvegia, “Sonoro” di Bucarest, dove si esibisce al fianco dei più grandi musicisti europei. È il direttore artistico del Melchior Ensemble, con sede a Cambridge, che riunisce alcuni tra i migliori giovani talenti d’Europa, come Sasha Sitkovetsky, Priya Mitchell, Corinne Chapelle, Silver Ainomae, Razvan Popovici e molti altri. Ha inciso per le etichette Forlane, Classic FM, Cypres-Records e LPO. A breve verrà pubblicata la sua registrazione del concerto di Lutoslawsky con la Philharmonia Orchestra di Londra e della Gubaidulina con la BBC Symphony Orchestra. Suona un magnifico Domenico Montagnana del 1735 grazie alla generosità di Lady Pat Morton, e il sostegno della Fondazione Razumovsky. “…David Cohen, uno dei più talentuosi giovani violoncellisti che abbia conosciuto. Ha frequentato la mia Scuola per alcuni anni e oltre a essere una persona straordinaria, è già un grande interprete e un violoncellista eccezionale”. Lord Menhuin, dicembre 1998.

VLADIMIR MENDELSSOHN,

Figlio di una famiglia di musicisti in Romania , ha studiato viola e composizione presso l’Accademia di Musica della sua città natale , Bucarest. E ‘apparso in tutto il mondo , come solista e musicista da camera , compositore e arrangiatore ed è oggi molto richiesto in numerosi festival internazionali in compagnia dei migliori musicisti del mondo . L’attività concertistica di Mendelssohn lo ha portato in varie parti degli Stati Uniti, in quasi tutti i paesi in Europa e in Russia, Israele, Tunisia, Giappone, Corea del Sud, Hong Kong e Sud America e ha effettuato numerose registrazioni per un numero molto ampio di etichette. Compositore prolifico, ha prodotto opere per strumenti solisti, coro misto, orchestra e orchestra da camera . Le sue opere cameristiche includono quattro quartetti per archi, Nova (per clarinetto, trio d’archi , pianoforte e percussioni) e Don Aldebarran (per sette strumenti ad arco , pianoforte e attore). Ha inoltre composto musica per il balletto , palcoscenico e per films. Un insegnante molto popolare , Mendelssohn è docente di musica da camera al Conservatorio di Parigi ma è presente come docente anche a L’Aia , Essen e Bologna. Tiene master classes in tutto il mondo .

 

MATTHEW TRUSLER

Sul diploma di Curtis Institute di Philadelphia nel 1998 , il Times ha dichiarato di Matteo Trusler che ” potremmo solo sentire un autentico, anche se inglese, virtuoso”. Da allora Trusler ha sviluppato una reputazione come uno dei violinisti più importanti della Gran Bretagna , esibendosi con molte delle più grandi orchestre del mondo e ricevendo grande consenso della critica per le sue numerose registrazioni . Trusler è stato invitato ad esibirsi come solista in tutta Europa , Australia, Stati Uniti , Giappone e Sud Africa. Nel Regno Unito si è esibito con le maggiori orchestre , tra cui la BBC Symphony , BBC Scottish e orchestre della BBC gallese , la Philharmonia , la London Philharmonic , Royal Philharmonic , City of Birmingham , Halle e la Academy of St. Martin – in-the -Fields , si è esibito inoltre con la Minnesota Orchestra , la NDR di Hannover , Helsinki Philharmonic , Deutsche Sinfonica di Berlino , Malaysian Philharmonic e Johannesburg Philharmonic . Alcuni dei suoi punti salienti personali includono tour con le orchestre australiane, un tour in Germania con l’Accademia di St. Martin -in- the- Fields e Sir Neville Marriner , e un tour del Messico con Martyn Brabbins e Philharmonia. Oltre la sua attività di solista con orchestra, Matthew Trusler esegue frequentemente recital ed un avido musicista da camera. Trusler si esibisce regolarmente con il pianista Ashley Wass e collabora con altri musicisti illustri , tra cui Piotr Anderszewski , Martin Roscoe , Peter Donohoe , Imogen Cooper , Leonidas Kavakos , Lynn Harrell , e Joseph Silverstein . Trusler è fondatore della etichetta Orchid Classics nel 2005 che ora ha grande distribuzione a livello internazionale attiva anche come PR e promozione concertistica. Inoltre, la società ha lanciato una fondazione per aiutare soprattutto giovani musicisti di talento britannici a realizzare e promuovere registrazioni. Matthew Trusler detiene una cattedra presso l’Accademia di Malmö in Svezia. Suona uno Stradivari del 1711.

 

 

 

CLAUDIO TROVAJOLI

Si è formato seguendo corsi con Carlo Bruno, Elena Matteucci, Edith Fisher, Gunther Ludwig, Aquiles delle Vigne. Fondamentale per la sua formazione artistica è stato l’incontro con il M° Kostantin Bogino, pianista del “Trio Tcajkovskij”, con il quale si è perfezionato per quattro anni. La sua attività solistica, iniziata già intensamente durante gli anni del Conservatorio, lo ha portato ad esibirsi come solista sia in Italia che all’estero. Nel 1991 e nei cinque anni seguenti ha effettuato numerose tournée in Centro America suonando in tutti i centri più importanti, esibendosi anche nello storico Teatro di “Bellas Artes” di Città del Messico. La sua attività concertistica ha dato sempre ampio spazio al repertorio cameristico in varie formazioni. Suona in duo con il M° Felix Ayo e con solisti di fama internazionale come David Cohen e Erik Huetter. Ha perfezionato il suo repertorio di musica da camera con Hatto Beyerle, Claus Christian Schuster, Franco Gulli, Dario De Rosa, Alexander Lonquich, Pier Narciso Masi e con il Trio di Milano.

Ha vinto il Primo Premio Assoluto al Concorso Nazionale biennale “S.Fuga” di Torino ed al Concorso Internazionale “G.B.Viotti” di Vercelli. Fondatore del David Trio con D.Pascoletti e P.Serino, ha vinto il Primo Premio Assoluto ed il Premio per la migliore esecuzione di Haydn al Secondo Concorso Internazionale per trio con Pianoforte “F.J.Haydn” di Vienna ed il Primo Premio Assoluto al 22° Concorso di Musica da Camera di Yellow Springs (Ohio, USA). Sempre con il DavidTrio nel 2006 ha vinto il Primo Premio ed il Premio del Pubblico al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Easton (Maryland, USA) ed ha ricevuto l’assegnazione della prestigiosa Borsa di studio Borletti-Buitoni di Londra.Svolge una intensa attività concertistica : ha suonato per i

Concerti dell’ Università Cattolica di Roma, Teatro Comunale di Modena, Teatro Comunale di Imola, Festival Mozart di Rovereto, Villa Pignatelli di Napoli, Società del Quartetto di Vercelli, Quartetto di Milano, Teatro Olimpico di Vicenza, Società Barattelli di L’Aquila, Amici della Musica di Foggia, Ancona, Pescara, Padova, Messina, Palermo e Campobasso, Festival di Prades e Festival di Radio France con diretta radiofonica (Francia), Haydn Festspiele di Heisenstadt (Austria) oltre che numerosi concerti in Austria, Svizzera, Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Stati Uniti d’America, Cile ed Australia. Nel 2007 ha effettuato una tournèe in Brasile, Argentina, Cile, Uruguai e Messico che lo ha portato ad esibirsi in Teatri come il Teatro Coliseum di Buenos Aires o la Fundaciòn Beethoven di Santiago de Chile.Nel 2010 è stato invitato a suonare al “Al Bustan Festival” di Beirut ed ha avuto il suo debutto al Concertgebow di Amsterdam ottenendo il riconoscimento di una “standing ovation” alla fine del concerto.Ha inciso in prima assoluta i due Trii per pianoforte, violino e violoncello di G. Martucci. La sua discografia include inoltre un CD per RAI Trade e l’integrale dei trii con pianoforte di Franz Schubert per la Altara di Londra che è stata definita sui periodici di recensione “la migliore incisione degli ultimi vent’anni”.

Del giugno 2011 è la pubblicazione, con la Stradivarius di Milano, di un CD con i Trii di Tchajkovskij e Schostakovitc che ha già ricevuto una valutazione artistica con massimo punteggio e lusinghieri apprezzamenti sul mensile Classic Voice. E’ stato invitato a suonare per la RAI Radio Tre in diretta radiofonica sia per Radio Tre Suite che per la serie “I concerti del Quirinale”. Ha inciso per la EDIPAN musiche di Teresa Procaccini.All’attività concertistica ha sempre affiancato una intensa attività come docente. I suoi allievi sono spesso vincitori di concorsi di livello internazionale.Tiene abitualmente corsi di perfezionamento estivi di risonanza internazionale. Nel 2007 è stato ospite docente e concertista al Festival “Cameralia” di Santiago de Compostela.Ha vinto il Concorso per Titoli ed Esami,per la cattedra di Pianoforte Principale; è docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio “U.Giordano”di Foggia e di Pianoforte presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma dove è anche membro della Commissione Artistica ed ideatore della ‘Stagione Giovanile del Pontificio Istituto di Musica Sacra’. É Direttore Artistico del Festival di Musica da Camera “Concertando” di Roma.

DANIELE PASCOLETTI

Diplomatosi sotto la guida del M.° Enzo Porta presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma, partecipa a numerosi corsi di perfezionamento in Italia e all’estero, tra i quali la “Aspen Music School” e il “Tanglewood Music Center”, frequentando le masterclass dei Maestri Honeck, Magad, Blacher, Vernikov, DeLay e concludendo i suoi studi con il M°. Lukas Hagen a Salisburgo, esibendosi come miglior violinista dell’Accademia in veste di solista alla Grosser Saal del Mozarteum. Premiato al concorso “S. Omizzolo” di Padova. del 1998, nel 1999 entra a far parte della ”G. Mahler Jugend Orchester” collaborando con direttori quali Abbado, Ozawa, Boulez. Partecipa come violino di spalla all’Accademia GMJO di Bolzano. In seguito vince il primo premio al concorso “D. Caravita” di Fusignano e il concorso per seconda spalla dell’Orchestra Sinfonica “Haydn” di Trento e Bolzano, partecipando al corso di perfezionamento dell’Accademia Musicale Chigiana tenuto dal Maestro Uto Ughi. Nel 2001 vince il concorso di concertino dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e l’audizione per spalla all’Orchestra Sinfonica Siciliana. e viene premiato al concorso internazionale “R. Lipizer”. Nel 2003 ottiene il secondo premio al concorso nazionale “Premio Città di Vittorio Veneto” e il premio speciale “F. Gulli” per la miglior esecuzione del concerto di Mozart. Nello stesso anno vince il concorso per concertino presso l’Orchestra del Teatro alla Scala e il concorso per violino di spalla presso il Teatro Lirico di Cagliari. Quale membro fondatore del David Trio, ottiene il primo premio assoluto e il premio speciale per la miglior esecuzione dei trii di Haydn al Concorso Internazionale per trio con pianoforte “F. J. Haydn” di Vienna, il primo premio al Concorso internazionale di musica da camera di “Yellow Springs” (Ohio), il terzo premio al Concorso “Trio di Trieste” con premio speciale “A. Baldovino” per la migliore esecuzione di un’opera di J. Brahms, e il primo premio e premio del pubblico al Concorso internazionale di musica da camera di Chesapeake (Maryland). Con il Trio si esibisce in importanti stagioni e festival (Festival Casals di Prades, Festival di Porrentruy, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Olimpico di Vicenza, Concerti del Quirinale RAI- Radio3, Festival Allegro Vivo, Cameralia07, Montpellier -Radio France), effettuando una tournée in Sud America. con entusiastici riscontri di critica e pubblico. Incide l’integrale dei trii di F. Schubet per Altara e debutta al Concertgebow nel 2010. Recente il successo della pubblicazione dei trii di Ciajkowskj e Shostacovic per Stradivarius. E’ stato chiamato a collaborare già come Violino di Spalla con le Orchestre Haydn di Bolzano e Trento, Sinfonica Siciliana, Tetro Lirico di Cagliari, Teatro Verdi di Trieste, Fenice di Venezia, Mahler Chamber Orchestra, Filarmonica della Scala e Orchestra del Teatro alla Scala.Suona un violino Fratelli Amati del 1590.

LEAVE A REPLY