Festival Internazionale della Danza al Teatro Olimpico di Roma

0
218
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoAl via la quarta edizione del Festival Internazionale della Danza dell’Accademia Filarmonica Romana e del Teatro Olimpico che si terrà a Roma dal 17 al 26 aprile.

Il nostro Festival offre diverse proposte, numerose espressioni di danza ed è rivolto non solo a un pubblico esperto – spiega Lucia Bocca Montefoschi Amministratore Delegato e Direttore Artistico del Teatro Olimpico in conferenza stampa – ma si propone come obiettivo di creare un vero e proprio pubblico della danza anche contando su attività collaterali di vario genere”.

Il programma dell’edizione 2014 in effetti si presenta particolarmente variegato proprio per cogliere gli umori e gli interessi di una fetta di pubblico sempre più ampia.

A inaugurare il Festival, giovedì 17 aprile (in replica fino al 20 aprile) sarà il balletto Amarcord di Luciano Cannito, spettacolo che è stato rappresentato con gran successo al San Carlo di Napoli, alla Scala di Milano e negli Stati Uniti e che approda per la prima volta a Roma in occasione del 40esimo anniversario del film.

Mi sono clamorosamente ispirato all’Amarcord di Federico Fellini – spiega il coreografo Luciano Cannito – un film visionario, ma fatto di immagini. Amarcord non è uno spettacolo concettuale, ma rispetta una storia e le suggestioni del film che racconta in modo vero il fascismo attraverso lo sguardo delle persone di provincia”.

Sarà Rossella Brescia a interpretare il ruolo della conturbante Gradisca, ben presto diventata l’archetipo della seducente e idealizzata donna di provincia nell’immaginario collettivo.

Sono onorata di questo ruolo di cui sento molta responsabilità – dice Rossella Brescia – Lo spettacolo è divertente, passionale ed emozionante, tutto da vedere”. Attività collaterale legata allo spettacolo, è il Viaggio nei luoghi di Fellini, presentato dalla Daniele Cipriani Entertainment che propone un in una cartina da collezione (che sarà distribuita negli hotel della città) un interessante itinerario alla scoperta del fascino della Roma dei film Federico Fellini. La Fontana di Trevi della Dolce Vita e le Terme di Caracalla delle Notti di Cabiria sono solo alcuni dei venti luoghi che è possibile scoprire alla scoperta del grande regista.

Dal 29 aprile all’11 maggio va in scena Comics, il nuovo atteso spettacolo di Emiliano Pellisari (ospite fisso della rassegna) e della NoGravity Dance Company, appositamente creato per la quarta edizione del Festival.

Comics è uno spettacolo di 14 quadri legati al mondo della grafica e del fumetto, rappresentazioni della musica jazz (da John Coltrane a Miles Davis a George Geshwin) attraverso invenzioni e oggetti diversi, da elastici a tappeti, che unisce artisti di danza classica e acrobati circensi”.

Il 27 e il 28 maggio va in scena l’Aterballetto con due coreografie presentate in unico spettacolo, workwithinwork, capolavoro di William Forsythe sulla musica di Luciano Berio e Rain Dogs, creazione di Johan Inger sulle note dell’omonimo album di Tom Waits, un jazz-blues contaminato dal folk e dal rock.

Workwithinwork e Rain Dogs sono due balletti molto diversi: Workwithinwork è impegnativo per il pubblico, ma mai monocorde – spiega la direttrice artistica dell’Aterballetto Cristina Bozzolini – mentre Rain Dogs è più narrativo e leggero nel raccontare il disagio giovanile di un ragazzo che alla fine ritrova sé stesso”.

Spetterà alla giovane danzatrice Ashai Lombardo Arop chiudere il Festival con il suo nuovo spettacolo Hieros Gamos – Sacro Vincolo – che sarà rappresentato nei Giardini dell’Accademia Filarmonica Romana il 26 giugno. Vincitrice del premio TAT – Talenti a Teatro organizzato dal Teatro Olimpico, da sempre attento ai nuovi talenti, lo spettacolo approfondisce il tema millenario delle polarità ierogamiche per “recuperare l’unione sacra fra mascolino e femminino attraverso il corpo, l’unico strumento che ancora oggi forse può dirci la verità” spiega la danzatrice.

Il Festival sarà arricchito da una serie di eventi collaterali destinati al pubblico, dagli incontri con gli artisti, all’apertura straordinaria al pubblico dei Giardini dell’Accademia Filarmonica, agli aperitivo musicale sulle note di Tom Waits. Il Calendario completo del Festival su www.filarmonicaromana.org / www.teatroolimpico.it

LEAVE A REPLY