Libri a Teatro: “La Commedia dell’Arte” di Siro Ferrone

0
227
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Ultimo appuntamento alla Pergola per Libri a Teatro, in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze.

Venerdì 11 aprile Luciano Mariti, Stefano Mazzoni, Piermario Vescovo, alle 17,15, presentano il volume di Siro Ferrone, La Commedia dell’Arte. Attrici e attori italiani in Europa (XVI-XVIII secolo), Torino, Einaudi, 2014. Ingresso libero

L’ormai consolidata collaborazione tra la Fondazione Teatro della Pergola e l’Università degli Studi di Firenze trova anche quest’anno un esito importante nella seconda edizione di Libri a Teatro, coordinata da Siro Ferrone e Renzo Guardenti. La rassegna – che si colloca nel quadro delle attività didattiche del Dottorato di Ricerca in Storia delle Arti e in Storia dello Spettacolo, ma che è ugualmente destinata agli studenti di tutto l’Ateneo fiorentino e al pubblico degli appassionati – ha lo scopo di diffondere la cultura teatrale attraverso la presentazione di alcuni recenti volumi di particolare importanza nel panorama della storiografia sullo spettacolo.

Venerdì 11 aprile 2014, Luciano Mariti, Stefano Mazzoni, Piermario Vescovo, alle 17,15, presentano il volume di Siro Ferrone, La Commedia dell’Arte. Attrici e attori italiani in Europa (XVI-XVIII secolo), Torino, Einaudi, 2014

Il libro analizza la storia e le forme della Commedia dell’Arte; ne furono protagonisti le attrici e gli attori italiani tra Cinque e Settecento nell’Europa occidentale e orientale. La loro vita e le loro invenzioni raccontano una storia collettiva: le prime compagnie teatrali, la protezione e le prepotenze dei nobili committenti, la censura religiosa, le insidie di viaggi tra guerre, epidemie e ostacoli naturali, la nascita dei primi teatri a pagamento. Organizzati

in compagnie disciplinate come le Arti e i Mestieri medievali, gli attori rappresentarono commedie, tragedie, pastorali, drammi esotici, opere in musica. Talvolta furono buoni cantanti, musicisti, danzatori, astuti organizzatori, abili drammaturghi – come Giovan Battista Andreini, Pier Maria Cecchini, Dominique Biancolelli, Angela D’Orso, Luigi Riccoboni. Il loro repertorio, imitato dalla folta schiera dei comici dilettanti, risultò determinante per la drammaturgia di Shakespeare, Molière, Lope de Vega, Marivaux, Goldoni e Gozzi. La riabilitazione delle qualità complesse e non solo recitative dei comici dell’Arte rispetto ad altre realtà europee è uno dei temi dominanti di queste pagine.

Emerge qui l’importanza delle attrici le quali non agirono solo in commedia ma seppero toccare i temi della tragedia abbinando alle attrattive sensuali del canto e della musica strumentale la conoscenza agguerrita del repertorio letterario alto e ispirando con le loro pose sceniche non pochi pittori del tempo.

Ingresso libero

Info: www.teatrodellapergola.com

 

 

LEAVE A REPLY