Festival delle Colline Torinesi

0
165
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Foto di Brunella Giolivo
Foto di Brunella Giolivo

Una grande inaugurazione per il Festival delle Colline Torinesi: domenica 1 giugno Antonio Latella metterà in scena al Teatro Astra le cinque parti del suo Francamente me ne infischio: Twins, Atlanta, Black, Match e Tara, liberamente ispirate all’America di Rossella O’Hara, quella del romanzo di Margaret Mitchell.

Un’avvincente maratona teatrale, che coinvolgerà il pubblico dalle ore 15 a sera inoltrata, con intervalli durante i quali gli spettatori potranno usufruire di un buffet ispirato a Via col vento, e che racconterà dell’America del conflitto tra bianchi e neri, offrendo spunti interessanti per riflettere su quanto è successo in Europa nel secolo successivo, sull’odio anti-ebraico, ad esempio, delle dittature. Con Francamente me ne infischio Latella si è aggiudicato il Premio Ubu 2013 per la miglior regia e le tre interpreti dello spettacolo per la migliore attrice.

Al termine dello spettacolo ci sarà “mezz’ora con” Antonio Latella e la compagnia, incontro curato da Laura Bevione.

Da lunedì 2 a giovedì 19 giugno la collaudata coppia Roberta Bosetti e Renato Cuocolo, ossia l’Iraa Theatre di Melbourne, che il Festival coproduce da anni, proporrà, sempre in bilico tra teatro e performing-art, fantasia e autobiografia, The walk, spettacolo di narrazione creato appositamente e realizzato non in una casa, come nelle sue abitudini, ma in giro per la città, alla ricerca di un amico scomparso.

Grazie al progetto europeo sugli scrittori europei di teatro Fabulamundi, gli allievi della Scuola Holden seguono un workshop con l’autore romeno Gabriel Pintilei. Sergio Ariotti cura la mise en espace del suo testo Elevator, da cui è stato anche tratto un film di George Dorobanu, martedì 3 giugno alla Scuola Holden con l’interpretazione di Francesco d’Amore e Luciana Maniaci: due giovanissimi rimangono intrappolati in un ascensore e nessuno viene a salvarli, finiranno con l’immaginare molte tappe della loro vita futura.

Il Festival proseguirà fino al 22 giugno con grandi nomi della creazione teatrale contemporanea italiana, non trascurando come da vocazione consolidata gli artisti internazionali e le giovani generazioni, con un cartellone che prevede 28 spettacoli per 59 recite in 12 spazi.

Le vite di tutti” è il tema generale della diciannovesima edizione del Festival delle Colline Torinesi: non solo i grandi protagonisti della vita hanno diritto alla ribalta, ma anche i comprimari, i gregari, gli sconosciuti, specie quando le loro azioni assumono valore esemplare.

ll Festival delle Colline Torinesi, diretto da Sergio Ariotti e Isabella Lagattolla, è realizzato in collaborazione con la Fondazione del Teatro Stabile di Torino e si avvale del contributo di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Piemonte, Città di Torino, Provincia di Torino, Città di Moncalieri, Comune di Pecetto Torinese, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Camera di Commercio di Torino, Sistema Teatro Torino e Provincia, Fondazione Live Piemonte dal Vivo, ONDA, Institut Français, Alliance Française Torino, Goethe-Institut Turin e della sponsorizzazione di Iren..

Gli spazi del Festival

Torino – Teatro Astra, Teatro Carignano, Teatro Gobetti, Casa Teatro Ragazzi, Scuola Holden, Fondazione Merz, Tempio Valdese, Reale Società Ginnastica, Superbudda, Le vie del centro storico

Moncalieri – Fonderie Limone

Pecetto Torinese – Chiesa dei Battù

BigliettiInteri € 15,00 Ridotti € 10,00

Spettacoli ad ingresso gratuito

Elevator, Die Unsicherheit der Sachlage, Luft aus Stein

prenotazione consigliata al numero 01119740291 o info@festivaldellecolline.it

Per informazioni: Festival delle Colline Torinesi

Corso Galileo Ferraris, 266, Torino – tel. +39 011 19740291

Sito: festivaldellecolline.it

Facebook: festivalcollinetorinesi

Twitter: @CollineTorinesi # fdct14

 

LEAVE A REPLY