Il racconto dell’isola sconosciuta

0
204
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoLa bella storia di Josè Saramago “Il racconto dell’isola sconosciuta” è stata rappresentata in modo delicato e lievemente sognante da “La Racconteria”, compagnia monregalese di teatro-canzone.

Una messa in scena semplice, senza scenografie se non sedie e strumenti, essenziale, pulita e con un tocco di malinconia che la rendeva a tratti emozionante.

La storia è densa di allusioni e significati che vede protagonista un “cercatore di isole sconosciute”, che incontra un re, una donna delle pulizie, e altri personaggi nella sua testarda ricerca.

È una lettura ma con continui rimandi a musiche e canzoni che vanno da “L’isola non trovata” di Bennato a “Capitano, c’è un uomo in mezzo al mare”.

Anima essenziale del gruppo è Ada Prucca, che oltre alla narrazione vera e propria è anche voce potente ed appassionata di tutte le canzoni.

Molto convincenti ed affiatati i musicisti, che entravano spesso nella narrazione con assoli e rimandi a periodi lontani.

“L’intento del gruppo è quello di creare spettacoli che rileggano in modo originale passi letterari attraverso la lente del divertissement” ma anche della riflessione e sicuramente il testo di Saramago era molto adatto allo scopo.

Il pubblico numeroso ma non troppo, ha applaudito spesso e a scena aperta, dimostrando una partecipazione diretta ed emotiva a quello che avveniva sul palco.

Il Teatro di Luserna di San Giovanni, in piena Val Pellice a mezz’ora da Pinerolo, era quasi pieno per l’occasione (si trattava di aiutare una Associazione di Assistenza).

È un luogo ricco di iniziative tutto l’anno, abbastanza capiente e con una buona acustica, ed il più importante della zona.

 

La Racconteria è composta da:

Ada Prucca, voce narrante e canto

Corrado Leone (fisarmonica, chitarra, fiati, canto)

Gianni Cellario (basso acustico)

Mario Manfredi (chitarra).

I componenti il gruppo fanno parte della compagnia “maggiore” CANZONETEATRO, che annovera anche Gian Carlo Bovetti (voce), Sandro Lavagna (pianoforte), Gianfranco Re (batteria), Andrea Candela (service audio/luci).

LEAVE A REPLY