Katia e Marielle Labèque in concerto

0
193
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoKatia e Marielle Labèque pianoforti

con Raphaël Séguinier e Gonzalo Grau percussioni

Gran finale di stagione per l’Accademia Filarmonica Romana con un duo famoso in tutto il mondo: belle, brave, travolgenti, amatissime dal pubblico. Sono le sorelle Katia e Marielle Labèque che tornano nella capitale giovedì 29 maggio (ore 21) al Teatro Olimpico, nell’ambito di una tournée internazionale che dopo gli Stati Uniti le vedrà protagoniste nelle principali sale da concerto d’Europa (oltre Roma, al Théatre des Champs Elysées di Parigi, al Musikverein di Vienna, e ancora Colonia, Basilea, Anversa, etc).

La serata sarà preceduta dall’incontro delle due artiste con il pubblico, alle ore 20.30 nel foyer superiore del teatro, coordinato dal direttore artistico della Filarmonica Matteo D’Amico.

Il concerto si inserisce nell’ambito della rassegna “La musica da camera dal barocco al contemporaneo” sostenuto dalla Regione Lazio, Assessorato alla cultura, arte e sport.

Ospiti regolari delle orchestre più prestigiose, presenti sui palcoscenici delle sale da concerto e festival di tutto il mondo, le sorelle Labèque amano spaziare dal repertorio antico al contemporaneo, fino al jazz, rock e pop music, senza porre limiti alle sperimentazioni. Per il loro ritorno nella capitale, insieme ai percussionisti Raphaël Séguinier e Gonzalo Grau, il duo presenta un programma del grande repertorio americano, per cui le sorelle eccellono; fu infatti proprio la loro prima incisione di Rapsodia in Blue di Gershwin più di trent’anni fa – uno dei primi dischi d’oro della musica classica – a dare loro quel successo che le avrebbe poi accompagnate per tutta la carriera.

Il concerto si apre con Tre preludi per due pianoforti di Gershwin (nell’arrangiamento di Irwin Kostal), prosegue con i minimalisti Four Movements per due pianoforti (2008) di Philip Glass e si completa con la celebre West Side Story di Bernstein, nell’arrangiamento per due pianoforti e percussioni realizzata da Irwin Kostal (che fu l’orchestratore del musical originario), pezzo che le sorelle francesi hanno nuovamente inciso in un recente CD dedicato ai capolavori del Novecento americano.

Berliner Philharmoniker, Los Angeles Philharmonic, Wiener Philharmoniker, Filarmonica della Scala e ancora Gardiner, Mehta, Ozawa, Pappano, Prêtre, Rattle… sono solo alcuni delle tantissime orchestre e dei direttori con cui Katia e Marielle Labèque hanno suonato nelle sale, i teatri e i festival di tutto il mondo. Importante anche la collaborazione con compositori dei nostri giorni fra cui Andriessen, Berio, Boulez, Ligeti e Messiaen e di musicisti celebri quali Miles Davis (che alle sorelle dedicherà due brani del suo album You’re under arrest), Sting, Chick Corea e la violinista Viktoria Mullova.

Famose in tutto il mondo per la loro sincronicità, la loro energia, e per la capacità di spaziare in unrepertorio che non conosce confini, le sorelle hanno aggiunto fin da giovanissime fama internazionale con l’incisione di Rhapsody in Blue di Gershwin, e da allora sono protagoniste di una carriera straordinaria con concerti in tutto il mondo. Suonano spesso anche il fortepiano con complessi di musica barocca quali The English Baroque Soloists con Sir John Eliot Gardiner, Il Giardino Armonico con Giovanni Antonini, The Orchestra of the Age of Enlightenment con Sir Simon Rattle.

Di recente è stato pubblicato dalla loro casa discografica KML Recordings – fondata per creare un ponte fra tutti gli stili di musica e la creazione contemporanea – un CD con la nuova versione di Rhapsody in Blue di Gershwin e West Side Story di Bernstein. Il documentario The Labèque Way prodotto da “El Deseo” di Pedro Almodovar e filmato da Felix Cabez, sarà pubblicato nel corso del 2014. Il 2013 ha visto il lancio del nuovo progetto “The Minimalist Dream House” ispirato al concerto del 1961 curato da La Monte Young nel loft di Yoko Ono: musicisti del mondo classico e del rock si sono riuniti per celebrare questo movimento rivoluzionario e le molte influenze avute nei cinquant’anni successivi. I tre CD sono stati pubblicati lo scorso anno in occasione dei concerti a La Cité de la Musique di Parigi.

Biglietti: 30, 25, 20 euro. Riduzioni per studenti (con la Log-In Music card), scuole e associazioni.

Info: tel. 06-3201752, email promozione@filarmonicaromana.org

___________________________________

 

Programma

 

George Gershwin (1898-1937)

Three preludes (1923-26)

(arrangiamento per due pianoforti di Irwin Kostal)

Allegro ben ritmato e deciso

Andante con moto e poco rubato

Agitato

Philip Glass (1937)

Four movements per due pianoforti (2008)

Leonard Bernstein (1918-1990)

West Side Story (1957)

(arrangiamento per due pianoforti e percussioni di Irwin Kostal)

Prologue

Jet Song

Something’s coming

Rock Blue

Mambo

Cha Cha

Maria

America

I feel pretty

One hand, one heart

Tonight

Somewhere

Cool

A boy like that

I have a love

The rumble

Finale

LEAVE A REPLY