Festival di Frosinone 2014

0
281
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDa mercoledì 2 luglio FROSINONE sarà invasa da incursioni artistiche performative e musicali a cominciare dall’installazione video/laser concepita per la città da Giancarlo Cauteruccio con Alla velocità della luce, un progetto di teatro urbano che vuole essere un omaggio al grande artista Anton Giulio Bragaglia e alla fotografia dinamica futurista (il 2 luglio a partire dalle ore 22). Con l’ausilio di sofisticati sistemi laser, video, luci, suoni e voci, lo spettacolo produce una dirompente azione di rivisitazione percettiva della Piazza (Vittorio Veneto), smaterializzando l’architettura che la caratterizza. Il palazzo della Prefettura, d’epoca razionalista, sarà video mappato per diventare scenario dinamico tridimensionale, mentre tre sistemi laser sposteranno l’energia della facciata nella piazza antistante. Lo spettacolo si concluderà con un black-out di 60 secondi al termine del quale, sotto la spinta dirompente della musica di uno dei più innovativi dj italiani, gli spettatori diventeranno i veri protagonisti di un’inedita festa della luce. Un progetto di teatro-architettura per la città che fonda la sua estetica e il suo linguaggio sull’applicazione delle tecnologie alle arti sceniche, per trasformare lo spazio cittadino in uno scenario dinamico nel quale i protagonisti-attori diventano gli spettatori. In questa opera creata appositamente per la città di Frosinone, il teatro elettronico, che caratterizza il lavoro di Krypton da oltre trent’anni, declina l’intuizione della scenografia sintetica e il concetto di smaterializzazione del corpo che Bragaglia ha applicato nella sua importante creazione fotografica e filmica.

Il Festival di Frosinone prosegue dal 4 al 9 agosto con concerti e spettacoli teatrali: il 4 agosto aprirà Peppe Voltarelli cantautore e attore italiano, con un concerto che ci farà vivere un viaggio musicale “serio e divertente”. La serata del 5 agosto sarà interamente dedicata alle realtà del territorio frusinate con contributi di Teatro dell’Appeso, Compagnia Errare Persona e Luca Mauceri. Il 6 agosto la calda voce di Pietra Montecorvino riempirà con le sue vibrazioni la piazza. Il 7 sarà la volta di Elena Bucci con Barnum, il famoso circo inteso qui come bar dove incontrare passanti e affacciarsi sul disgregarsi del mondo d’Occidente. L’8 agosto Elena Arvigo propone Maternity Blues (From Medea), tratto dall’omonimo romanzo di Grazia Verasani. Chiudono il 9 agosto Gli Omini con un lavoro dal titolo Tappa risultato di un periodo di permanenza tra le vie e la gente di Frosinone. Ogni giorno dal 4 al 9 agosto la città sarà invasa da incursioni artistiche performative e musicali a cura di artisti e associazioni locali, tra cui Teatro Labrys, Spazio Disponibile, Reoffender, Compagnia De-Mix. Il Ric affianca e sostiene la città di Frosinone nel progetto Teatro tra le porte, 7 appuntamenti a Piazza Valchera, dal 9 luglio al 27 agosto, con grandi artisti della scena italiana come Pamela Villoresi, Iaia Forte, Mariano Rigillo e altri ancora.

Il Festival di Frosinone, insieme a Latina e Rieti, compone il RIC – REGIONE INVASIONI CREATIVE 2014 , la variegata invasione d’arti e di discipline che dal 2 luglio al 27 agosto offrirà al pubblico oltre un mese di spettacoli, concerti, performance, installazioni, laboratori, e giocoleria. Un pittoresco percorso itinerante che si dipanerà fra le piazze, le strade, i vicoli, i chiostri della Regione nel tentativo di affrontare le diverse declinazioni della crisi che soffoca il nostro vivere sociale, e di superarla attraverso l’arte. Tre festival che propongono e impongono alle platee le parole, le musiche, i corpi, le scene, le opportunità che questa crisi ci offre per restituire uno sguardo diverso sul momento storico che stiamo vivendo. Così l’arte si diffonde in ogni angolo delle città con la forza creativa e la capacità di sovvertire gli spazi, le storie e i luoghi comuni. Frosinone, Rieti e Latina diventano cantieri di creatività, luoghi della riflessione e del confronto per reagire al disagio attraverso la pluralità delle visioni e degli interventi degli artisti invasori.

Promossa dall’Assessorato alla cultura e alle politiche giovanili della Regione Lazio, e realizzata dall’A.T.C.L. (Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio), in collaborazione con i Comuni di Frosinone, Latina e Rieti, RIC – Regione Invasioni Creative è la proposta culturale estiva che, per la capacità di permeare il territorio valorizzandone le specificità, quest’anno moltiplica l’esperienza nelle città di Frosinone e Latina, dopo il grande successo registrato nella prima edizione del Ric-2013, che ha visto come unica protagonista la città di Rieti.

LEAVE A REPLY