Leonardo De Lorenzo presenta il suo nuovo disco “Waiting”

0
207
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoE’ scattato il conto alla rovescia per la presentazione di Waiting, il nuovo disco del batterista partenopeo Leonardo De Lorenzo.

Per questo ingresso ufficiale in società  l’occasione  prescelta è la Festa del Jazz, ossia il Jazzit Fest, organizzato da Luciano Vanni,  in programma venerdì  27, sabato  28 e domenica 29 giugno  a Collescipoli (Terni).

La festa del Jazz, come sottolineano gli organizzatori, è un prodotto “A Impatto Zero”: senza contributi pubblici, a mobilità alternativa, senza impatto ambientale, con ingresso libero a donazione spontanea (www.jazzit.it).

Waiting verrà presentato proprio venerdì  27  giugno  alle  ore 21.30 nell’ambito di uno  showcase.

Una  versione “solo audio” tiratura limitata (solo 100 copie), da collezione.

In seguito, le note incontreranno le immagini e Waiting diventerà un cofanetto completo di dvd.

Ecco perché il  videoclip sarà programmato, in anteprima al JAZZIT CINEMA assieme ad altri 89 selezionati da tutto il mondo.

Il jazz fa bene all’anima.  A  confermarlo  questo progetto musicale  che è  qualcosa d i più  di  una semplice alchimia di suoni, dove vari strumenti si incontrano a  creare  un’architettura magistrale. E’ un vettore di speranza ed impegno sociale.

Infatti, la vendita di questo lavoro contribuirà a finanziare i progetti sociali dell’associazione “l’isola dei girasoli”, tra i quali “Una favola per L’isola dei girasoli” e “Musica in corsia”.

Inoltre la traccia Waiting #2 è la colonna sonora della Manifestazione Diversamente Speleo di Napoli, dedicata a permettere anche alle persone con disabilità grave e gravissima di conoscere le bellezze del sottosuolo https://www.youtube.com/watch?v=Hw7M5oKFOAY&feature=youtu.be) .

IL TEMPO DELL’ATTESA

Waiting è l’attesa… Quella di chi aspetta qualcosa che potrebbe non arrivare mai, con il ronzio di macchinari ospedalieri come unica compagnia in una notte fredda, buia e troppo lunga.

Waiting è lo sguardo inchiodato su una porta, tra speranza e solitudine, sapendo che un pezzo nevralgico della propria vita giace al di là, combattendo la sua battaglia con coraggio e dignità, ma con un corpo fragile ed indifeso. Quello di un bimbo troppo piccolo per affrontare tante sofferenze.

Waiting è la speranza che non si arrende e si frantuma in rivoli di emozioni espressi da Leonardo De Lorenzo nella sua musica, suonata, per questo concept album, con una formazione  di 9 elementi.

“Ho scritto questa musica in un periodo molto particolare della mia vita – racconta De Lorenzo – e questo lavoro ha un’importanza affettiva ed emotiva che va ben oltre l’esigenza artistica del comunicare…”.

Come ribadisce l’autore,  la musica di questo progetto nasce diversi anni fa, in un periodo difficile della sua esistenza, in un momento “in cui potevo solo aspettare e sperare. Del resto, attesa e speranza sono figlie dello stesso desiderio, dello stesso bisogno. L’atrio di un ospedale pediatrico, il sordo rumore degli impianti di aerazione che è stato l’unico segno di ‘vita’ a farmi compagnia in momenti tragici ed interminabili, hanno fatto sì che sedimentassero in me, sensazioni ed emozioni, tutte legate all’idea di sospensione, di attesa”.

LA GENESI

Un combo di 9 musicisti, suona live mentre un sistema di registrazione fissa per sempre su un supporto la performance, densa di sensazioni, di emozioni, di ricordi, che si imprimono a fuoco come un marchio indelebile sulla pelle e nell’anima. scanditi dal ritmo di un cuore che combatte.

Location un piccolo teatro  il “Maria Aprea” presso l’Accademia musicale Giuseppe Verdi di Volla, impregnato dall’odore  della cultura, dove riecheggia il rumore dei passi di tutti i gli artisti che hanno calcato quelle tavole di legno, con la speranza nel cuore.

Ne nasce un cd che ha tutta la “freschezza” di un’esecuzione dal vivo, pregna di energia e non priva di qualche piccola “sbavatura” che contraddistingue le esecuzioni live, non fatte in serie e non ritoccate.

I MUSICISTI

Vincenzo Saetta                      sax alto
Paolo Pironti                           sax tenore
Gianfranco Campagnoli          tromba, flicorno
Raffaele Carotenuto               trombone
Mario Nappi                             pianoforte
Federico Luongo                      chitarra
Corrado Cirillo                         Contrabbasso
Leonardo De Lorenzo              batteria
Guest:
Alfonso Deidda                       sax baritono

Ancora dall’universo dell’attesa e della speranza di Waiting:

LEAVE A REPLY