L’Altro Monferrato. Percorsi d’arte e teatro fra borghi e castelli

0
212
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoHa inizio sabato 26 luglio, alle ore 19, a Casaleggio Boiro, con un evento unico studiato appositamente per la più antica fortezza del Monferrato ovvero Streghe al Castello, di e con Laura Curino, la V edizione della rassegna L’Altro Monferrato percorsi d’arte e teatro fra borghi e castelli. Quest’anno il sottotitolo del progetto a cura di Agriteatro e nato da un’idea di Tonino Conte è Un sipario nel bosco.

Fino a sabato 2 agosto sono molti gli appuntamenti per questa estate 2014, che pesca nel gran mare dell’opera di William Shakespeare, nel 450˚ anno dalla nascita. E che, in omaggio al grande autore (ma anche attore) Agriteatro ha per la prima volta messo in cantiere iniziative che vogliono “aprire le porte” a chi nel mondo della scena vuole entrare non solo da spettatore, ma anche da protagonista. Come sempre il programma si articola fra laboratori, spettacoli ed eventi collaterali che mirano anche a valorizzare attraverso il teatro il patrimonio urbanistico e naturalistico di un territorio dalle forti potenzialità culturali e turistiche. C’è sintonia fra il paesaggio del Monferrato, con i suoi castelli e boschi e il mondo shakespeariano, che spesso ha come sfondo verdi foreste o antichi manieri. Sabato 26 luglio lo spettacolo con Laura Curino (firmato insieme a Lucio Diana) Streghe al Castello, prende le mosse dalla suggestione dell’antica fortezza per rievocare – a partire dalla profezia delle streghe di Macbeth – altre donne singolari attraverso i secoli, fino alle eroine del Risorgimento. Storie di donne sapienti e temute e soprattutto… con il coraggio di andare controcorrente. Ambientato nel Castello che più di tutti assomiglia allo shakespeariano maniero scozzese, lo spettacolo sarà preceduto da un percorso di avvicinamento dal titolo Nei sentieri del Bosco: un percorso panoramico da Mornese al Castello di Casaleggio – aperto al pubblico in quest’unica occasione per questa estateun “assalto” pacifico agli spalti della dimora da parte degli spettatori-escursionisti che desiderano conoscere il tracciato ricco di panorami sul Monferrato che parte da Mornese.

Dalle vicende di “streghe” antiche e moderne si passa allo Shakespeare più raffinato e delicato, non a caso offerto in un contesto dal sapore cortese, nel cortile Castello di Tagliolo Monferrato, dove nella serata di domenica 27 luglio, si terrà la rappresentazione, in “prima nazionale” di Se il mio Corpo fosse Pensiero, da i Sonetti di William Shakespeare, nella traduzione di Alessandro Serpieri, su ideazione e regia di Gianni Masella, con l’interpretazione di Sara Dho e di Ivano La Rosa. I Sonetti di William Shakespeare sono una storia che merita di essere raccontata: la più grande e incondizionata dichiarazione d’amore che mai sia stata fatta. Intimi, passionali, viscerali, mentre si cerca di abbracciarne parole e concetti, il Bardo affonda la penna ancora più giù, costringendo chi legge o ascolta a fermarsi, a tornare indietro con lo sguardo per non perdere una goccia di tutta quella bellezza. 
Trattandosi di poesia la traduzione ha un ruolo fondamentale: è stata scelta quella di Alessandro Serpieri, fra le più riuscite e ricche.

L’appuntamento successivo di AgriTeatro e de L’Altro Monferrato è a Rocca Grimalda, venerdì 1˚ agosto 2014, alle ore 21, dove si terrà, negli splendidi giardini del Castello, Romeo/Giulietta/secondo studio per la regia di Oscar De Summa, che ha scelto, tra i capolavori di William Shakespeare, quello che ancora oggi parla di più del mondo dei giovani e ai giovani stessi. Romeo/Giulietta/Secondo Studio è un progetto del regista, che sta sperimentando un modo originale per scegliere gli interpreti degli spettacoli. I partecipanti sono infatti giovani attori che hanno seguito il laboratorio di luglio presso la Cascina San Biagio, sede di AgriTeatro. La serata di Rocca è infatti la fase conclusiva dello Studio condotto dal regista – che da anni lavora su temi e testi shakespeariani – finalizzata alla formazione di una Compagnia per la Stagione 2014/2015. La prima tappa di questo progetto di allestimento ha visto la collaborazione del Festival In Equilibrio di Castiglioncello e Corte Ospitale di Rubiera.

E’ la “rivoluzione” dei figli rispetto ai padri l’elemento “chiave” secondo il regista nella lettura del grande capolavoro. La sua attenzione si è rivolta in modo particolare allo “sguardo nascente” dei giovani protagonisti, che non hanno ancora irrigidito la loro visione del mondo in una struttura “canonica” della vita.

Si prosegue sabato 2 agosto, dalle ore 19, nel giardino e in altri ambienti del Castello di Rocca Grimalda, con la Serata degli Amleti, ovvero un viaggio intorno al personaggio shakespeariano a cura di AgriTeatro. Si inizia quindi alle 19 con Ho messo un dubbio ad Amleto, lezione-spettacolo interattiva sul Principe del dubbio, scritta da Alessandro Bergallo con Andrea Begnini, a partire da William Shakespeare. Cosa c’è di meglio per conoscere il più celebre personaggio del Bardo che diventare parte dell’opera? Questa prima parte della serata diventa l’occasione per gli spettatori di “entrare direttamente nelle pagine del copione” saggiandone essi stessi le celebri parole e vivendo così sulla propria pelle e in modo divertente l’origine del dubbio amletico, territorio dove si sfaldano tutte le decisioni e i punti fermi. Si prosegue quindi, alle ore 21, con Amleto a pranzo e a cena, di Oscar De Summa da Amleto di William Shakespeare, con Oscar De Summa, Mariano Arenella, Tommaso Massimo Rotella, Alfonso Postiglione, uno spettacolo di Emilia Romagna Teatro e de La Corte Ospitale di Rubiera. Lo spettacolo – in scena da molti anni con immutato successo – rivisita il classico dei classici per farci scoprire come il capolavoro shakespeariano riesca ancora oggi a parlarci di noi, a rapirci il cuore e a dar voce al nostro quotidiano, facendoci toccare con mano quanto il testo possa fornire strumenti efficaci per interpretare il tempo in cui viviamo.

Per gli appuntamenti a Rocca Grimalda AgriTeatro ha stipulato una simpatica convenzione con la vineria Il Diavolo sulle Colline che preparerà, a prezzo speciale per gli spettatori (verrà richiesto il biglietto di ingresso come verifica) aperitivi di ispirazione “shakespeariana”.

Un momento significativo dell’attività di AgriTeatro2014 sono i laboratori che si svolgono nella sede di Cascina San Biagio, a Cremolino– cinque ettari di prato e bosco circondano le due costruzioni firmate dall’inconfondibile tocco teatrale di Tonino Conte – in contesto silenzioso che favorisce al massimo l’apprendimento e i momenti ludici. Quest’ano sono stati presentati con successo, il 5 e 6 luglio lo Sportello del teatrante in crisi. Elementi di gestione teatrale for dummis, a cura Valentina Falorni e Marisa Villa di AV Turné (progetto culturale che comprende attività di produzione, tour management, amministrazione, distribuzione e promozione di spettacolo dal vivo).Novità di quest’anno, il laboratorio è incentrato sulla professione dell’Organizzatore teatrale.

Anche quest’anno non è mancato AgriTeatro per bambini, il laboratorio teatrale dedicato ai più piccoli. Dal 7 al 12 luglio, ha avuto titolo Sulle tracce di Puck. Il regista Gianni Masella e l’attrice e psicologa Alice Scano, da sempre i conduttori di questa proposta formativa (anche interessante alternativa per una settimana di svago per i più piccoli), hanno proposto un viaggio nel mondo del teatro riuscendo a coniugare divertimento e apprendimento.

Per accostarsi alla figura dell’attore, sia che ne si voglia fare una professione, sia per semplice curiosità e divertimento, è importante essere introdotti al “coraggio della teatralità”, ovvero allo sviluppo, con corpo, voce, mente e cuore dell’ Attore che è in noi. Per questo e per lavorare sul tema della “comicità naturale” AgriTeatro si è rivolto per l’estate 2014, all’esperienza di Simona Garbarino: attrice in teatro e in tv, formatrice teatrale e pedagogista, da anni lavora a fianco di Marcello Cesena per Canale 5, Italia 1 e Rai 2. Anche in questo caso il laboratorio ha tratto ispirazione dalle vicende di Sogno di una Notte di mezza estate, per i momenti di lavoro en plein air.

Quarta ed ultima proposta è quella per attori professioni: Romeo/Giulietta secondo studio,che darà come risultato la serata di venerdì 1˚ agosto.

L’Altro Monferrato 20134 è stato negli anni realizzato grazie al sostegno di Regione Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, con il patrocinio della Provincia di Alessandria, e con il sostegno dei Comuni di Casaleggio e Tagliolo Monferrato, di Banca Carige e Coop Liguria. Con la collaborazione di Associazione Castello di Rocca Grimalda, Castello di Casaleggio, Associazione Castelli Aperti.

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE AGRITEATRO, via Caramagna, 36 – 15010 Alessandria

Tel. 010 2471153 o 3881742765 mail info@agriteatro.it, sede operativa vico del Fico 55 r, 16128 Genova

web www.agriteatro.it

LEAVE A REPLY