Successo per il Napoli Cabaret Festival

0
199
Condividi TeatriOnline sui Social Network

unnamedCala il sipario sulla venticinquesima edizione del Napoli cabaret festival, la kermesse che ha trasformato il Castel Sant’Elmo di Napoli in un cabaret a cielo aperto. In uno dei luoghi più suggestivi della città, in piazza D’Armi, con lo stupendo panorama del golfo e delle luci, è andata in scena per tre giorni la comicità. Un’edizione che ha portato vecchi e nuovi comici sul palcoscenico del festival. Dopo i giovani del laboratorio del Tam “Si…pariando” è stata la volta di festeggiare il compleanno di “A tutti coloro”, trasmissione di Radio Kiss Kiss, che nel 1995 vinse anche il Telegatto come miglior programma radiofonico. Tra gli autori e gli speaker che hanno dato vita all’edizione live 2014 “A tutti coloro, vent’anni dopo” ci sono Francesco Paolantoni, Stefano Sarcinelli, Maurizio Casagrande, Luciano Fruttaldo e Paola Cannatello. Grandi ospiti per le serate del festival: David Larible ed Enzo Iacchetti (quest’ultimo amico storico della banda di mattatori di “A tutti coloro”). La serata finale non ha deluso le aspettative. Il Gran galà della comicità è stata una lunga maratona di risate con tanti comici targati “Made in sud” ad alternarsi sul palcoscenico. Nel corso della serata, presentata da Maria Bolignano e Francesco Mastandrea, si sono esibiti i comici italiani: Marco Capretti, Ivan e Cristiano, DuexDuo, Mariano Bruno, Matranga e Minafò, Salvatore Misticone, Enzo e Sal, Dado, accompagnati dalla musica dei Sud 58.

Ospite d’onore l’illusionista Arturo Brachetti, che ha incantato il pubblico con le sue trasformazioni. Ben venticinque personaggi diversi indossando un semplice cappello, com’è nello stile Brachetti, fino alla magia delle ombre cinesi. Un fascio di luce e le mani che si muovono a creare tantissime figure. Basta poco ed è subito illusione. Accade lo stesso per le sue “Sand Painting”, ritratti che vengono fuori dalla sabbia. Un omaggio alle atmosfere oscure dei film di Tim Barton. Dalla sabbia emergono “Batman” ed “Edward mani di forbice”, per lo stupore del pubblico adulto e dei bambini.

LEAVE A REPLY