The Dark Side of the Moon

0
203
Condividi TeatriOnline sui Social Network

OFFICINA MUSICALE

Orazio Tuccella, direttore

Daniele Orlando, violino,Federica Vignoni, violino

Paolo Castellitto, viola, Andrea Agostinelli, violoncello,

Alessandro Schillaci, contrabbasso,Giampio Mastrangelo, flauto

Gennaro Spezza, clarinetto, Fabrizio Pettorelli, clarinetto,

Raffaello Giardino, clarinetto basso,Spallati Pedro, sax tenore/soprano

Alessandro Silvestro,tromba, Luigi Ginesti, corno,

Piergiorgio D’Aprile, trombone,Alessandro Caretta, tuba

Alessandro Ricci, percussioni, Gianni Maestrucci, percussioni

Mark Hamlyn, tastiere

***

Genesis    After theOrdeal  da “Selling England by the Pound”

Led ZeppelinThe Rain Song  da “Houses of the Holy”

The Who       The Rock da “Quadrophenia”

Pink  Floyd    The Dark Side of the Moon

arrangiamento per 17 strumenti di Mark Hamlyn

 

Venerdì 18 luglio, a Villa Pamphilj a Roma, per I Concerti nel Parco, ancora una Prima a Roma, un concerto dal titolo programmatico The Dark Side of the Moon, in cui OFFICINA MUSICALE, orchestra che è un’istituzione storica in Abruzzo,rileggei capolavori delle glorie del rock Made in England 1973, nella trascrizione del compositore inglese Mark Hamlyn.I ritmi irraggiungibili delle chitarre, i bassi tuonanti e le martellanti batterie di “The Dark Side of the Moon” dei Pink Floyd, di “After the Ordeal” dei Genesis, l’energia misteriosa di “The Rain Song” dei Led Zeppelin, la straziante “The Rock” degli Who, o la sinfonia pop “Tabular Bells” di Mike Oldfield, sono riproposti nelle loro componenti fondamentali di melodia, armonia e ritmo, attraverso un sound orchestrale un po’ “sporcato” dalle sonorità delle tastiere e dalla batteria.

Una sfida, un azzardo che però possiede un suo innegabile fascino: ne viene fuori una musica che è la stessa che abbiamo conosciuto e amato, dalla straordinaria carica dirompente che ci ha conquistato negli anni ’70, ma nello stesso tempo esprime un colore completamente nuovo, diverso, che ne valorizza le linee musicali più nascoste.

La parte elettronica preponderante e peculiare, per esempio in The Dark Side of the Moon, è stata resanella trascrizione diHamlyn in chiave di netto contrasto sonoro tra le diverse sezioni “classiche” dell’orchestra e quelle più “moderne” delle tastiere e della batteria.

Prima a Roma – Produzione Officina Musicale – L’Aquila

 

 

 

OFFICINA MUSICALE

Il complesso, che si costituì come “Ensemble Barattelli” nel 1986, nacque a L’Aquila per volontà dell’avvocato Nino Carloni , direttore artistico della Società dei Concerti B. Barattelli.

Dalla fondazione, il direttore dell’ensemble è Orazio Tuccella.

Attività concertistica (con alcune recensioni):

Roma (Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, Accademia Tedesca, Nuova Consonanza, StagioneUniversitaria dei Concerti, Palazzo Venezia); Bologna (Musica Insieme);. Milano (Teatro dell’Elfo,Palazzo Reale); Belgrado (Kolarac Hall, Museo Etnografico di Belgrado); Dublino (Hugh Lane Gallery)Buenos Aires (Auditorium Ciudad); Toronto (J. MalletTheatre, Sala Grande del Conservatorio); NewYork (Guggenheim Auditorium); Monaco di Baviera (Geistag, Marstall,) “Orazio Tuccella dirige conprecisione e competenza.” DietmarPolaczeck, FrankfurterAllgemeine, 19.5.1992. “Orazio Tuccella el’Officina Musicale sono una delle luci più. brillanti di questa Biennale” R.J. Brambeck, Tageszeitung,29.5.1992; Berlino (Caf. Einstein); Londra (Queen Elizabeth Hall) “… and marvellouslyplayed by theamplified Officina Musicale under Orazio Tuccella’sdirection” Stephen Petitt, The Times,13.1 1.1992;Linz (Brucknerhaus); Vienna (Volkstheater). Allo Schauspielhaus di Vienna “Il Soldato di Stravinskijraccontato con fascino dal Kabinetttheatre e i sette meravigliosi musicisti dell’Officina Musicale” (DiePresse, dicembre 1999).L’Aquila 2011 Riraccontare Verdi“ S. vulnerabil polpa – per non dire il Falstaff” di Alessandro Sbordoni“L’esecuzione diretta da Orazio Tuccella si avvale del contributo dell’Officina Musicale, un complessoche riconferma ad ogni occasione la solidità della preparazione e bravura degli esecutori” MichelangeloZurletti, La Repubblica, 27.11.2001; Firenze (Maggio Musicale Fiorentino) “Orazio Tuccella directed themusical performance with splendidautorithy” The Times. 21.5.1992; Ravenna, “Sono rimasta colpitadalla altissima qualità. dell’esecuzione” Cristina Muti, Presidente del Ravenna Festival,11.07.2002.

Nella ricorrenza del centenario della morte di Giuseppe Verdi, il 26 gennaio 2001, l’Officina Musicale haeseguito in diretta, per la Terza rete radiofonica, la prima assoluta del ‘Vappensiero (per non dire ilNabucco)’: musiche di Antonello Neri, drammaturgia e recitazione di Vittorio Sermonti. Ha registrato uncd con musiche di Henri Pousseur (“tesmusiciens e toim.meavezfait un travail tout a faitmagnifique.d’une conscienceexceptionelle”, H.Pousseur, 7.7.2001).

Il 27 gennaio 2005, in occasione della“GIORNATA DELLA MEMORIA”, su invito della Presidenza della Camera dei Deputati, ha tenuto unconcerto presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio. La stessa Camera dei Deputati ne hastampato la registrazione live su DVD.

Ha dedicato (progetto “Widmung”) omaggi musicali, presenti gli artisti, a Jannis Kounellis (2 luglio

2005) Jurij PetroviċLjubimov (9 settembre 2005), fratelli Taviani (10 maggio 2008), Ermanno Olmi (29maggio 2009), Georg Brintrup (2010). Ha eseguito l’Histoire duSoldat, nella versione napoletana a curadi Lello Arena, prima esecuzione Teatro Comunale dell’Aquila (ottobre 2007), Taormina Arte, Teatro diSegesta, Cappella Paolina del Quirinale, concerto inaugurale alla presenza del Capo dello Stato dellaStagione dei Concerti di Radio3 in collaborazione con Rai Quirinale.

Ha inciso i Divertimenti di Mozart KV 247 & 334 per la casa discografica Fuga Libera. Collaborazioniartistiche: Lello Arena, KabinetttheatreWien, Jannis Kounellis, MoniOvadia, Michelangelo Pistoletto,Cochi Ponzoni, Vittorio Sermonti. Nel gennaio 2012, a L’Aquila, premiere della versione per 16strumenti di The Dark Side of The Moon dei Pink Floyd, arrangiata da M. Hamlyn per l’OfficinaMusicale, Ensemble in Residence del Rifugio di Rocca Calascio , nel Parco Nazionale del Gran Sasso.

Nel gennaio 2012, Ridotto del Teatro di L’Aquila, la prima della versione per 16 strumenti di The DarkSide of The Moon dei Pink Floyd, arrangiata da M.Hamlyn per l’Officina Musicale, che poi è  diventataparte del progetto “ Made in England 1973”, comprendente brani di Mike Oldfied, Genesis, LedZeppelin, The Who (prima esecuzione, Teatro Romano di Terni nel luglio 2013)

 

INFO PER IL PUBBLICO

06. 58.16.987

339 80.41.777

www.iconcertinelparco.it

 

 

INFORMAZIONI

LUOGO

Villa Doria Pamphilj – Area antistante Casa dei Teatri

 

INDIRIZZO

Via di San Pancrazio, 10 – Roma

 

ORARIO SPETTACOLIh. 21.15

 In caso di maltempo gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Vascello – Via G. Carini 72

 

BIGLIETTERIA

I settore          € 15     ridotto I settore  € 13

II settore€ 10  ridotto II settore € 8

 

31 luglio

I settore          € 22                 ridotto I settore € 20

II settore€16                     ridotto II settore € 14

 

RIDUZIONI

Veli elenco dettagliato sul sito www.iconcertinelparco.it

Le riduzioni saranno applicate fino ad esaurimento posti in convenzione disponibili.

Accesso gratuito per diversamente abili e portatori di handicap fino ad esaurimento posti, ingresso ridotto per accompagnatore.

 

PREVENDITE

Vedi indicazioni specifichesito

 

PARCHEGGIO

Adiacente all’ingresso principale, di fronte il ristorante “Lo scarpone”

Mezzi pubblici

75, 44, 710, 870, 871

 

WC

Bagni per il pubblico interni alla Casa dei Teatri, di fronte alla platea

 

La XXIV Edizione del Festival, I Concerti nel Parco, Estate 2014, che si svolgerà a Roma dal 6 al 31 luglio2014, ritorna aVillaPamphiljdopo la scorsa edizione itinerante. La storica manifestazione dell’Estate Romana, è stata inserita da Roma Capitale tra i“Festival d’interesse per la vita culturale Città di Roma per il periodo 2014-2016”, vedendo riconosciuto così, all’interno dell’Estate Romana, un proprio peculiare modus operandi, che coniuga qualità e ricerca, tradizione e sperimentazione, consolidate collaborazioni con artisti di chiara fama e scoperta di giovani talenti, confezionando ogni estate un programma che si rivolge ad un pubblico attento alle proposte originali e di qualità, eterogeneo per età e gusti.

 

La manifestazione si svolge con il sostegno di Roma Capitale, in collaborazione con Acea e Siae, Regione Lazio,Assessorato alle Politiche Culturali e Giovanili, il patrocinio del Municipio XII ed è in attesa di conferma rispetto al contributo richiesto per l’edizione 2014 al Mibact, Dipartimento Spettacolo dal Vivo, già ottenuto nelle precedenti edizioni, la cui commissione di valutazione, si riunirà nel prossimo mese di luglio.

LEAVE A REPLY