Vignaledanza – Festival Internazionale di Danza e Arti integrate (36° edizione)

0
235
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotodedicato a Germana Erba

Il trentaseiesimo Festival Internazionale Vignaledanza prosegue un discorso artistico e culturale che valorizza la dimensione coreutica in tutti i suoi aspetti e conferma l’apertura alle arti integrate.

La manifestazione cosmopolita, amata e seguita dal pubblico e intessuta di collaborazioni su tutto il territorio regionale e nazionale, punta i riflettori sulla ricerca e sull’interazione di alto professionismo e pratica formativa.

Il programma dell’edizione 2014 di Vignaledanza si caratterizza per un’interessante selezione di lavori, di nuove coreografie di Compagnie affermate e di gruppi emergenti, accanto alla “fabbrica della danza” che sono lo stage e i concorsi. Il progetto artistico del Festival vede la Fondazione Teatro Nuovo impegnata in una politica di diffusione della cultura coreutica e dell’integrazione artistica, con significativa attenzione agli aspetti collaborativi e di condivisione sia sul piano artistico che operativo e di sensibilizzazione.

Grazie, Germana. Ti sentiamo vicina, nel disegno di queste colline, con la tua bellezza speciale, la tua intelligenza e la tua capacità di credere nelle idee, nel talento, nella formazione artistica, nella danza come linguaggio, strumento e ricerca libera, in questa terra, nelle persone e nell’arte tutta.

Gian Mesturino

Ideatore e Direttore Artistico Vignaledanza

——————————————————————————————————————————————————————————-

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – domenica 6 luglio ore 21.30 serata inaugurale

THE SOFIA FESTIVAL BALLET

Don Chisciotte

musica  Leon Minkus – scenografie Ivan Tokadjiev – costumi Meglena Ilieva

coreografia Marius Petipa, Alexander Gorsky

Don Chisciotte è un eccentrico gentiluomo di campagna che si ritiene legittimo successore dei cavalieri erranti medievali. Sogna ormai soltanto la sua nobile dama Dulcinea, per la quale combatterà le sue battaglie. I suoi sogni sono però bruscamente interrotti dal suo vicino Sancho Panza, che sta fuggendo dopo aver rubato un pollo, inseguito da alcune serve. Don Chisciotte lo nomina immediatamente suo scudiero e insieme a lui parte per avventure cavalleresche di guerra e amore.

Il Sofia Festival Ballet è la prima compagnia privata bulgara di balletto classico con forte vocazione rispetto alle tournée all’estero. La storia del balletto bulgaro sintetizza nelle sue ricerche la scuola classica russa e la libera ed espressiva danza tedesca. I solisti della Compagnia provengono da National Opera e Ballet di Sofia, Rousse State Opera e Ballet, National Opera e Ballet di Bucarest, Norwegian National Opera e Ballet; si tratta di artisti che si sono formati nelle prestigiose National School of Dance Arts di Sofia, Moscow Academic Ballet School di Mosca, State Academic School of Choreography ‘Vaganova’ di San Pietroburgo e Liceu de Coregrafie ‘Floria Capsali’ di Bucarest.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – martedì 8 luglio ore 21.30

TNT NEW EXPERIENCES

Attori e Danzatori Diplomati al Corso Di Formazione Professionale danzatore

contemporaneo presso FONDAZIONE TEATRO NUOVO – FONDO SOCIALE EUROPEO

Mani, occhi e labbra mute

testi Primo Levi, Karl Valentine, Salvatore Quasimodo

musiche Richter, Williams,  Tiersenn, Einaudi, Fabian, Mansell, Aubry, Lakatos, Bowlly, Madredeus

regia e coreografia Stefania Montorio, Giovanna Valerio, Antonio Della Monica – recitazione Domenico Berardi

Attraverso i laboratori d’improvvisazione, di ricerca coreografica e le lezioni tecniche di danza, sviluppati nell’ambito del Corso Professionale Danzatori Contemporaneo, nasce questo progetto teatrale che affronta in tutti i suoi aspetti il tema della Shoah.

L’attento lavoro di documentazione svolto dai docenti da un punto di vista storico, le scelte coreografiche affiancate e sostenute da un grande lavoro di ricerca musicale, hanno stimolato gli studenti ad una riflessione umana il cui risultato è stato anche il desiderio di indagine personale e documentaristica sul tema trattato. Questo progetto dimostra come si possa raggiungere un alto livello professionale quando si affianca il percorso tecnico di formazione dell’artista al percorso di formazione della persona.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – mercoledì 9 luglio ore 21.30

MAGNETICK BLUE WAVE DANCE COMPANY

Volare – Omaggio a Domenico Modugno

coreografie e direzione artistica Francesca Ostuni e Sara Marrari

Uno spettacolo made in Italy, poliedrico e versatile, adatto a tutti e coinvolgente che vuole, attraverso la danza, dedicare un ricordo all’indimenticabile padre dei cantautori italiani. In un’alternarsi delle sue canzoni più celebri, gli artisti in scena proporranno un viaggio colorato e poetico, un tuffo in un passato musicale che ha fatto storia. La scelta del tema è stata dettata dal desiderio di dar vita ad un genere musicale tanto intenso quanto sofisticato, dalle parole alla musicalità, con brani rivisitati da autori quali Massimo Ranieri, Luciano Pavarotti e Paola Turci.

ARTEMIS DANZA

The Rocky Pt.1

coreografia, regia, scene e costumiMonica Casadei – assistente alla coreografiaCamilla Negri

danzatoriFrancesco Colaleo eValentina Giolo

Cerone e belletto non sempre riescono a nascondere il nostro essere. Lo sa bene Frank-n-Furter, figura emblematica e trasgressiva del celebre musical The Rocky Horror Picture Show: le sue labbra scarlatte,la voce tonante, le parole ambigue, non possono mentire. Lo stesso vale per il timido Brad Major, che dietro quello sguardo da bravo ragazzo cela un’intricata rete di frustrazioni e inespresse perversioni. Dialogo di arti e parole che rivisitano una narrazione, a volte svelandone il sottotesto, altre volte asservendosi ad essa in uno scambio dialettico fra segno coreografico e dialogo verbale: questa l’idea che muove i corpi degli interpreti di The Rocky Pt1. In un’atmosfera horror e grottesca i corpi dei danzatori si deformano per dare sembianza ai pensieri contorti dei protagonisti del celebre musical di Jim Sharman. Un botta e risposta fra corpo e verbo in cui l’uno si fa doppio dell’altro, svelando, interpretando ed infine sublimando il pensiero in azione.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – giovedì 10 luglio ore 21.30

KARMA DANCE PROJECT prima Italiana

Retours, Ritorni

coreografie  Gigi Caciuleanu, Raffaele Irace, Alice Valentin

regia e luci Michel Bajou, Sergio Rissone (per «Aleph»)

musicista Ettore Biagi (Maggio Musicale Fiorentino, Accademia Nazionale Santa Cecilia)

con Isabelle Horovitz, Emmanuelle Klein, Alice Valentin, Ikki Hoshino, Daniel Victor Pop

Il collettivo parigino, fondato nel 2011 da Alice Valentin, ballerina torinese diplomata dall’Accademia del Teatro Nuovo, si esibisce al Festival Vignaledanza con un programma misto di prime italiane. Grande omaggio viene dato al coreografo rumeno Gigi Caciuleanu con la nuova creazione Pleine Lune, passo a due creato appositamente per il Festival Vignaledanza, e con QuadriX, un quatuor ludico tipico della teatralità tanztheater-bauschiana, con accenti drammatici che si mescolano alla leggerezza infantile e folle del teatro dell’assurdo. Segue il passo a tre Aleph, del torinese Raffaele Irace, che ci trasporta invece verso una possibilità di rinascita, di rinnovamento, e la cui partitura è basata sulla precisione del gesto e sulla connessione tra gli interpreti. I corpi, abitati inizialmente da una vibrazione diversa, talvolta contraddittoria, pian piano si domano fino alla fusione; la musica, composta su misura per la coreografia, é stata creata dal compositore francese Erwann Kermorvant, interpretata dalla Philarmonia Orchestra di Londra e registrata all’Abbey Road Studio di Londra. La coreografa francese Marie Perruchet propone Premiere lecture,  un passo a due ispirato dall’opera di André Gide, Les nourritures terrestres. Un incontro, un’ode alla vita lirica, sensuale e carnale rappresenta anche la giovinezza che si infiamma di desiderio, con pudore e esitazione, un cammino iniziatico verso la scoperta del piacere e dell’estasi. Vignaledanza sarà anche vetrina della prima coreografia di Alice Valentin, Etude, assolo ispirato dalle Trois pièces pour clarinette  di Igor Stravinski. La coreografia, fedele alla partitura, é marcata dalle sue difficoltà tecniche con le quali la ballerina dovrà misurasi. Una vera sfida, di ritmi indiavolati e imposti. Il corpo cederà allo spirito che sarà sublimato nella più pura forma di esecuzione.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – venerdì 11 e sabato 12 luglio ore 20.30

Concorsino Vignaleragazzi, Concorso Giovani Talenti e Prime Esperienze Coreografiche

a cura del Settore Formazione Fondazione Teatro Nuovo

I Concorsi, insieme ad Agon e allo stage, sono caratteristica forte di Vignaledanza e offrono l’opportunità di verificare il lavoro di un intero anno. La partecipazione ai Concorsi, integrata da frequentazione di lezioni con i grandi maestri e dal calendario di spettacoli, offre peraltro Borse di Studio per il Liceo Coreutico Teatro Nuovo.

Bando e scheda di iscrizione ai siti: www.vignaledanza.it, www.teatronuovo.torino.it.

con la partecipazione di TNT NEW EXPERIENCES

Nell’ambito della serata del 12 luglio, vengono presentate in prima assoluta le nuove coreografie di Robert North, Antonio Della Monica e Gianni Mancini appositamente create per gli stagisti di Vignaledanza 2014.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – giovedì 17 luglio ore 21.30

DACRUDANCECOMPANY

Kafka sulla spiaggia

liberamente tratto dall’opera di Haruki Murakami – Hip Hop Theather

coreografie Marisa Ragazzo e Omid Ighani – ideazione e regia Marisa Ragazzo – editing musicale Omid Ighanì

musiche The Doors, Flaming Tunes, Simon & Garfunkel, The Stranglers, Bronnt Kapital Industries,Boards Of Canada, Bonobo, Moondog, El-P, RZA, Kilimanjaro Darkjazz Ensemble, Hirano & Hideki, René Aubry

con Omid Ighani, Samar Khorwash, Jenny Mattaioli, Paolo Ricotta, Serena Stefani,

Claudia Taloni, Afshin Varjavandi, Tiziano Vecchi

Una potente contaminazione tra hip hop theatre, danza contemporanea, house, jazz rock e breaking.

KafkaSullaSpiaggia è la trasposizione danzata dell’omonima opera di Murakami, del geniale viaggio visionario e incantato dove si susseguono personaggi e rivelazioni senza mai giungere al cuore più profondo, che resta segreto e inattingibile. Il progetto d’un libro danzato è di per sè un viaggio, ma per i DaCru danzare KafkaSullaSpiaggia è divenuto un vero e proprio privilegio, sempre accompagnati dalla misteriosa anima di Murakami che, geniale e illuminata, tra tanti incredibili personaggi, pone i gatti al centro dell’attenzione, memorabili creature che sovente rubano la scena agli umani.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – venerdì 18 luglio ore 21.30

Daniele Cipriani Entertainment

ROSSELLA BRESCIA

Amarcord

liberamente ispirato all’omonimo film di Federico Fellini

in occasione del 40° anniversario di Amarcord (1973) e del 20° anniversario della scomparsa di Federico Fellini

coreografia e regia Luciano Cannito

musicheNino Rota eMarco Schiavoni, Alfred Schnittke, Glenn Miller, canzoni popolari degli Anni Trenta

scenografie Carlo Centolavigna – costumiRoberta Guidi di Bagno – luci Alessandro Caso

Gradisca Rossella Brescia – Titta Nicolo’ Noto

Il balletto Amarcord è liberamente ispirato al film in cui Fellini ricorda/reinventa la sua vita di ragazzo in una Rimini della prima metà degli anni Trenta.

È un divertente e melanconico affresco dell’Italia fra le due guerre, dove il Fascismo e la Chiesa esercitavano il loro potere, influenzando la cultura ed il costume. La storia di Titta, alter–ego del Fellini adolescente, e della sua famiglia si inserisce armoniosamente in un contesto di piccoli ritratti (Gradisca, Volpina, la tabaccaia) e di aneddoti legati ad un filo comune che li rende interdipendenti e dove affiora comunque sempre la spensieratezza e la voglia di vivere propria degli Italiani dell’epoca. L’intento del balletto è trasportare coloro che lo guardano in un viaggio di condivisione, dove tutti si rivedano in ciò che accade in scena, sentano il profumo che si respirava negli anni Trenta, ricordino ciò che eravamo noi, quegli Italiani la cui storia non si studierà mai in alcun libro, quelle persone semplici di provincia. Un po’ come rivivere cose già vissute, come rivivere uno spaccato dell’Italia a cavallo tra le due guerre, dell’Italia piccola, quella della gente comune, con i problemi di tutti i giorni.

“Cannito -scriveva il critico del Corriere della Sera Mario Pasi- guarda dentro di sé e osserva gli altri al tempo stesso, da fuori, così può renderci le idee dei lussi irraggiungibili, il mitico Grand Hotel e il salone viaggiante del Rex. Ma poi è la terra, con i suoi spiriti, a prendere il sopravvento, perché le favole sono finite, perché anche i più ambiziosi si accontentano di poco. Perfino Gradisca, femmina esemplare, accetta un giovane povero che fa il carabiniere… così si esorcizzano le tragedie, ma senza dimenticarle: si ride dell’olio di ricino somministrato dai fascisti, ma non si dimentica, si fa dell’ironia sui nazisti maiali, ma non si dimentica. Vino, donne e canto potremmo dire a tempesta passata. Il presente si abbraccia e poi non è così male”. Proposto per la prima volta nel 1995 al Teatro San Carlo, Amarcord è andato in scena anche al Teatro alla Scala, al Metropolitan di New York, Orange County di Los Angeles) e al Teatro Massimo di Palermo, riscuotendo ampi successi. Questa è una versione coreografica espressamente rivisitata, che vede nel ruolo di Gradisca Rossella Brescia.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – sabato 19 luglio ore 21.30

FLAMENQUEVIVE

TerrAdentro

danza flamenca Gianna Raccagni – danze sud Italia Moira Cappelli

voce, chitarra battente, percussioni Mico Corapi – voce e chitarra flamenca Marco Perona

chitarra flamenca Alberto Rodriguez – chitarra Francesco De Vita – Violino Erica Scherl

Una miscela di vitalità, temperamento e passione, TerrAdentro rappresenta una straordinaria combinazione di musica e danza di due terre del sud: Spagna e Italia, con tutti i loro sentimenti, contraddizioni ed espressioni. Il flamenco si fonde con le tradizioni del sud Italia dando vita a sonorità nuove ed accattivanti. Un’ode alla femminilità, un inno alla vita e alle passioni umane. Folcklore a moderne visioni che mai dimenticano la propria terra d’origine

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – domenica 20 luglio ore 21.30

EVOLUTION DANCE THEATER

ElectriCity

artistic director, choreographer, special light effects Anthony Heinl

associate director, assistant Nadessja Casavecchia

technical director Mimmo L’Abbate – light design Adriano Pisi

con Anthony Heinl, Nadessja Casavecchia, Chiara Morciano, Eleonora Saba, Chiara Verdecchia,

Roberto Tallarigo, Davide Colletti, Carim di Castro

Torna in scena la Compagnia che la scorsa stagione ha ipnotizzato il pubblico di tutta Italia con effetti speciali e acrobazie volanti! Il viaggio sensoriale dell’ultima produzione di eVolution Dance Theater, si trasforma da un’atmosfera più rarefatta e d’immaginazione di FireFly, ad una realtà più concreta di una Città Elettrica, contenitrice ed evocatrice di forza ed energia in movimento. Le nuovissime e vibranti coreografie, accese nei colori e nei toni immaginifici, rappresentano un grande quadro elettrico in cui le diverse “energie” danno vita a stimoli e sensazioni sorprendenti e inaspettate. Saranno nuovamente scene singole a introdurci in questo scenario tecnologico, in pieno accordo con ciò che è l’armonia del corpo umano. Un tuffo tra futuro e passato, tra vecchio e nuovo, un presente che elabora ciò che é stato e ciò che si delinea come suo “futuro ideale”. Un’atmosfera onirica nella quale viene rivisitato il concetto di verità e lo stupore nel percepire l’esistenza di altri modi di vedere. Come di consueto, il coreografo Anthony Heinl non ha ricercato una drammaturgia finale, sicuro dell’idea che l‘arte e la creatività possano essere un percorso stupendo di ricerca che non sempre necessita di un fine concreto.

L’unico scopo è il piacere di percorrere un altro viaggio con l’intento di trasmettere una positività contagiosa che possa avvicinare qualsiasi tipo di pubblico alla danza, con onestà intellettuale e fascino del linguaggio corporeo.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – giovedì 24 luglio ore 21.30

ERSILIADANZA

Camping Paradise

ideazione, coreografia, regiaLaura Corradi – musiche originaliFabio Basile

disegno luci e allestimento scenicoAlberta Finocchiaro assistente alla coreografiaMidori Watanabe

costumiVeronica Nieddudirettore organizzativoAugusto Radice

conMidori Watanabe e Chiara Guglielmi

Uno spaccato ironico di vita estiva nel campeggio di una località marina. Due donne, un uomo, ognuno con la sua tenda, affrontano la vacanza che deve essere bellissima, gratificante, rilassante, ricostituente. Sono tanti però i motivi per cui il vero relax non arriva quando lo si comanda, motivi interni ed esterni a loro: fermare il corpo infatti non vuol dire fermare anche la mente e lasciarsi tutto alle spalle. Oltretutto il luogo appare sinistro ed inquietante, il cellulare non ha campo e le conversazioni telefoniche sono disturbate e interrotte, il sole non si fa quasi vedere. Tornare a casa? Non si fa, la vacanza non è finita, bisogna socializzare, fare nuove amicizie e molto foto, organizzare una bella cena anche se tavola e sedie sono pieghevoli come si usa in campeggio. La danza è eccentrica e avventurosa, almeno quanto le modalità che usano i tre per godere della vacanza. I corpi si mescolano agli oggetti quotidiani del bravo campeggiatore e tra grovigli di sentimenti vecchi e nuovi nascono relazioni complicate e improbabili.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – venerdì 25 luglio ore 21.30

SONICS

Sonics Vs Fringe

creato e diretto da Alessandro Pietrolini – coreografie aeree e costumi Ileana Prudente

disegno luci Niki Casalboni e Alessandro Pietrolini

Acrobazie aeree mozzafiato, macchine sceniche imponenti e tutta la multiforme e geniale fantasia del nouveau cirque raccontano la storia di come ognuno di noi spesso si affidi a pozioni magiche o a falsi santi per affrontare il quotidiano dimenticando che l’unico vero “elisir” della vita risiede dentro noi stessi e nella capacità di emozionarci di fronte alle cose semplici. “Se solo imparassimo a scollegarci dalla realtà…” ognuno di noi avrebbe dentro di sé il suo pianeta Meraviglia, il luogo in cui contenere l’emozione non convenzionale, il luogo in cui rifugiarsi quando quello che ci sta intorno sbiadisce i contorni del nostro essere. Adrenalina e stupore sono gli ingredienti di questa favola moderna che nasce con lo scopo di trasportare lo spettatore negli spazi nascosti, infiniti e meravigliosi della fantasia umana; luoghi animati da animali e fiori anomali in cui una carezza si trasforma in una straordinaria storia d’amore sospesa per aria.

Vignale Monferrato, Piazza del Popolo – sabato 26 luglio ore 21.30

ALMATANZ con Venus Villa e Rolando Sarabia

coreografia Luigi Martelletta

Carmen

Sangue, amore, morte: ecco gli ingredienti di questo nuovo spettacolo. Il sipario si apre con la scena finale e poi, attraverso una voce narrante, si snoda man mano come riavvolgendo simbolicamente un nastro, come in un flashback, fino alla scena iniziale.

Credo che, nell’immaginario collettivo, quando si parla della Carmen, la si associ a immagini immediate: zingari, ventagli, Spagna, toreri e a tutto ciò che il melodramma di Bizet si porta dietro; ho quindi pensato di andare in profondità, di immaginare una Carmen e soprattutto gli altri personaggi con delle sfumature e dei profili completamente diversi o comunque mai rappresentati. Il rapporto che lega Josè a Carmen è quello distinto dalla consapevolezza dell’amore e del destino intesi come un’entità fatalmente predeterminata, che vive sapendo perfettamente di non poterla alterare”.

Oltre all’intero ensemble formato dalla coproduzione delle due compagnie “Compagnia Nazionale” e compagnia “Almatanz” lo spettacolo proporrà come interpreti principali: Rolando Sarabia e Venus Villa due artisti di fama mondiale, etoilès dell’American Ballet Theatre.

Carmina Burana

I Carmina Burana sono testi tedeschi del dodicesimo secolo; alcuni di questi testi o poesie furono musicate da Carl Orff e ne derivò una partitura per soprano, tenore e baritono, orchestra e danzatori. Attraverso una lunga ricerca, abbiamo individuato alcune poesie di natura profana e goliardica; non si tratta, tuttavia, di poesie contro la chiesa come istituzione divina, anzi, il concetto è dato per scontato in ogni canto. Nessun canto attacca la chiesa ma solo i suoi membri corrotti. I versi saranno molteplici: dalle canzoni d’amore ad alto contenuto erotico, alle parodie blasfeme delle liturgie, fino ad un moralistico rifiuto della ricchezza e alla sferzante condanna verso i rappresentanti della chiesa ritenuti alla ricerca del potere.

Vignaledanza: lo Stage

Vignale Monferrato, dal 7 al 26 luglio 2014

1ª settimana 7-12 luglio

Classico (base, intermedio, avanzato) – docenti Carla Perotti, Maria Elena Fernandez, Marisa Milanese

Contemporaneo docenti Robert North, Antonio Della Monica

Jazz docente Gianni Mancini

2ª settimana 14-19 luglio

Classico (base, intermedio, avanzato) – docenti Maria Elena Fernandez, Assunta Zavattieri

Contemporaneo docente Joseph Fontano; Jazz docente Gianni Mancini

3ª settimana 21-26 luglio

Classico (base, intermedio, avanzato) – docenti Maria Elena Fernandez, Mariagrazia Negro

Contemporaneo (tecnica Horton) docente Gianni Mancini

Jazz docente Gianni Mancini; Hip Hop docente Cesco Ceschin

NUOVE CREAZIONI DEI COREOGRAFI ROBERT NORTH, ANTONIO DELLA MONICA, GIANNI MANCINI

(su selezione) per gli stagisti di Vignaledanza 2014

 

*

36° Vignaledanza: informazioni e prevendite

www.vignaledanza.it

Biglietterie Festival

       TEATRO NUOVO – Torino, c. M.D’Azeglio 17 – tel. 011.6500205

TEATRO ERBA – Torino, c. Moncalieri 241 – tel. 011.6615447 TEATRO ALFIERI – Torino, p. Solferino 4 – tel. 011.5623800 – www.torinospettacoli.it

acquisto online: www.vivaticket.it

Prezzi biglietti e abbonamenti

Tnt New Experiences (8/7) – Volare – Rocky (9/7) – Concorsi Vignaleragazzi e Giovani Talenti (11 e 12/7)

posto unico € 10 – ridotto € 6

Retour,Ritorni (10/7) – Kafka sulla spiaggia (17/7) – ElectriCity (19/7) – Camping Paradise (24/7)

posto unico € 15 – ridotto €12

Don Chisciotte (6/7) – Amarcord (18/7) – TerrAdentro (19/7) – Sonics (25/7) – Carmen (26/7)

posto unico € 20 – ridotto € 16

abbonamento 10 spettacoli: posto unico € 110 – ridotto € 80

abbonamento a 6 spettacoli a scelta: posto unico € 72 – ridotto € 60

Le riduzioni su biglietti e abbonamenti sono riservate a: Under 26, Over 60, Scuole di danza, Gruppi, Convenzionati e Abbonati Torino Spettacoli, Abbonati Festival Piazza San Giovanni e Ferie di Augusto

per tutti gli aggiornamenti

tel. 011.6500211 – 392.7126022

segreteria@teatronuovo.torino.itnuovotnt@tin.it

siti: www.vignaledanza.itwww.teatronuovo.torino.itwww.liceoteatronuovo.com

facebook: Teatro Nuovo Torino – Fondazione Teatro Nuovo Torino – Liceo Teatro Nuovo

LEAVE A REPLY