Gesualdo/Danza 2014 – Rassegna di danza contemporanea

0
174
Condividi TeatriOnline sui Social Network
foto
Foto di Bart Grietens

Il Teatro “Carlo Gesualdo”, con la direzione artistica di Adriana Borriello, coreografa irpina di nascita, affermata esponente della danza contemporanea europea, a cui è stato affidato il coordinamento del Progetto Danza del Teatro Comunale irpino, alza il sipario su “Gesualdo/Danza 2014” la prima rassegna dedicata alla grande danza contemporanea, giunta alla seconda edizione, e propone al pubblico avellinese tre performance di altissimo livello e un incontro formativo con i grandi protagonisti del panorama internazionale.

Dopo aver attivato nel novembre 2012 il primo corso di Laurea Triennale in Discipline coreutiche tecnico-compositive, in partnership con l’Accademia nazionale della Danza di Roma, Avellino si candida ad essere luogo privilegiato di rilevanza nazionale per i giovani talenti della coreografia, che si confronteranno con le più illustri esperienze di formazione in ambito sia regionale che nazionale ed internazionale.

“Gesualdo/Danza 2014”, oltre ad ospitare due capisaldi del panorama italiano e internazionale della Danza Contemporanea, darà centralità e visibilità alla nuova creatività degli giovani allievi-coreografi del Corso di Laurea in Coreografia.

Domenica 2 novembre alle ore 18.30, il Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino, in collaborazione con CDTM, il circuito campano della Danza, affida l’apertura della Rassegna alla P.A.R.T.S.Performing Arts Research and Training Studio, ad una delle più importanti Scuole di danza contemporanea a livello internazionale con sede a Bruxelles, che porterà sul palcoscenico del “Gesualdo”, in prima nazionale, lo spettacolo Re-Zeitung, con la coreografia di Anne Teresa De Keermaeker, una delle personalità più incisive della danza contemporanea. Una combinazione instabile di musica e danza, coreografia e improvvisazione, romanticismo e disillusione, sulle note di Bach, Schönberg e Webern.

Sabato 15 novembre alle ore 21:00, invece, sarà il turno di un coreografo italiano del calibro di Virgilio Sieni, direttore della Biennale di Venezia, Settore Danza, che per la prima volta porterà la sua Compagnia in Campania con una nuova produzione dal titolo “Dolce vita – Archeologia della Passione”. Cinque quadri coreografici che si inoltrano nel racconto evangelico della Passione di Gesù, dall’Annuncio alla Crocifissione, dalla Deposizione alla Pietà e alla Resurrezione, e ricercano il senso della comunità attraverso un arcipelago di avvicinamenti, tangenze, riconoscimenti, solidarietà, complicità, sguardi. Nasce così la necessità di dar luogo a un viaggio che riflette sul dolore e la bellezza, la pietà e la leggerezza. La giornata comincerà alle ore 12, con la conferenza stampa di presentazione del progetto di Virgilio Sieni.

I due spettacoli saranno anticipati e presentati giovedì 30 ottobre e giovedì 13 novembre nel corso di due incontri aperto a tutti dal titolo “Conversazioni sulla Danza Contemporanea” che vedrà Rossella Battisti, uno dei maggiori critici italiani della Danza, insieme ad Adriana Borriello, introdurre il pubblico del “Gesualdo” ai linguaggi dei coreografi e degli autori, esplicitare le loro poetiche e i loro principi estetici, in relazione ai fondamenti della danza contemporanea, delle sue pratiche creative e del generale contesto storico e artistico.

Sabato 17 gennaio 2015, alle ore 17 e alle 21, e domenica 18 alle ore 18.30, la rassegna si concluderà con il programma “On Stage”. Sul palco del Gesualdo, in una innovativa disposizione che vedrà lo spazio del palcoscenico condiviso tra pubblico e performance, per consentire maggiore vicinanza e intimità tra artisti e spettatori, gli insegnamenti e la pratica del Corso di Laurea convergeranno verso la creazione di brevi performance a cura degli studenti, sotto la guida di Adriana Borriello e di altri artisti docenti del Corso. “On Stage” aprirà inoltre le porte ad ex allievi del Biennio Specialistico in Coreografia dell’Accademia Nazionale di Danza e ad alcuni tra i talenti campani emergenti. I giovani coreografi coinvolti, tutti tra i venti e i trent’anni, hanno così occasione di misurare le loro capacità e sperimentare la loro creatività su una scena rigorosamente professionale.

 

COSTO BIGLIETTI E ABBONAMENTI

Per assistere agli spettacoli di “Gesualdo Danza 2014” il costo di ogni singolo biglietto, posto unico numerato, sarà di 18 euro, mentre l’abbonamento per gli spettacoli “Re-Zeitung” e “Dolve Vita – Archeologia della Passione” sarà di 30 euro.
Il Teatro “Carlo Gesualdo” anche per il cartellone “Gesualdo/Danza” ha previsto degli sconti per gli Under 30. Per i ragazzi con meno di 30 anni il singolo biglietto costerà 12 euro.

Per gli abbonati al Grande Teatro, Teatro Civile e ReD, assistere ai due spettacoli costerà soltanto 20 euro.

Per la performance “On Stage”, invece, il costo del biglietto, posto unico non numerato, sarà di 8 euro, mentre l’abbonamento a tutte e 3 le performance verrà 18 euro.

 

Per maggiori informazioni telefonare al numero 0825.771649 oppure 0825.771620        

 

 

LEAVE A REPLY