Workshop sulla Macchietta Napoletana

0
278
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fototenuto da Gennaro Cannavacciuolo e Angelo Savelli

al pianoforte Marco Bucci

presentato da La Scuola del Teatro di Rifredi
by Max Ballet Academy

 

Lo straordinario attore e chansonnier Gennaro Cannavacciuolo, attualmente in scena con grande successo, fino a domenica 26 ottobre, nello spettacolo Carmela e Paolino varietà sopraffino e il regista Angelo Savelli illustreranno, dandone una dimostrazione di lavoro, le caratteristiche dell’antica tradizione della macchietta comico-musicale che ha trionfato a Napoli fino ad alcuni decenni fa e che è oggi a rischio di estinzione.

Un viaggio competente e non nostalgico per scoprire quanto questa forma popolare di espressione sia ancora efficace e appassionante!

Nel 1981, Eduardo De Filippo pubblicava sull’ordine del giorno del suo teatro:

Ringrazio Gennaro Cannavacciuolo per la collaborazione, ma soprattutto per l’impegno e la serietà con cui ha affrontato ben due sostituzioni; e non è finita qui…” E infatti non è finita lì, da allora Gennaro Cannavacciuolo ha collezionato successi e scritture prestigiose. Strepitoso attore e cantante Cannavacciuolo oggi è sinonimo di eclettismo, di classe, di talento e fantasia ineguagliati. L’ultimo erede di una grande scuola teatrale di un tempo, che lo rendono capace di affrontare con disinvoltura il comico, il tragico, il cabaret, e di rispolverare il repertorio dell’avanspettacolo e della rivista.

L’aretino Angelo Savelli, cresciuto all’ombra di Carlo Cecchi e di Roberto De Simone, da cui eredita il gusto antropologico e l’amore per la musica popolare, è un appassionato di pastiches teatrali e letterari, abile riduttore ed adattatore, studioso del teatro popolare italiano, amante del teatro musicale dall’avanspettacolo al melodramma, passando per la canzonetta. Si è sempre interessato alla grande tradizione italiana del varietà, realizzando frizzanti e fortunati spettacoli tra cui Café champagne, Core ‘e mamma e soprattutto Carmela e Paolino varietà sopraffino adattamento italiano del lavoro dello spagnolo Josè Sanchis Sinisterra.

 

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

 

Per info: tel. 055-4220361

LEAVE A REPLY