Cosa vuoi che sia – Siamo state bambine anche noi

0
225
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Stefania Patrizi
Foto di Stefania Patrizi

di e con Laura Anzani, Margherita Remotti, Lisa Vampa

in collaborazione con Fernando Coratelli

luci Alessandro Tinelli

coreografie Chiara Leonetti

produzione Merenda

Cosa vuoi che sia è uno spettacolo che parla delle donne, un monologo interpretato da diverse voci femminili. Differenti realtà che si uniscono in una grande storia, unica e condivisa insieme. È un luogo fisico e dell’anima, in cui gettare la maschera, svelare fragilità, vulnerabilità, sogni e desideri.

Lo spettacolo porta in scena una polifonia di voci che attraversa quattro quadri ispirati alla vita e alle vicende non solo di donne comuni – specchio dei nostri tempi – ma anche di eroine della storia e del teatro internazionale come Celia della Cerna, madre di Che Guevara, Virginia Wolf, Anna Achmatova e Filumena Marturano.

I diversi quadri vogliono svelare il coraggio al femminile, accompagnando il pubblico nell’esperienza di vivere queste storie in prima persona, cominciando dall’incontro con le tre protagoniste che avverrà prima ancora dell’inizio dello spettacolo.

In circa un’ora di tempo, le tre attrici vivono vite intense e legate da un fil rouge che si snoda dalla disperazione in cui il silenzio può richiudere, fino al messaggio di speranza per un cambiamento radicale e voluto verso l’incontro con i loro desideri più profondi e più veri.

Per il trailer dello spettacolo clicca qui: https://www.youtube.com/watch?v=iEkU8Ic2iiU

Cosa vuoi che sia…” è la frase con cui una delle prostitute del primo quadro narrativo minimizza – o, almeno, tenta di farlo – quel carico di dolore ed insensatezza, che l’ha condotta a quella vita; e il duende, in fondo, resta sempre quello: quello di donne, che – nonostante tutto – hanno dovuto pararsi e rialzarsi, di fronte agli urti della vita. E, così, quel balletto finale, che le vede artefici di un’inarrestabile spirito di leggerezza, ma anche di non rinuncia, ha lo stesso sapore di una rinascita tanto impalpabile quanto incontrovertibile.”

(Francesca Romana Lino, Platealmente.it)

———

LAURA ANZANI

Nata e cresciuta a Milano,dopo un percorso nel cinema ed in pubblicità come producer prima e costumista poi, parte alla volta di New York, dove si ferma alcuni anni studiando presso la New York Film Academy e lo studio diretto da Susan Batson.

È stata diretta dalla regista australiana Gabriella Rose-Carter in spettacoli a Milano e New York dove ha anche partecipato a diverse produzioni indipendenti. Nel 2007 fonda Merenda insieme al regista Matteo Pellegrini e comincia ad occuparsi di produzioni teatrali.

Con Merenda debutta al Teatro Franco Parenti diretta da Michael Rodgers ne La bestia sulla luna di Richard Kalinoski.

Nel 2013 entra in TLLT e comincia la propria collaborazione con Teatro Libero portando in scena il premiato testo Speaking In Tongues di Andrew Bovell, diretto da Michael Rodgers.

Cosa vuoi che sia nasce poco dopo, in collaborazione con Margherita Remotti e Lisa Vampa, ed ora ha in programma altri spettacoli tra Milano, Roma e Palermo.

Da gennaio 2014 è membro della nota compagnia australiana Q44 con sede a Melbourne.

———

MARGHERITA REMOTTI

Attrice professionista diplomata presso il Centro Teatro Attivo di Milano, perfeziona i suoi studi presso l’Actor’s Center di Roma, celebre luogo di formazione di numerosi talenti del cinema e del teatro italiano, diretto da Michael Margotta (membro a vita dell’Actors Studio). Nel 2012 diviene membro a vita dell’Actor’s Center.

In passato ha pubblicato testi e racconti sulla rivista letteraria europea «Sud» e nel 2013 è uscito il suo primo romanzo: Vetro (Lite Editions).

È stata protagonista di diverse pièces teatrali (diretta tra gli altri da Michael Margotta, Gianluca Frigerio, Valeria Morosini, Emanuela Rolla), e di film indipendenti presenti in importanti festival internazionali: La Gabbia, diretto da Francesco Petruccelli (selezione ufficiale “I’ve Seen Films Festival” 2011); New Order, diretto da Marco Rosson, presentato in anteprima mondiale al “Los Angeles Italia Film Festival 2012”, dove ricopre il ruolo di protagonista femminile al fianco di Franco Nero e David Wurawa. Più di recente, ricopre il ruolo di attrice protagonista, aiuto regista e produttore esecutivo dello spettacolo L’ambigua storia di un bicchiere di Merlot, scritto da Fernando Coratelli, per la regia di Luca Busnengo. Lo spettacolo riceve il Premio Fersen 2014 per la miglior regia. La scorsa stagione debutta al Teatro Libero di Milano nel cast di Speaking In Tongues, premiata opera teatrale australiana scritta da Andew Bovell e rappresentata per la prima volta in Italia per la regia di Michael Rodgers. Nel luglio dello stesso anno, insieme a Laura Anzani e Lisa Vampa, debutta sempre al Teatro Libero con Cosa vuoi che sia, spettacolo ideato e diretto dalle tre attrici, e scritto con la collaborazione di Fernando Coratelli. È tuttora tra gli attori delle compagnie stabili del Teatro Libero con la compagnia Merenda.

———

LISA VAMPA

Nata e cresciuta a Napoli, si trasferisce presto a Londra dove, dopo aver lavorato per anni come medico ricercatore, riscopre la sua vena artistica e decide di voltare pagina, lasciandosi alle spalle la carriera universitaria per intraprendere quella di attrice. Comincia gli studi di recitazione a Londra, prima alla Central School of Speech and Drama e poi alla Guildhall School of Music and Drama, entrambe scuole di fama internazionale (Laurence Olivier, Harold Pinter, Judi Dench, Daniel Craig e Ewan McGregor sono solo alcuni degli allievi diplomati in queste scuole). Prosegue la sua formazione attoriale a New York dove studia per un anno al celebre Lee Strasberg Film & Theatre Institute per poi approfondire i suoi studi con l’ attore e regista americano Robert Castle, seguendo i suoi numerosi seminari intensivi tenuti in Francia, Svizzera e Italia. Nel 2008 si trasferisce a Milano dove comincia a collaborare a diversi progetti indipendenti tra cui cortometraggi, vincitori di premi internazionali, in cui riveste il doppio ruolo di attrice e produttrice. Negli ultimi anni ha partecipato a diverse produzioni teatrali lavorando tra gli altri con John Peter Sloan sul palco dello Zelig a Milano. Nel 2014 debutta al Teatro Manzoni di Milano con la pièce, inedita in Italia, Dolores dell’autore americano contemporaneo Edward A. Baker, di cui è anche co-autrice della traduzione ed adattamento italiano. A Milano continua il suo training attoriale con il regista Michael Rodgers ed è tuttora parte delle compagnie stabili del Teatro Libero di Milano con la compagnia Merenda con cui ha debuttato in Luglio 2014 con lo spettacolo Cosa vuoi che sia di cui è anche co-autrice. Attualmente sta portando in diverse città italiane gli spettacoli Dolores e Cosa vuoi che sia e sta lavorando a nuovi progetti per la stagione prossima.

———

NOTE:

La replica di sabato 13 dicembre sarà preceduta, alle ore 20.00, da un aperitivo (compreso nel prezzo del biglietto) a base di aloe vera offerto dall’azienda Forever Living Products, per valorizzare l’importanza di prendersi cura di sé con consapevolezza.

PROMOZIONE:

Chi volesse assistere a questo e allo spettacolo successivo, Dolores, sempre incentrato sulla figura femminile, in scena a Teatro Libero dal 15 al 17 dicembre, può acquistare i biglietti in un’unica soluzione al vantaggioso prezzo di € 24,00.

————-

Teatro Libero

Via Savona, 10 – Milano

———–

BIGLIETTERIA

PREZZI BIGLIETTI

Intero € 19,00

Ridotto under26 e over60 € 13,00

Soci Associazione Fluido Flusso € 12,50

Allievi Teatri Possibili con TPCard € 6,00

Allievi altre scuole di teatro € 10,00

Prevendita € 1,50

ORARIO SPETTACOLI
Da lunedì a sabato ore 21.00

Domenica ore 16.00

ORARI BIGLIETTERIA
Da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00

Nei giorni di spettacolo:
Da lunedì a venerdì fino alle 21.30
Sabato dalle 19.00 alle 21.30

Domenica dalle 14.00 alle 16.30

CONTATTI

02 8323126
biglietteria@teatrolibero.it

ACQUISTI ONLINE

www.teatrolibero.it

LEAVE A REPLY