Effetto Doppler

0
175
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoScritto da Lia Tomatis

Regia di Riccardo De Leo

con Riccardo De Leo, Gianluca Guastella e Lia Tomatis

produzione La Compagnia Onda Larsen

nell’ambito della rassegna 2014 “Teatro e Scienza: l’Albero della Conoscenza”

 

 

L’Associazione Onda Larsen presenta Martedi 18 novembre alle ore 21,00 al Teatro Astra in Via Rosolino Pilo 6 a Torino, nell’ambito della rassegna 2014 “Teatro e Scienza”: L’albero della Conoscenza”, in anteprima assoluta lo spettacolo “EFFETTO DOPPLER”, scritto da Lia Tomatis, per la regia di Riccardo De Leo e con Riccardo De Leo, Gianluca Guastella e Lia Tomatis.

Per la ricerca dell’Immortalità Lia Tomatis si ispira alla vita di Christian Andreas Doppler e alla teoria omonima che spiega in termini scientifici i fenomeni percettivi circa la frequenza e la lunghezza d’onda emessa da una sorgente in una situazione statica o dinamica.

 

Cosa hanno in comune un miliardario, un ricercatore universitario e una truffatrice? Una strana missione.

Tutto comincia con un’insolita proposta di lavoro per Federico, un ricercatore sottopagato della Facoltà di Fisica: deve andare a Venezia a dare lezioni private a un eccentrico miliardario, Cristiano.
Ma le lezioni che richiede sono particolari: Federico non solo dovrà insegnargli tutto quello che sa di Christian Doppler e i suoi studi, ma aiutare Cristiano a ripercorrere letteralmente tutte le tappe della vita del fisico. Claudia, la governante, dice di aver scoperto che Cristiano è la reincarnazione di Doppler e può raggiungere l’immortalità rivivendone punto per punto la vita (“si sa, non si può morire due volte”).  Alla fine i tre scoprono  il vero segreto della vita eterna…

Lia Tomatis con questa divertente commedia si pone questo interrogativo e lo pone al pubblico: se si ritorna sui propri passi, si può conquistare la vita eterna? Si può rivivere un momento?

Alcuni strumenti musicali sfruttano l’effetto Doppler per produrre particolari suoni onomatopeici, in medicina è usato per la rilevazione della velocità del flusso sanguigno, usando le sue formule, i radar determinano la posizione di un oggetto e i meteorologi individuano con precisione i fenomeni atmosferici, ma soprattutto l’effetto Doppler prova la continua espansione dell’universo, quindi perché non cercare di applicarlo per ottenere l’immortalità?

La conferenza “Le due culture da Charles Snow a oggi” a cura di Piero Bianucci, scrittore e giornalista scientifico, conclude la serata per riportare l’attenzione sull’importanza della collaborazione tra il mondo scientifico e il mondo umanistico per il miglioramento della società, della vita appunto.

INGRESSO LIBERO

TEATRO ASTRA

Via Rosolino Pilo 6, Torino


INFO: www.teatroescienza.it; http://ondalarsen.wix.com/ondalarsen

LEAVE A REPLY