Festival Insoliti (12° edizione)

0
209
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoIl 6 e il 7 dicembre l’Associazione culturale e di promozione sociale Artemovimento presenterà FESTIVAL INSOLITI 2014, la rassegna annuale legata alla danza d’autore, ideata e curata dalla coreografa torinese Monica Secco, direttrice artistica e presidente dell’Associazione Artemovimento. La manifestazione, giunta ormai alla sua 12esima edizione, si chiamerà, come sempre, Insoliti festival, ma diversamente dagli anni passati, sarà un tranquillo week end dove l’attenzione sarà maggiormente focalizzata sullo scambio, tra pubblico e artista, di messaggi e contenuti simbolici riguardanti aspetti che costellano quotidianamente la vita di tutti, favorendo come sempre lo scambio e il confronto artistico tra le realtà coreografiche piemontesi, emergenti o affermate da tempo, con la scena italiana e quella europea.

Festival INSOLITI continua anche per questa edizione la collaborazione con il Festival La Becquée che si terrà ad ottobre 2015 e con la Interational Platform of Choreographers di Almada (Portogallo): ogni anno le rispettive direzioni artistiche selezionano una compagnia che sarà ospitata presso il proprio Festival.

Due sono le novità di quest’anno: la collaborazione con il MEF – Museo Ettore Fico che ospiterà le performance di domenica 7 e l’inserimento nel programma di un assaggio del progetto di teatralità diffusa sul territorio “Artisti per casa giardino e cortile”.

Sabato 6 dicembre, a partire dalle h 17, il pubblico sarà invitato ad assistere alle perfomance in due appartamenti privati, il cui indirizzo verrà reso noto al momento della prenotazione. Al primo e al secondo piano, due salotti accoglieranno la Compagnia La Bagarre e la Compagnia francese Pour Un Soir, con due performance adattate per questi luoghi specifici.

Questa giornata è in collaborazione con “Artisti per casa giardino e cortile”, un progetto che intende trovare un modo immediato, accessibile e conviviale per avvicinare la gente alle arti: basta aprire le nostre case: nuovi condomini o palazzi antichi, in centro o in periferia, in quartieri storici o in quartieri nuovi di zecca.

Tutte le performance avranno l’ingresso a cappello.

Domenica 7 dicembre, il festival Insoliti si sposta al MEF-Museo Ettore Fico, in via Cigna 114, alle 16:30 e alle 18. La giornata, in collaborazione con il museo stesso, permetterà al pubblico di assistere alle performance di tre coreografi all’interno dei nuovi spazi museali, offrendo la possibilità di visitare anche la collezione. Gli artisti in scena saranno Monica Secco, Francesca Cola e Giulia Ceolin, Tommaso Serratore e Giorgio Bevilacqua. Ad ogni compagnia verrà dedicato uno spazio all’interno del percorso museale e il pubblico potrà spostarsi fra le opere per assistere agli spettacoli.

Sarà possibile, al termine delle performance, fermarsi al BAR-S, la caffetteria del museo, per una merenda o un aperitivo(non compreso nel biglietto). Ingresso al Museo + performance € 10, riduzioni: ridotto € 8 over 65, insegnanti, enti convenzionati; ridotto € 5 dai 13 ai 26 anni e possessori Abbonamenti Musei Torino Piemonte; gratuito fino ai 12 anni.

E per concludere, alle 21, si potrà assistere all’ultima performance del festival che sarà al Garage Vian, Via Castelnuovo 10/A: La Tela di Aracne, Agnes Browne. Regia ed interpretazione: Valentina Veratrini; chitarra e voce: Maurizio Bilardello

La performance avrà l’ingresso a cappello con tessera ARCI. Chi non avesse la tessera ARCI c’è la possibilità di effettuarla in loco al costo di 3 €.

Quest’anno la direzione artistica ha deciso di puntare ed investire sul lavoro di coreografi che si contraddistinguono per la qualità artistica e tecnica delle loro performance, ponendo l’attenzione sulla “reciprocità del sentire”, fissando per il Festival Insoliti 2014 questi obiettivi:

  • QUALITA’ ARTISTICA E RICERCA.

Insoliti punta sulla ricerca dal punto di vista coreografico, del gesto, della tecnica di movimento e dei contenuti, per offrire al pubblico le eccellenze, più o meno note, della scena nazionale ed internazionale.

  • INTERNAZIONALITA’.

Gli artisti e le compagnie invitate provengono da tutta Europa, così da offrire una panoramica quanto più eterogenea della danza contemporanea attuale.

  • ATTENZIONE AL TERRITORIO.

Allo stesso tempo si presta molta attenzione all’evoluzione della danza a livello locale, invitando compagnie giovani o affermate da tempo che operano sul territorio piemontese.

  • EDUCAZIONE DEL PUBBLICO.

Oltre a preparare professionalmente le future generazioni di danzatori e coreografi, attraverso i corsi di Formazione e Perfezionamento, si pensa ad “educare” il pubblico alla fruizione di spettacoli che talvolta possono risultare di difficile approccio contribuendo alla creazione di un bacino di pubblico preparato e pronto a recepire le diverse offerte culturali. Anche la scelta di portare la danza fuori dai teatri, ma pur sempre in “luoghi dell’arte”, come i musei, va in questa direzione.

Tutte le attività organizzate, dalle performance ospitate fino agli stage ed ai corsi di formazione, fanno del Festival Insoliti un momento culturale che accompagna il pubblico nel confronto con le nuove e molteplici forme d’arte.

  • SOSTEGNO ALLA CREAZIONE PER I GIOVANI COREOGRAFI.

Ogni anno vengono accolti in residenza artistica giovani coreografi piemontesi che hanno modo di usufruire della sala prove dell’Associazione Artemovimento, dell’affiancamento di tutor esperti che mettono a disposizione le proprie competenze e dell’ausilio e accompagnamento da parte della struttura Artemovimento per quanto riguarda le fasi di comunicazione, promozione e ricerca di date in rassegne e festival.

  • INCONTRO, CONFRONTO, SCAMBIO.

Insoliti è un’occasione di incontro fra realtà italiane e straniere che operano nel settore della danza contemporanea. Crea, infatti, momenti di scambio e vero confronto artistico, offre uno spazio e un’occasione di crescita professionale costante.

  • VISIBILITA’ ALLE COMPAGNIE OSPITI.

Insoliti è un canale permanente di comunicazione, un osservatorio internazionale sulla creazione, la produzione e la diffusione della cultura della danza contemporanea. Promuove l’avvicinamento del pubblico ad esperienze interdisciplinari e di contaminazione dei linguaggi.

  • SINERGIE FRA DIFFERENTI FORME ARTISTICHE..

Insoliti presta particolare attenzione alla contaminazione fra differenti forme artistiche e dedica spazi particolari e accuratamente scelti alle sperimentazioni performative che uniscono la danza, la musica, il teatro e le arti visive.

Come sempre ad accompagnare il programma del weekend ci saranno alcuni eventi collaterali:

Sabato 24 gennaio, sabato 7 febbraio e sabato 14 marzo 2015 Tre incontri con tre coreografi: laboratori di danza contemporanea con performance finale. A gennaio Francesca Cola, a febbraio Monica Secco, a marzo Tommaso Serratore.

Sabato 21 febbraio 2015 Artisti per casa, giardino e cortile. Un pomeriggio dedicato alle performance di attori, musici e danzatori in un appartamento del centro di Torino.

6 e 7 giugno 2015

Workshop con Marigia Maggipinto, ex componente dello storico Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch.

—————-

INFO:

Per prenotare le performance negli appartamenti privati:

Tel. Associazione Artemovimento 011/837451, info@artemovimento.org

Monica 348/3839624; Emanuela 349/0711263

www.artemovimento.org

LEAVE A REPLY