Beatrice Rana in concerto

0
246
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoOrchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Andrés Orozco-Estrada direttore

Beatrice Rana pianoforte

Berlioz Carnevale Romano

Čajkovskij Concerto per pianoforte n. 1

Čajkovskij Romeo e Giulietta

R. Strauss Il cavaliere della rosa: suite

—-

Al ritorno dalle vacanze, la Stagione Sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia offre al pubblico il debutto della giovane pianista Beatrice Rana (Sala Santa Cecilia, domenica 4 gennaio ore 18 – lunedì 5 ore 20,30 – martedì 6 ore 19,30).

Artista abituata a bruciare le tappe grazie alle sue doti innate e a tanta dedizione, Beatrice Rana si è diplomata all’età di sedici anni al Conservatorio di Monopoli (Bari) sotto la guida di Benedetto Lupo e a soli diciotto anni si è aggiudicata il Primo Premio al Concorso Musicale Internazionale di Montréal, in Canada, diventando così la più giovane pianista, nonché prima vincitrice italiana nella storia del concorso. Nel giugno del 2013 si è aggiudicata inoltre il Secondo Premio e il ‘Premio del Pubblico’ al prestigioso Concorso Pianistico Internazionale ‘Van Cliburn’, ennesimo riconoscimento di rilievo nella sua già sorprendente carriera.

A Santa Cecilia sarà interprete del Primo Concerto per pianoforte di Čajkovskij sotto la bacchetta di Andrés Orozco-Estrada – giovane direttore colombiano ma viennese di adozione è già ospite delle stagioni ceciliane. Il resto del programma offre pagine tra le più amate del grande repertorio sinfonico: un altro capolavoro di Čajkovskij, Romeo e Giulietta, patrimonio basilare per qualsiasi attento ascoltatore di musica classica così come il Carnevale Romano di Berlioz che descrive i fasti e l’allegria dello scatenamento della festa popolare del Carnevale e i lussureggianti ed elegantissimi valzer viennesi del Cavaliere della Rosa di Richard Strauss.

A soli vent’anni, la pianista Beatrice Rana si è già imposta sul panorama musicale internazionale guadagnandosi l’apprezzamento e l’interesse di organizzatori, direttori d’orchestra, critici e pubblico in numerosi Paesi. Nel giugno del 2013 si è aggiudicata il Secondo Premio e il ‘Premio del Pubblico’ al prestigioso Concorso Pianistico Internazionale ‘Van Cliburn’, ennesimo riconoscimento di rilievo nella sua già sorprendente carriera. Nel 2011 aveva già attratto l’attenzione generale vincendo il Primo Premio e tutti i ‘premi speciali’ al Concorso Internazionale di Montreal.

Beatrice Rana si è già esibita come ospite di serie concertistiche e festival prestigiosi di tutto il mondo, tra cui la Tonhalle di Zurigo, la Wigmore Hall di Londra, la Società dei Concerti di Milano, l’Auditorium du Louvre di Parigi, il Festival Pianistico Internazionale de La Roque d’Anthéron, il Festival Pianistico della Ruhr, il Festival Radio-France di Montpellier, il Festival de Lanaudière in Quebec, la Vancouver Recital Society, il Festival La Folle Journée di Nantes e il Festival Busoni di Bolzano. La giovane pianista italiana viene inoltre regolarmente invitata ad esibirsi in diverse sale concertistiche statunitensi.

Già ospite di prestigiose orchestre, Beatrice Rana si esibirà nella stagione 2014 – 2015 con orchestre del calibro della Los Angeles Philharmonic, la Detroit Symphony, la London Philharmonic, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, L’Orchestra Filarmonica della Scala. Collabora con direttori affermati quali Yannick Nézet-Seguin, Leonard Slatkin, Fabien Gabel, Miguel Harth-Bedoya, Andres Orozco-Estrada, Joshua Weilerstein.

Vincitrice di numerosi premi nazionali e internazionali quali il Concorso Muzio Clementi, il Concorso Pianistico Internazionale della Repubblica di San Marino e il Concorso Bang & Olufsen PianoRAMA, nel 2010 Beatrice Rana è stata selezionata come una dei sei pianisti per il Premio Arturo Benedetti Michelangeli, durante il quale si è esibita in recital e ha frequentato una prestigiosa masterclass con Arie Vardi, con il quale studia attualmente ad Hannover.

Nata nel 1993 in una famiglia di musicisti, Beatrice Rana ha debuttato come solista al fianco di un’orchestra all’età di nove anni, esibendosi nel Concerto in fa minore di Bach. Ha intrapreso lo studio della musica all’età di quattro anni e ha quindi conseguito il Diploma in Pianoforte a pieni voti, con lode e menzione d’onore, a sedici anni sotto la guida di Benedetto Lupo presso il Conservatorio Nino Rota di Monopoli, dove ha inoltre studiato composizione con Marco della Sciucca. Grazie al suo precoce talento musicale, durante gli studi le è stata assegnata una prestigiosa borsa di studio dal Ministero dell’Educazione, dell’Università e della Ricerca. Beatrice Rana ha inoltre seguito diverse masterclass in Italia, Francia e Stati Uniti tenute da musicisti del calibro di Michel Beroff, Aldo Ciccolini, Andrzej Jasinski, François-Joël Thiollier ed Elisso Virsaladze.

Beatrice Rana ha registrato i Preludi di Chopin e la Seconda Sonata di Scrjabin per l’etichetta discografica Atma. Questa sua prima incisione ha riscosso un notevole successo a livello internazionale.

Andrés Orozco-Estrada, è tra i direttori più richiesti della nuova generazione. Nel 2004 il suo debutto al Musikverein di Vienna ha riscosso unanimi consensi ed è stato salutato dalla stampa come “il miracolo di Vienna”. Da allora il direttore colombiano è stato ospite di rinomate orchestre internazionali e ha iniziato a collaborare con la Tonkünstler Orchester di cui nel 2009 è stato nominato Direttore Musicale, succedendo a maestri quali Kristjan Järvi, Carlos Kalmar e Fabio Luisi. Orozco-Estrada è anche Direttore Principale della Orquesta Sinfónica de Euskadi.

Nelle ultime stagioni ha diretto, tra l’altro, i Münchner Philharmoniker, Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, Wiener Symphoniker, Bamberger Symphoniker, Deutsches Symphonie Orchester di Berlino, Swedish Radio Symphony Orchestra, Orquesta Sinfónica de Madrid, Orchestra Sinfonica della Radio di Francoforte, New Japan Philharmonic Orchestra, Orchestra Sinfonica della Radio di Stoccarda, Junge Deutsche Philharmonie, NDR Radiophilharmonie di Hannover; ha inoltre diretto alla Komische Oper di Berlino e al Teatro dell’Opera di Stoccarda (La Traviata). Nel 2010 ha debuttato alla guida dei Wiener Philharmoniker sostituendo all’ultimo momento Esa-Pekka Salonen. Ha diretto anche la New World Symphony, City of Birmingham Symphony Orchestra e Orchestre Philharmonique de Radio France i Münchner Philharmoniker e l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, la London Philharmonic Orchestra, Netherlands Radio Orchestra e Rotterdam Philharmonic Orchestra. La sua incisione della Prima Sinfonia (Preiser Records) di Mahler con la Tonkünstler Orchester è stata inserita dalla rivista “Crescendo” tra i migliori album mahleriani. Nato nel 1977 a Medellín (Colombia), Andrés Orozco-Estrada ha iniziato giovanissimo lo studio del violino e a 15 anni lo studio della direzione d’orchestra. Nel 1997 si è trasferito a Vienna proseguendo gli studi con Urosˇ Lajovic, pupillo del leggendario Hans Swarowsky, presso l’Accademia Musicale di Vienna. Grande interprete del repertorio romantico, Andrés Orozco- Estrada si dedica con passione anche alla musica contemporanea e negli ultimi anni ha diretto prime esecuzioni di autori austriaci, spagnoli e sudamericani.

—–

Domenica 4 gennaio ore 18 – lunedì 5 ore 20,30 – martedì 6 ore 19,30

Biglietti da 19 € a 42 €

Info 068082058

 

LEAVE A REPLY