“Festival Prokof’ev” con Valery Gergiev e Leonidas Kavakos

0
349
Condividi TeatriOnline sui Social Network

gergievDue artisti in residence del calibro di Valery Gergiev e Leonidas Kavakos per un solo compositore, Sergej Prokof’ev, al quale l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia da mercoledì 10 a lunedì 15 dicembre dedica un intero Festival.

In questa occasione Gergiev salirà sia sul podio della grande Orchestra del Mariinskij, Teatro di cui è direttore artistico, che dell’Orchestra e del Coro di Santa Cecilia per dirigere le sette Sinfonie del compositore russo, i due Concerti per violino nell’interpretazione, appunto, di Kavakos, l’Ouverture Russa op. 72, la colonna sonora del film di Ejzenstein Ivan il Terribile.

Scritte nell’arco di circa 35 anni, le sette Sinfonie fino a qualche tempo fa non riscuotevano unanimi consensi e soprattutto non venivano eseguite con frequenza omogenea. Oltre alle più eseguite Prima e Quinta, successivamente hanno trovato spazio anche la Seconda e la Terza, mentre ancora oggi sono meno eseguite la Quarta, la Sesta – sinfonia dalla scrittura “dura e impervia” come sosteneva Miaskovskij – e la Settima, applaudita da Sostakovic, che la definisce “piena di gioia, lirica e piacevolissima per i suoi contenuti religiosi e tersi e per il suo linguaggio armonico e davvero insolito”.

Con il suo Stradivari “Abergavenny”, Kavakos sarà l’interprete dei due Concerti pagine in cui il celebre violinista greco potrà alternare alle straordinarie doti virtuosistiche, i colori e il calore del suo inconfondibile suono.

Particolarmente attratto dall’arte cinematografica, Prokof’ev comincia a legare il proprio nome a quello del regista Ejzenstein e oltre al famosissimo Aleksander Nevskij, compone Ivan il Terribile qui riproposto da Gergiev, questa volta sul podio dell’Orchestra e del Coro di Santa Cecilia.

Per l’importante occasione e per avvicinare il pubblico giovane ad un compositore come Prokof’ev, l’Accademia Santa Cecilia riserva un’agevolazione per tutti i possessori della tessera CARTA GIOVANI EUROPEA e CTS: biglietto a 5 euro anziché 40 in Galleria 8. Grazie al contributo della Regione Lazio e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, i giovani residenti e domiciliati nella Regione Lazio tra 14 e 35 anni, possono richiedere il rilascio gratuito delle tessere.

L’iniziativa non si esaurisce con la riduzione sul biglietto d’ingresso. Il 3 dicembre alle ore 17 presso la sede CTS ci sarà l’Introduzione al Festival, momento in cui due giovani musicologhe, Cecilia Niccolò e Silvia D’Anzelmo, tratteggeranno la vita del compositore parlando della sua produzione sinfonica e del rapporto di Prokof’ev con lo stalinismo concentrandosi sulla colonna sonora del film “Ivan il Terribile”. E’ necessario prenotare scrivendo una mail a: cartagiovani@cartagiovani.it;

Ascoltare e conoscere Prokof’ev può far vincere due esclusivi inviti al Concerto di Natale per la Pace a porte chiuse dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (16 dicembre ore 20,30 presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma). Come vincere? È facile, basta ascoltare Prokof’ev, inviare una mail a cartagiovani@cartagiovani.it scrivendo nell’oggetto “Contest creativo Prokof’ev” e inventando un lancio promozionale creativo che inviti i giovani all’ascolto delle sue opere, in massimo 140 caratteri. L’autore del testo più originale, scelto da una giuria composta da Accademia di Santa Cecilia, CTS e Carta Giovani avrà la possibilità di partecipare al Concerto. Importante: nella mail bisogna indicare nome, cognome, recapito telefonico, n. di tessera CTS o Carta Giovani, data e luogo di nascita.

Le recensioni con le impressioni e le sensazioni post concerto scritte dai giovani protagonisti saranno pubblicate su sito e social network dell’Accademia, CTS e Carta Giovani.

————-

Valery Gergiev

Valery Gergiev è Direttore Artistico e Direttore Generale del Teatro Mariinsky, Direttore Principale dell’Orchestra Sinfonica di Londra, Decano della Facoltà di Arti dell’Università Statale di San Pietroburgo, Presidente del Comitato Organizzativo del Concorso Internazionale Tchaikovsky e Presidente Onorario del Festival Internazionale di Edimburgo. Ha fondato e diretto numerosi festival tra cui lo Stars of the White Nights, il Gergiev Festival (Paesi Bassi) ed il Festival di Pasqua di Mosca. Nel 1997, in seguito alla scomparsa di Sir Georg Solti, Valery Gergiev ha preso la guida della World Orchestra for Peace. Al Teatro Mariinsly Valery Gergiev ha supervisionato la crescita di molti cantanti di livello mondiale. Sotto la sua direzione il repertorio per opera e balletto del Teatro è divenuto sempre più ricco e diversificato, comprendendo anche numerose opere classiche dal diciottesimo al ventesimo secolo così come composizioni contemporanee. Nel 2006 la Sala da Concerto è stata aperta sulla stessa area del laboratorio che era andato a fuoco, mentre il 2 maggio 2013 è stato aperto il nuovo Teatro Mariinsky (Mariinsky-II) a fianco dell’edificio storico, grazie al quale il Teatro Mariinsky è stato trasformato in un complesso concertistico senza rivali in Russia.

Fondata da Valery Gergiev nel 2009, la casa discografica Mariinsky ha già pubblicato più di venticinque dischi che hanno ricevuto lodi e consensi dalla critica e dal pubblico di tutto il mondo. Valery Gergiev collabora con rinomate orchestre di tutto il mondo tra cui la Metropolitan Opera, le Orchestre Filarmoniche di Vienna, New York e Rotterdam e la Filarmonica della Scala. I numerosi premi e riconoscimenti del Maestro comprendono prestigiose onorificenze governative dalla Russia, Germania, Italia, Francia, Giappone, Paesi Bassi e Polonia. Nel 2012 Valery Gergiev ha ricevuto il titolo di Dottore Onorario dell’Università di Stato di Mosca. Nel 2013 è divenuto leader della National Youth Orchestra degli Stati Uniti d’America, fondata su iniziativa della Carnegie Hall di New York, mentre nel 2015 diverrà Direttore Principale dell’Orchestra Filarmonica di Monaco.

————-

Mariinsky Orchestra

L’Orchestra Mariinsky è uno degli ensemble musicali più antichi della Russia. La sua storia risale al diciottesimo secolo, con lo sviluppo del Coro a Cappella della Corte Imperiale. Nel diciannovesimo secolo un ruolo fondamentale per lo sviluppo dell’orchestra è stato giocato da Eduard Napravnik, che l’ha diretta per più di mezzo secolo. L’eccellenza dell’ensemble è stata riconosciuta negli anni da numerosi musicisti di primo livello che l’hanno diretta, tra cui Berlioz, Wagner, von Bülow, Tchaikovsky, Mahler, Nikisch e Rachmaninoff. Negli anni dell’ex Unione Sovietica, le illustri tradizioni dell’ensemble sono continuate grazie a direttori quali Vladimir Dranishnikov, Ariy Pazovsky, Yevgeny Mravinsky, Konstantin Simeonov e Yuri Temirkanov.

L’orchestra ha avuto l’onore di essere la prima ad eseguire numerose delle opere di Tchaikovsky, Glinka, Mussorgsky, Rimsky-Korsakov, Shostakovich, Khachaturian ed Asafiev.

Dal 1988 l’Orchestra Mariinsky viene diretta da Valery Gergiev, musicista di prim’ordine e figura eminente nel mondo musicale. La sua guida ha portato l’orchestra ad una rapida espansione del repertorio, che attualmente comprende tutte le Sinfonie di Beethoven, Mahler, Prokofiev e Shostakovich, i Requiem di Mozart, Berlioz, Verdi, Brahms e Tishchenko e numerose opere di Stravinsky, Messiaen, Dutilleux, Henze, Shchedrin, Gubaidulina, Kancheli e Karetnikov.

L’Orchestra presenta programmi sinfonici in tutte le più prestigiose sale da concerto del mondo.

————-

Leonidas Kavakos

Leonidas Kavakos, nato ad Atene nel 1967, nel 1985 ha vinto il Concorso Sibelius e nel 1988 il Premio Paganini. Da allora si è esibito in concerto con direttori e orchestre di primissimo piano e collabora con rinomati festival internazionali, sia in recital che in formazioni cameristiche.

Attivo anche come direttore d’orchestra, dal 2007 al 2009 è stato direttore artistico della Camerata Salzburg, di cui era già direttore ospite principale dal 2002.

Nella stagione 2012/2013 ha eseguito con Emanuel Ax il ciclo delle Sonate di Beethoven al Musikverein di Vienna e a Berlino, che ha ripreso, ma con Enrico Pace, al Concertgebouw di Amsterdam e al Festival di Salisburgo. In ambito cameristico collabora anche con altri musicisti di primo piano quali Gautier e Renaud Capuçon, Antoine Tamestit, Denis Kozhukhin, ospite regolare dei festival di Verbier, Montreux, Edimburgo e Bad Kissingen. Nella stagione in corso è protagonista con Yuja Wang di una tournée europea ed ha in programma la ripresa del ciclo beethoveniano alla Carnegie Hall di New York e in Estremo Oriente.

La sua straordinaria carriera lo ha portato a collaborare con orchestre e direttori di primo piano quali Berliner Philharmoniker e Simon Rattle (in residence 2012/2013), Concertgebouw e Mariss Jansons, London Symphony e Valery Gergiev (“Artist Portrait” 2012/2013), Gewandhaus di Lipsia e Riccardo Chailly. Inoltre negli Stati Uniti si esibisce regolarmente con New York Philharmonic e le orchestre di Chicago, Boston, Philadelphia e Los Angeles. Nella stagione 2013/2014 ha debuttato con i Wiener Philharmoniker e Riccardo Chailly.

Ha al suo attivo una lunga serie di registrazioni; nel 1991 la versione originale del Concerto per violino di Sibelius ha meritato il Gramophone Award. Dal 2012 registra in esclusiva con Decca: l’integrale delle Sonate per violino di Beethoven con Enrico Pace ha meritato il Premio ECHO Klassik nella categoria “Strumentista dell’Anno” e una nomination al Grammy Award. Nell’ottobre 2013 è uscito il Concerto per violino di Brahms con l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia e Riccardo Chailly. Nei prossimi mesi verrà pubblicata la registrazione delle Sonate per violino di Brahms con Yuja Wang.  Leonidas Kavakos suona lo Stradivari “Abergavenny” del 1724. È stato ospite della nostra Società nel 2009 con la Camerata Salzburg nel doppio ruolo di direttore e solista, e nella stagione 2011/12 con i tre concerti dell’integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Beethoven per la quale ha meritato con Enrico Pace il Premio “Franco Abbiati” della Critica Musicale Italiana (2013, 32a edizione).

————-

mercoledì 10 dicembre – ore 20.30

Orchestra del Teatro Mariinsky

Valery Gergiev direttore

Sinfonie n. 1, 4, 5

————-

giovedì 11 dicembre – ore 20.30

Orchestra del Teatro Mariinsky

Valery Gergiev direttore

Leonidas Kavakos violino

Sinfonia n. 2, Concerto per violino n. 2, Sinfonia n. 7

————-

venerdì 12 dicembre – ore 19.30

Orchestra del Teatro Mariinsky

Valery Gergiev direttore

Sinfonie n. 3, 6

————-

sabato 13 dicembre – ore 18

domenica 14 dicembre – ore 18

lunedì 15 dicembre – ore 20.30

Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Valery Gergiev direttore

Leonidas Kavakos violino

Ouverture Russa op. 72, Concerto per violino n. 1, Ivan il Terribile

LEAVE A REPLY