Il Flauto Magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio

0
473
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoispirato all’opera in due atti di Wolfgang Amadeus Mozart

Direzione artistica e musicale Mario Tronco

elaborazione musicale Mario Tronco e Leandro Piccioni

da una produzione originaria di Fondazione Romaeuropa

e Les Nuits de Fourvière/Department du Rhone

Acquarelli, animazione e scene Lino Fiorito

Disegno luci Pasquale Mari

Costumi Ortensia De Francesco

Direttore tecnico e datore luci Daniele Davino

Fonico di sala Gianni Istroni

Fonico di palco Massimo Cugini

Backliner Lorenzo Policiti

Proiezionista Daniele Spanò

Motion Designer Raffaele Russo

Costumista Katia Marcanio

Tour Manager Federica Soranzio

Produzione esecutiva Pino Pecorelli per Vagabundos s.r.l

Ritorna al Teatro Menotti, in occasione delle festività natalizie uno spettacolo emozionante per tutte le età: lo straordinario successo internazionale dell’Orchestra di Piazza Vittorio. Un Flauto Magico contemporaneo, riletto, smontato e reinventato in sei lingue a ritmo di jazz, rap, mambo e pop.

L’opera di Mozart reinterpretata come se fosse una favola, tramandata in forma orale e giunta in modo diverso a ciascuno dei musicisti dell’orchestra. E così, come accade ogni volta che una storia viene trasmessa di bocca in bocca, le vicende e i personaggi si sono trasformati. Anche la musica, si evolve dall’originale, rivelando ed esaltando le potenzialità dell’Orchestra e del suo bagaglio interculturale, diventando così Il flauto magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio.

Un Flauto contemporaneo, ambientato in una moderna società multirazziale. Non c’è da stupirsi allora se Tamino e Pamina, Papageno, Sarastro e gli altri personaggi cantano in wolof, spagnolo, arabo, tedesco, portoghese e inglese.

Scenografie e costumi richiamano l’idea della favola: un’atmosfera magica e sognante, contrapposta al lato terreno e concreto dei musicisti.

—-

 

PERSONAGGI E INTERPRETI

Houcine Ataa (Tunisia) voce – Monostatos

Peppe D’Argenzio (Italia) sax baritono e soprano, clarinetti

Omar Lopez Valle (Cuba) tromba, flicorno – Narratore

Awalys Ernesto Lopez Maturell (Cuba) batteria, congas – Tamino

Zsuzsanna Krasznai (Ungheria) violoncello – Dama

Luca Bagagli (Italia) violino – Dama

Gaia Orsoni (Italia) viola – Dama

Carlos Paz Duque (Ecuador) voce, flauti andini – Sarastro

Sanjay Kansa Banik (India) tablas – voce

Pino Pecorelli (Italia) contrabbasso, basso elettrico – Ragazzo

Leandro Piccioni (Italia) pianoforte

Raul Scebba (Argentina) marimba, percussioni, timpani – Sacerdote

El Hadji Yeri Samb (Senegal) voce, djembe, dumdum, sabar – Papageno

Dialy Mady Sissoko (Senegal) voce, kora – Ragazzo

Ziad Trabelsi (Tunisia) oud, voce – Messaggero della Regina della Notte

Emanuele Bultrini (Italia), chitarre– Ragazzo

Fabrizio Savone (Italia) trombone, euphonium –

Stan Adams (Inghilterra) Trombone

e i musicisti ospiti

Maria Laura Martorana (Italia) voce – Regina della Notte

Sylvie Lewis (Inghilterra) voce, chitarra – Pamina

LEAVE A REPLY