Zhang Xian in concerto

0
300
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoOrchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Direttore Zhang Xian

——-

Čajkovskij allo specchio tra Shakespeare  con Romeo e Giulietta, La tempesta, Amleto  e Dante  Francesca da Rimini – nel secondo programma antologico consecutivo de la Verdi all’insegna del grande russo, principe assoluto del poema sinfonico. E in questa speciale occasione  non a caso dedicata a Renata Tebaldi, nel decennale della scomparsa – torna sul podio dell’Orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi il suo direttore musicale, la cinese Zhang Xian, cajkovskiana di razza.

Appuntamento dunque venerdì 19 (ore 20.30) e domenica 21 dicembre (ore 16.00), all’Auditorium di Milano in largo Mahler, per ascoltare in pieno clima natalizio un poker di capolavori assoluti.

Venerdì 19 dicembre, la tradizionale conferenza di presentazione del concerto, nel foyer della Balconata in Auditorium (ore 18.30, ingresso libero), per il cicloStoria della musica russa”, in collaborazione con l’Associazione Italia-Russia, propone Calibano, Amleto, Romeo e Giulietta secondo Čajkovskij. I relatori Enzo Beacco e Fausto Malcovati presentano la visione shakespeariana del genio russo, alla luce del particolare contesto storico e culturale della Russia zarista.

(biglietti euro 35,00/15,00; Info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar – dom ore 14.30 – 19.00, tel. 02.83389401/2/3; biglietteria via Clerici 3 (Cordusio), orari apertura: lun – ven ore 10.00 – 19.00, sab ore 14.00 – 19.00, tel. 02.83389.334  www.laverdi.org).

——-

Programma

Il secondo concerto monografico consecutivo dedicato a Čajkovskij si concentra sul poema sinfonico, un genere musicale a lui da sempre caro. Compositore puro, cioè alieno alle velleità di concertista, Čajkovskij cercò sempre di andare oltre i confini propri del linguaggio musicale assoluto. Credeva fino in fondo di esprimere i valori della musica, non solo con il suono ma anche con le altre dimensioni dell’arte, della letteratura in particolare. Mantenne il rapporto con la purezza dei generi canonici sonata e sinfonia, ma fu affascinato dalla fusione con la narrazione, nel romanzo come nella poesia. Accettò convinto la tesi di Liszt che la musica debba raccontare una storia, avere un programma, meglio se scritto da un letterato consolidato.

Ecco allora che Čajkovskij, in gioventù e maturità, affronta Shakespeare con Romeo e Giulietta, La tempesta, Amleto. E non ha timore con il Dante di Francesca da Rimini. Sono i quattro turbinosi capolavori che ascolteremo nell’interpretazione del nostro direttore musicale e cajkovskiano vero Zhang Xian.

Enzo Beacco

——-

Biografie

Zhang Xian, Direttore

Conosciuta per la sua “presenza dinamica nella buca” (The Guardian), Zhang Xian è Direttore Musicale dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi dal settembre 2009, per la sesta stagione consecutiva (2014-15).

Il concerto ai BBC Proms del settembre 2013, con un programma di arie verdiane (con il tenore Joseph Calleja) e la Sinfonia dal Manfred di Tchaikovsky, è stato trasmesso live sulle piattaforme BBC. Nella Stagione 2014/2015, Zhang Xian e l’Orchestra Verdi avranno un ruolo molto importante negli eventi culturali di EXPO 2015 che si terrà a Milano.  
In Europa Zhang Xian lavora al massimo livello come direttore ospite, lavorando regolarmente con orchestre come la London Symphony e il Royal Concertgebouw. Impegni futuri includono la Rotterdam Philharmonic Orchestra, la Netherlands Radio Philharmonic Orchestra, la BBC National Orchestra of Wales, la Gothenburg Symphony Orchestra e la European Union Youth Orchestra, con la quale sarà in tour in importanti festival europei nel mese di agosto 2015. 

Zhang Xian è costantemente presente in America del Nord e i suoi impegni in questa stagione includono la New Jersey Symphony, la Los Angeles Philharmonic e la Ottawa’s National Arts Centre Orchestra. Nella sua nativa Cina, dirigerà in questa stagione la Shanghai Symphony Orchestra, la China Philharmonic Orchestra e la Guangzhou Symphony Orchestra.  

Descritta da The Guardian come “cuore verdiano”, la scorsa stagione ha aperto le celebrazioni del bicentenario di Verdi con la produzione di Francesca Zambello de La forza del destino con la Washington National Opera e ha chiuso con un debutto di grande successo per la Welsh National Opera dirigendo Nabucco, sia a Cardiff che al Savonlinna Opera Festival.

I prossimi impegni operistici sono Romeo e Giulietta per il Teatro alla Scala in autunno 2014, il ritorno alla English National Opera in autunno 2015 e il suo debutto con la Den Norske Opera a gennaio 2016.  

Durante la sua carriera Zhang Xian ha sostenuto diversi compositori cinesi. Nel maggio 2008 ha completato un tour di sei concerti in Cina con l’Orchestra della Juilliard School, durante il quale è stata eseguita a Shanghai, Pechino e Suzhou Ge Xu di Chen Yi. Ha anche condotto Fanfare di Huang Ruo con la New York Philharmonic; dirigerà Iris Dévoilée di Qigang Chen con la BBC National Orchestra of Wales, e Resurrection Concerto di Tan Dun con la Filarmonica di Los Angeles, come parte dei festeggiamenti per il Capodanno cinese.

Nel 2011 Zhang Xian è stata nominata Direttore Artistico della NJO, Dutch Orchestra e Ensemble Academy.

Nata a Dandong, Cina, ha fatto il suo debutto professionale con Le nozze di Figaro alla Central Opera House di Pechino all’età di 20 anni. Ha studiato al Conservatorio Centrale di Beijing – ottenendo sia il diploma che il Master of Music – dirigendo per un anno prima di trasferirsi negli Stati Uniti nel 1998, dove nel 2002 è stata nominata Assistant Conductor della New York Philharmonic, diventandone successivamente Direttore Associato e prima titolare della Arturo Toscanini Chair.

 

LEAVE A REPLY