Aida

0
330
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Gregor Hohenberg
Foto di Gregor Hohenberg

Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Banda Musicale della Polizia di Stato

Antonio Pappano direttore

Ciro Visco maestro del Coro

Anja Harteros soprano – Aida

Jonas Kaufmann tenore – Radames

Ludovic Tézier baritono – Amonasro

Ekaterina Semenchuk mezzosoprano – Amneris

Erwin Schrott basso – Ramfis

Marco Spotti basso – Re

Paolo Fanale tenore – Messaggero

————

 

E’ l’evento musicale più atteso dell’anno e sarà tra le più importanti produzioni discografiche (l’incisione è avvenuta in questi giorni per la Warner Classics in Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica): è Aida di Giuseppe Verdi che Antonio Pappano dirigerà sempre all’Auditorium Parco della Musica di Roma venerdì 27 febbraio, in forma di concerto per la Stagione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Sul podio dell’Orchestra e del Coro di Santa Cecilia (istruito da Ciro Visco) Pappano avrà al suo fianco un cast di altissimo rango che annovera i nomi di Anja Harteros (Aida), Jonas Kaufmann che interpreta per la prima volta il ruolo di Radames, Ludovic Tézier (Amonasro) Ekaterina Semenchuk  (Amneris) Erwin Schrott (Ramfis) Marco Spotti  (Re).

L’eccezionalità di questa Aida ha fatto registrare subito il tutto esaurito, con richieste e acquisto dei biglietti effettuati dai Paesi più lontani. Infatti la platea del 27 avrà un carattere di assoluta internazionalità, con spettatori che giungono dai luoghi più disparati come il Qatar, Giappone, Cina, Finlandia, Spagna, Egitto, Venezuela, Russia, Stati Uniti, Germania, Svizzera, Austria, Olanda, Francia, Irlanda, Norvegia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Repubblica Ceca, Argentina, Brasile, Ungheria, Svezia e anche tutta la stampa mondiale seguirà l’impegnativa produzione lirica di Santa Cecilia.

Nella storia discografica dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia compare già una incisione dell’Aida. Nel 1951 fu registrata per la DECCA nella Sala di Via dei Greci un’Aida che allineava cantanti del calibro di Renata Tebaldi, Mario Del Monaco, Ebe Stignani e Aldo Protti. Sul podio Alberto Erede. Il disco, pubblicato l’anno successivo, ebbe un enorme successo e fu utilizzato nella trasposizione cinematografica dell’opera (nel 1953) che aveva come protagonista Sophia Loren alla quale, naturalmente, fu la Tebaldi a prestare la propria voce.

Mapei è lieta di supportare l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia come Partner del Concerto straordinario Aida in forma di concerto, diretto dal Maestro Antonio Pappano con un cast internazionale all’Auditorium Parco della Musica di Roma il prossimo 27 febbraio.

Prosegue così una collaborazione cha ha già visto Mapei al fianco dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in numerose occasioni, con il sostegno alla Festa di Santa Cecilia nel dicembre 2014, al Concerto per i 60 anni dal debutto di Daniel Barenboim nel 2012, al Concerto di Claudio Abbado e Martha Argerich nel 2011 e con Il Signore degli Anelli a Roma e il concerto a Torino nell’ambito del Festival Mito, nel 2009.

L’attenzione che da sempre Mapei rivolge all’arte e alla cultura è un credo aziendale che ha radici lontane nel tempo e nasce dalla ferma convinzione che il lavoro “non possa mai essere separato dall’arte e dalla passione”.

————

L’AIDA di Pappano: gli interpreti

Jonas Kaufmann è nato a Monaco di Baviera e ha studiato canto all’Accademia di Musica e Teatro di Monaco. Dal suo debutto nel 2006 al Metropolitan di New York Kaufmann canta nei più importanti teatri del mondo tra cui La Scala, il Teatro dell’Opera di Parigi, la Wiener Staatsoper, Bayerische Staatsoper, di Monaco il Covent Garden di Londra. Il suo repertorio è assai vasto e include Verdi, Puccini, Cilea, Giordano, Massenet, Bizet, Gound, Beethoven, Wagner, Strauss. Con l’Aida diretta da Antonio Pappano, incisa da Warner Classics e prodotta da Santa Cecilia con l’Orchestra e il Coro di Santa Cecilia, Kaufmann debutta nel ruolo di Radames. Numerosi sono i CD e DVD che ha inciso Kaufmann e grandi acclamazioni riceve sempre nei suoi recital dove interpreta la musica liederistica (Schumann, Schubert, Wagner, Mahler, Strauss, Liszt, Duparc, Britten ecc.).

Anja Harteros è riconosciuta a livello internazionale come uno dei soprani più importanti dei nostri giorni. Ha calcato le scene dei più importanti teatri d’opera come il Metropolitan Oper, il Teatro alla Scala, la Deutsche Oper di Berlino, la Staatsoper di Vienna, il Semper Oper di Dresda, la National Opera de il Festival di Salisburgo dove ha debuttato con una sensazionale Elettra in Idomeneo nel 2006. Nel maggio del 2008 ha fatto il suo debutto alla Royal Opera, Covent Garden in Amelia nel Simon Boccanegra. Nella Stagione 2013/2014 è tornata alla Staatsoper di Vienna come Elisabeth von Valois in Don Carlo, e alla Bayerische Staatsoper ne La Forza del Destino. Nella stagione 2014/2015, Anja Harteros torna al Bayerische Staatsoper per diversi impegni, tra cui Tosca, Il Trovatore, La Forza del Destino, e per Arabella presso il Munich Opera Festival. Anja Harteros collabora regolarmente con direttori illustri come Antonio Pappano, Riccardo Muti, James Levine, Daniel Barenboim, Zubin Mehta, Christian Thielemann, Fabio Luisi, Ivor Bolton e molti altri. Il suo repertorio è vastissimo e comprende anche capolavori come la Missa Solemnis di Beethoven, il Requiem di Verdi, e Four Last Songs di Strauss. E’ anche una grande interprete della musica liederistica. L’Harteros ha registrato i Four Last Songs e Solo Aria Album per BMG, nonché le registrazioni dal vivo complete di Alcina e La Traviata a Monaco di Baviera. La sua interpretazione di Idomeneo di Salisburgo è disponibile su DVD.

La brillante mezzo-soprano russa Ekaterina Semenchuk ha completato i suoi studi al Conservatorio di San Pietroburgo. Nelle stagioni passate, ha cantato Marina (Boris Godunov), Polina (Pique Dame) al Metropolitan Opera, oltre alla sua prima Azucena (Il Trovatore) a Valencia sotto la direzione di Zubin Mehta. Ha cantato anche alla Royal Opera House Covent Garden nel ruolo di Olga (Eugene Onegin) e alla Staatsoper di Berlino nel ruolo di Preziosilla (La Forza del Destino) e Polina (Pique Dame), diretto da Daniel Barenboim. Con Valere Gergiev, ha rappresentato Didone (Les Troyens) al Mariinsky di San Pietroburgo, al Carnegie Hall a New York e al Suntory Hall a Tokyo, Vienna Konzerthaus. Si è anche esibita come Fricka (Le Valchirie) al Los Angeles Opera.

Recentemente ha debuttato al Festival di Salisburgo come Eboli, in una nuova produzione del Don Carlo, sotto la direzione di Antonio Pappano, ha celebrato Shostakovich in un recital al Vienna al Konzerthaus e Tchaikovsky al Wigmore Hall.  Sui podi dei concerti, ha cantato il Requiem di Verdi con Gustavo Dudamel, Das Klagende Lied al Ravinia Festival  con Colon e l’Orchestra sinfonica di Chicago, Alexander Nevsky all’ Accademia Santa Cecilia a Roma sotto la direzione di Vasily Petrenko. Al Concertgebouw di Amsterdam e al Vienna Konzerthaus si è esibita ne La Morte de Cleopatre sotto la direzione di Gergiev. Altri avvenimenti importanti includono La Gioconda sotto la direzione di Roberto Abbado e Sansone e Dalila sotto quella di Charles Dutoit all’Opera di Roma, concerti del Requiem di Dvorak con l’Orchestre de Paris e Roméo et Juliette di Berlioz alla Scala sotto la direzione di James Colon, e inoltre Benvenuto Cellini al Teatro Champs-Élyséescon Valery Gergiev, Aida alla Scala con Gianandrea Noseda e Pier Giorgio Morandi, e al San Carlo di Napoli con il M° Luisotti, Il Trovatore alla Scala di Milano, Stabat Mater al Filarmonico di Verona, Les Troyens all’ Edinburgh Festival sotto la direzione di Maestro Gergiev, La Forza del Destino con Zubin Mehta, Carmen all’Arena di Verona, Mazeppa al Concertgebouw di Amsterdam.

I suoi progetti futuri includono: recitals  al Wigmore Hall di Londra, St- Petersburg, Moskow, Vienna (Konzerthaus), Berkly con Helmut Deutsch,  Anna Bolena al Vienna Staatsoper, Il Trovatore (Salzburg Festival, Covent Garden e l’ Opera di Parigi), Luisa Miller e Aida al San Francisco Opera con Nicola Luisotti. Il suo debutto nelle registrazioni russe è disponibile con l’etichetta Harmonia Mundi; ha anche registrato  Oedipus Rex con Valere Gergiev, Sarti Magnificat – Gloria (Mattia Rondelli, Barbara Frittoli) con la Sony Classical. Registrerà il ruolo di Amneris per la Warner Music sotto la direzione di Antonio Pappano.

Registrazioni DVD: Don Carlo ( ORF, Salzburg Festival, Pappano), Aida ( RAI 5, San Carlo, Luisotti), Il Trovatore ( RAI 5, La Scala, Rustioni).

Ekaterina è stata anche invitata a cantare nel 2005 alla cerimonia del matrimonio di Sua Maestà Carlo Principe di Galles con Camilla Parker Bowles, esibendosi nel Credo ortodosso di Grechaninov.

Erwin Schrott è uno dei cantanti più interessanti del nostro tempo ed è universalmente considerato come uno dei massimi esponenti di oggi dei principali ruoli di Mozart, Don Giovanni, Leporello e Figaro. Erwin Schrott è nato a Montevideo, Uruguay, e fece il suo debutto operistico all’età di 22 anni come Roucher in ANDREA CHÉNIER. Schrott guadagnò presto fama internazionale, debuttando in rapida successione in un teatro importante dopo l’altro. Ha così trionfato in teatri come il Teatro alla Scala, Metropolitan Opera di New York, l’Opéra national de Paris, la Washington National Opera, la Vienna State Opera, il Teatro Colón di Buenos Aires, la Royal Opera House Covent Garden, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Opera di Stato di Amburgo, il Théâtre royal de la Monnaie a Bruxelles, il Teatro Carlo Felice di Genova, la Los Angeles Opera e molti altri. Nell’estate del 2008 ha fatto il suo atteso debutto al Festival di Salisburgo come Leporello.

Nelle ultime stagioni Erwin Schrott ha cantato DON GIOVANNI alla Royal Opera House Covent Garden, Teatro alla Scala, il Maggio Musicale Fiorentino, l’Opera di Washington e la Los Angeles Opera, così come a Siviglia e Torino e con il Metropolitan Opera in tour in Giappone. Ha interpretato il ruolo di Figaro al Metropolitan Opera, Staatsoper di Vienna, all’Opera di Zurigo, Covent Garden e a Valencia. Altri ruoli del suo repertorio hanno incluso Pagano ne I LOMBARDI ALLA PRIMA CROCIATA di Verdi, il ruolo da protagonista in ATTILA di Verdi, Banquo nel MACBETH ed Escamillo in CARMEN. Ha inoltre cantato ne L’ELISIR D’AMORE al Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia e LE NOZZE DI FIGARO all’Opéra National de Paris. Durante l’estate del 2011 Erwin Schrott è tornato al Festival di Salisburgo, sia come Leporello che nel ruolo del titolo di LE NOZZE DI FIGARO nonchè all’Arena di Verona e alla Staatsoper di Vienna con DON GIOVANNI. Inoltre, si è esibito al fianco di Anna Netrebko e Jonas Kaufmann in tre importanti concerti in Germania e Austria in luglio e agosto 2011. Recentemente ha cantato ne L’ELISIR D’AMORE a Madrid, FAUST e L’ELISIR D’AMORE alla Staatsoper di Vienna. Tra i prossimi impegni ricordiamo DON GIOVANNI e FAUST a Vienna, MEFISTOFELE ed ERNANI a Monaco, L’ELISIR D’AMORE a Vienna e Monaco, LE NOZZE DI FIGARO al Covent Garden di Londra, TOSCA a Madrid e VERDI REQUIEM a Bilbao.

Il baritono francese Ludovic Tezier è regolare ospite di prestigiosi teatri quali l’Opera-National di Parigi, il Teatro alla Scala, il Teatro dell’Opera di Vienna, la Royal Opera House, Covent Garden e il Metropolitan, del Gran Teatre del Liceu. Tra gli impegni più importanti della Stagione 2013/2014 Enrico Ashton nella Lucia di Lammermoor, e Marcello ne La Bohème, e come Giorgio Germont all’Opera National de Paris. E’ stato inoltre ospite della Bayerische Staatsoper come Don Carlo di Vargas ne La Forza del Destino. Tra gli impegni per la stagione 2014/2015 ci sono il ritorno all’Opera National de Paris, come Scarpia in Tosca, al Metropolitan Opera come Giorgio Germont che farà anche a Baden Baden, e al Teatro dell’Opera di Roma ne La Dama di Picche.

Nato a Marsiglia, Tezier ha completato i suoi studi di canto e stage presso l’Atelier Lyrique dell’Opéra di Parigi. Le sue prime esperienze professionali lo vedono alla Lucerna Opera e successivamente all’Opera di Lione. La carriera internazionale inizia nel 1999 con l’invito al Festival di Glyndebourne, alla Deutsche Oper di Berlino, al Grand Theatre de Geneve e al Teatro alla Scala, dove ha debuttato nei Carmina Burana con Riccardo Muti.

Tezier debutta al Metropolitan Opera nel 2002 come Escamillo in Carmen, al Grand Theatre de la Monnaie come Lescaut in Manon, e alla Royal Opera House Covent Garden nel 2005 come Albert in una nuova produzione di Werther, diretto da Antonio Pappano. Nella stessa Stagione ha debuttato al Teatro dell’Opera di Vienna come Don Giovanni. Il suo debutto operistico al Teatro alla Scala è stato nel ruolo di Eugene Onegin, dove in seguito ha vestito i panni di Enrico in Lucia di Lammermoor.

Tra le sue incisioni Lucia di Lammermoor registrato per Virgin Records, di Puccini Le Villi e di Bizet Ivan IV con Michael Schoenwandt sul podio per l’etichetta Radio France. La sua apparizione nel concerto di gala a Baden – Baden, con Anna Netrebko, Elina Garanca e Ramon Vargas è stato inciso in DVD da DGG.

La carriera di Marco Spotti inizia al Teatro Regio di Parma in una produzione di UN BALLO IN MASCHERA e prosegue in prestigiosi teatri italiani ed europei, ricordiamo tra i tanti progetti LE NOZZE DI FIGARO alla Fenice di Venezia, Re/AIDA all’Opera di Marsiglia, Gremin/EUGENE ONEGIN e DON CARLO allo Stadttheater di Klagenfurt, TURANDOT al Teatro Regio di Parma, Sarastro/DIE ZAUBERFLÖTE, Orbazzano/TANCREDI e DON CARLO all´Opera di Roma, Massimiliano/I MASNADIERI a Bologna con Daniele Gatti, TOSCA al Teatro Real di Madrid, Sparafucile/RIGOLETTO a Liege, Oroe/SEMIRAMIDE e Orbazzano/TANCREDI al Rossini Opera Festival di Pesaro, Procida/I VESPRI SICILIANI al Teatro Massimo di Palermo, Alvise/LA GIOCONDA al Teatro Bellini di Catania e all´Opera di Atene, Colline/LA BOHEME e ANNA BOLENA al Teatro Filarmonico di Verona.Nel 2003 fa il suo debutto al Teatro alla Scala di Milano come Arcas in IPHIGENIE EN AULIDE sotto la direzione musicale di Riccardo Muti. Da allora la Scala lo invita regolarmente e ha interpretato tra i tanti ruoli Sparafucile/RIGOLETTO con James Conlon, Il Re/AIDA con Riccardo Chailly e Daniel Barenboim, come Loredano/I DUE FOSCARI, Timur/TURANDOT con Valery Gergiev e il recente debuto come Wurm/LUISA MILLER con la direzione di Gianandrea Noseda. Come apprezzato basso italiano Marco Spotti si è esibito nei maggiori teatri italiani ed internazionali: al Maggio Musicale Fiorentino come Pirro/I LOMBARDI ALLA PRIMA CROCIATA, Orbazzano/TANCREDI e Commendatore/DON GIOVANNI con Zubin Mehta, ha interpretato Banquo/MACBETH e Massimiliano/I MASNADIERI al Teatro Perez Galdos di Las Palmas, Saint-Bris/LES HUGUENOTS al Teatro Real di Madrid, Sparafucile/RIGOLETTO alla Fenice di Venezia con Myung-Whun Chung, all´Opera di Bilbao, Festival Verdi Parma e a Madrid, Colline/LA BOHEME all´Opera di Roma e Loredano/I DUE FOSCARI al Theatre Champs Elysees di Parigi con Daniele Callegari. Come Ramfis/AIDA è stato invitato all´Opera di Roma con Daniel Oren, all´Arena di Verona ed al Palau des les artes di Valencia con la direzione di Lorin Maazel e Omar Wellber e a Tel Aviv con la Israel Philharmonic Orchetra diretta da Zubin Mehta. In concerto ha interpretato MESSA DA REQUIEM di Verdi al Festival di Macerata e la IX Sinfonia di Beethoven al Teatro dell´Opera di Roma con Gianluigi Gelmetti. Da anni collabora con il Festival Arena di Verona interpretando Ramfis/AIDA, Alvise/LA GIOCONDA, Colline/LA BOHEME, Sparafucile/RIGOLETTO e Timur/TURANDOT. Recentemente ha debuttato al Covent Garden di Londra in DON GIOVANNI, Pimen/BORIS GODUNOV al Teatro Massimo di Palermo, Colline/LA BOHEME al Teatro alla Scala e Timur/TURANDOT al Festival di Orange.Con grande successo ha debutto al Teatro Regio di Torino nel ruolo di Grande Inquisitore nel DON CARLO e interpretato Walther/GUILLAUME TELL all´Opera di Amsterdam, Banquo/MACBETH al Maggio Musicale Fiorentino, Ramfis/AIDA al Festival Arena di Verona ed al Teatro alla Scala, Basilio/IL BARBIERE DI SIVIGLIA al Teatro Colon di Buenos Aires, e Oroveso/NORMA al Teatro Massimo di Palermo. Tra i progetti futuri ricordiamo il debutto AIDA con Orchestra di Santa Cecilia e la direzione di Antonio Pappano, in Arena di Verona e a Seoul, Wurm/LUISA MILLER al Teatro San Carlo di Napoli e al Festival di Primavera a Budapest. Seguiranno concerti di MESSA DA REQUIEM con Orchestra Sinfonica di Goteborg e STABAT MATER di Rossini al Festival di Rheingau in Germania. Nelle prossime stagioni interpreterá AIDA alla Bayerische Staatsoper di München e debutterá al MET di New York come Walther/GUILLAUME TELL. Numerose sono le registrazioni dell´artista tra cui DVD di MARIN FALIERO con Ottavio Dantone (Hardy Classic 2002), TOSCA diretta da Maurizio Benini (BBC-OPUS ARTE) e da Daniel Oren con Arena di Verona (DVD UNITEL CLASSICA), AIDA prodotta dalla Scala e diretta da Riccardo Chailly (UM 2007). Come CD audio sono apparsi LE NOZZE DI FIGARO (Mondo Musica 2001), SADKO di Rimsky-Korsakov con l´Orchestra del Teatro La Fenice diretta da Isaac Karabtchevsky (Mondo Musica 2001), IL MITO DI CAINO (Bongiovanni 2003), DON GIOVANNI con la Israel Philharmonic Orchetra diretta da Zubin Mehta (HELIKON 2011), AIDA e LA BOHEME prodotte dall´Arena di Verona dirette da Daniel Oren e Lui Ja.

Paolo Fanale nasce a Palermo nel 1982. Nel 2007 debutta a Padova come Don Ottavio in Don Giovanni e da quel momento la sua carriera lo porta ad esibirsi in alcuni dei più prestigiosi teatri del mondo: Teatro La Scala di Milano, Metropolitan di New York, Opera Bastille e Theatre Chatelet a Parigi, Bayerische Staatsoper di Münich, Staatsoper di Berlin, Gran Teatre del Liceu a Barcellona, Teatro Champs-Elysee di Parigi, Theater an der Wien di Vienna, Salizburgo, New National theater in Tokyo, Den Norske Opera di Oslo, Opera di Helsinki, Gran Teatro di Ginevra, Palau de Las Arts in Valencia, Opera in Strasburgo, Marsiglia, Nancy, Toulon, Nizza, Radio France auditorium, Dublino, Tel Aviv, San Carlo di Napoli, Teatro Comunale Firenze, Teatro Filarmonico Verona, Regio di Torino, Comunale di Bologna, Carlo Felice Genova, Modena, Piacenza, Reggio, Catania, Santa Cecilia Roma, Ancona, Sassari, Rovigo, Trento, Bolzano.  Ha cantato sotto la direzione di grandi Maestri come James Levine, Claudio Abbado, Antonio Pappano, Zubin Metha, Daniele Gatti, Kurt Masur, Rafael Frubeck de burgos, Daniel Oren, Jordi Savall. Tra i suoi impegni recenti e futuri: Falstaff all’Opera di Amsterdam e al Covent Garden di Londra, Don Giovanni al New National Theater in Tokyo, Romeo et Juliette diretto dal M° Daniele Gatti a Parigi, Recital a Tokyo, Romeo et Juliette a Montecarlo Opera, L’Elisir d’Amore all’Opera di Marsiglia, La fille du régiment al Teatro Petruzzelli di Bari, Die Zauberflöte al Teatro Massimo di Palermo, Così fan tutte alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera.

 

LEAVE A REPLY