Dallo stornello al rap (1° edizione) – I giovani interpretano Roma

0
331
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoun progetto di Elena Bonelli

———-

Raccontare oggi in musica la città di Roma. La canzone romana riparte dai giovani e va alla scoperta dei suoi autori emergenti e di musicalità nuove ed attuali. Fino al 31 luglio 2015 cantautori, gruppi musicali e videomakers entro i trent’anni di età potranno partecipare alla prima edizione del concorso Dallo stornello al rap, i giovani interpretano Roma, promosso da Roma nel Mondo in collaborazione con l’Assessorato Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione di Roma Capitale – nella persona dell’Assessore Paolo Masini, con l’Assessorato Cultura della Regione Lazio – nella persona dell’Assessore Lidia Ravera, e con la Luiss Creative Business Center – nella persona del Prof. Luca Pirolo.

L’invito è rivolto a tutti i talenti musicali in erba e alle future generazioni di registi che vogliano cimentarsi con la creazione di nuovi brani in dialetto romanesco e videoclip che parlino di Roma e ne esprimano la realtà di oggi, spaziando tra generi diversi, dalla tradizione al pop, rock e rap.

———-

IL CONCORSO

Ideatrice e sostenitrice dell’iniziativa è Elena Bonelli, attrice e cantante da tempo impegnata a diffondere con i suoi concerti e con le Lectio Magistralis la canzone romana nel mondo. L’intento è quello di infondere nuova linfa vitale alla canzone popolare romana che, a differenza di quella partenopea, è rimasta nei secoli confinata entro le mura capitoline. Ma le forme espressive basate su nuovi linguaggi e nuove strutture compositive, fra le quali il Rap, rappresentano un forte link con lo stornello di ieri e creano un ponte tra il passato ed il presente della canzone che racconta Roma.

———-

COMITATO ARTISTICO

Il comitato artistico, presieduto da Elena Bonelli, è composto da critici, parolieri, registi editori e musicisti:

Ernesto Assante

Ferdinando Bideri

Franco Bixio

Pippo Caruso

Simone Cristicchi

Paolo Dossena

Simone Eleuteri (Colle der Fomento)

Stefano Mannucci

Renato Marengo

Marco Molendini

Cesare Ranucci Rascel

Stefano Reali

Dario Salvatori

Ambrogio Sparagna

Carla Vistarini

———-

MONTEPREMI

Ai tre vincitori, che saranno scelti tra una rosa di dodici finalisti, composta da sei video e sei canzoni, sarà destinato un montepremi di seimila euro. La giuria assegnerà al primo classificato, sia esso canzone o videoclip, un premio di €3.000; al secondo un premio €2.000; al terzo di €1000.

———-

PREMIAZIONE

I tre vincitori, oltre al premio in denaro, si esibiranno, a suon di note tra pop, cantautorato, rap e altro ancora, insieme a tanti altri ospiti in una grande festa video-musicale che si svolgerà a settembre in una piazza romana, con la consegna dei premi a testimonianza di un simbolico passaggio di testimone musicale nel terzo millennio.

Parteciperanno infine anche alle riprese di un secondo docufilm dedicato a Roma e ai grandi interpreti musicali che l’hanno cantata; un primo documentario è già stato realizzato e presentato alla Regione Lazio.

———-

PROGETTO “DALLO STORNELLO AL RAP” nelle sue fasi.

Il CONCORSO rappresenta una fase di un progetto più vasto che Elena Bonelli dedica a Roma e alle sue canzoni, iniziato con una prima LECTIO MAGISTRALIS tenutasi all’Università Internazionale LUISS Guido Carli di Roma.

Successivamente, negli Atenei italiani e stranieri, le LECTIO in CONCERT, si alternano ai concerti di Elena Bonelli presso i Teatri dell’Opera di numerose nazioni e in tutti i continenti, che portano le melodie romane arrangiate e accompagnate dalle grandi orchestre, nei prestigiosi templi della musica colta.

La Regione Lazio ha finanziato un DOCUMENTARIO che intreccia filmati di repertorio dei grandi interpreti della canzone romana (Petrolini, Balzani, Magnani, Rascel, Ferri), direttori d’orchestra (Pippo Caruso), compositori (Sergio Bardotti) e grandi registi (Carlo Lizzani) fino alle giovani leve della canzone di Roma e del Lazio (Colle der Fomento, Mannarino, Piotta, Muro del Canto). Il territorio, dai Castelli romani, a Bomarzo, da Fiuggi al Circeo, da Viterbo a Cassino, diventa scenario naturale per brani, suoni e arrangiamenti a cui si alternano le interviste e la voce narrante.

Il LIBRO, infine, ma solo in senso cronologico, verrà realizzata una pubblicazione in cui verranno raccolte le esperienze e le testimonianze dei partecipanti. Un libro che racconti il ponte fra passato e futuro di una città che è appunto eterna.

LEAVE A REPLY