Dopo la prova

0
223
Condividi TeatriOnline sui Social Network
foto
Foto di Marialuna Maresca

di Ingmar Bergman

con Reza Keradman, Astrid Meloni, Monica Samassa

traduzione e regia Reza Keradman

Luci Hossein Taheri

———-

Un palcoscenico, un uomo e due donne.

Un regista e due attrici.

Madre e figlia.

Una amante e l’altra Amore.

Tre personaggi si confrontano con il teatro, la sua essenza, il valore, le sue trappole ed i suoi inganni, in un intreccio costante con la vita, le passioni, i tradimenti, l’abbandono, la cura.

Dopo la prova (celebre film di Ingmar Bergman, presentato al Festival di Cannes nel 1984) è la storia della conversazione tra il maturo regista, Henrik e una giovane attrice.

Si è da poco conclusa una prova dello spettacolo “Il sogno” di Strindberg e il celebre regista Henrik (Reza Keradman) resta in palcoscenico a colloquio con i propri ricordi, quando con un pretesto, irrompe Anna, giovane attrice, (Astrid Meloni) piena di vita, di dubbi e d’attrazione per lui.

I due restano soli in limbo in cui la realtà e la finzione si contendono lo spazio. Come in un sogno, o un ricordo, o forse un incubo, appare la figura di Rakel, (Monica Samassa) madre di Anna, anche lei attrice, ed ex amante di Henrik, amata e odiata, morta diversi anni prima, che porta con sé un passato di forti passioni, di recriminazioni ed infine….. perdono.

——-

Note di regia

Questo testo nasce quando Bergman stava per mettere in scena “Il sogno “ di Strindberg, mentre la sua attrice era incinta ed egli stesso era afflitto da un’influenza terribile. In quel tempo il regista svedese era disperato e stava per abbandonare il suo progetto. Il testo scritto da Bergman è molto realistico come i testi di Strindberg, e affronta con grande lucidità la sottile differenza tra l’amore e la passione. Ragionando con certa distanza e freddezza per comprendere il rapporto affettivo mal concepito e vissuto con certo dolore, ma forse da ricordare per trovare alla fine l’amore della figlia della sua amante. Credo che un contesto così chiaro e limpido la mia regia sarà concentrata sul rapporto tra i personaggi. Fondamentale sarà la semplicità e naturalezza della capacità attoriale degli interpreti da me scelti.

Reza Keradman

———–

In scena al teatro SalaUno, Piazza di Porta San Giovanni 10, tel. 06/86606211 dal 12 al 22 maggio.

Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 18.

Lunedì riposo.

Biglietti: intero euro 15, ridotto euro 10. tessera associativa 2 euro.

https://www.facebook.com/salauno.teatro.1

www.teatrosalauno.altervista.org

LEAVE A REPLY