Il Bargello d’estate

0
282
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Botticelli
Foto di Botticelli

2 prime nazionali, più di 1 mese di eventi con la Compagnia Lombardi-Tiezzi e la Fondazione Teatro della Toscana con Stefano Accorsi, Marco Baliani, Gianluigi Tosto in ricordo di Franco Di Francescantonio, gli attori provenienti da la Compagnia delle Seggiole, capitanati da Fabio Baronti. Tutti protagonisti dell’Estate al Bargello del Teatro della Toscana (dal 28 maggio al 5 luglio), il programma di teatro che allieterà le serate del Museo Nazionale del Bargello.

E ancora, lo storico Cortile ospiterà 4 prime nazionali e più di 2 mesi di appuntamenti tra cui l’installazione sonora di uno dei massimi rappresentanti dell’arte povera, Jannis Kounellis, e di Alter Ego Ensemble, le Nordic Voices, e Schubert a dialogo con la modernità per ‘Firenze Suona Contemporanea Festival 2015 | Aprire Venere’; Arca Azzurra Teatro; il jazz di Enrico Pieranunzi e Bruno Canino; ‘Musica al Bargello’, l’ormai consueta appendice en plein air della stagione concertistica dell’Orchestra da Camera Fiorentina, con Giuseppe Andaloro, Roberto Prosseda, Domenico Nordio e Alberto Maniaci; ‘Firenze Capitale Danza’, la 26ª edizione del Florence Dance Festival nei 150 anni di Firenze Capitale, con l’artista internazionale Adi Da Samraj, la newyorchese Peridance Contemporary Dance Company, il Balletto di Roma coreografato da Fabrizio Monteverde, Aterballetto. Sono solo alcuni degli artisti dell’Estate al Bargello 2015 (dal 9 luglio al 22 settembre), il cartellone di danza, teatro, musica classica, contemporanea e d’autore del più importante museo al mondo per la scultura rinascimentale.

Prevendite nel circuito Boxoffice Toscana.

———-

L’Estate al Bargello del Teatro della Toscana

Inaugura giovedì 28 maggio (fino a lunedì 1 giugno) la Compagnia Lombardi-Tiezzi con la prima nazionale di Inferno Novecento. A distanza di dieci anni dall’acclamato Dante Inferno, nel 750° anniversario della nascita del Sommo Poeta, Federico Tiezzi riunisce di nuovo Sandro Lombardi e David Riondino intorno alla Commedia dantesca. Lo spettacolo nasce da un’idea del giovane drammaturgo Fabrizio Sinisi e mette a confronto i maggiori personaggi dell’Inferno con grandi icone del Novecento (Lady Diana e Dodi Al Fayed, Marylin Monroe, Giulio Andreotti, Andy Warhol, Pier Paolo Pasolini…) o con momenti cruciali della sua storia (Hiroshima, il Vietnam, la guerra del Golfo…), costruendo una diversa possibilità di lettura e fruizione del poema fondante della nostra cultura.

Da mercoledì 3 a domenica 14 giugno (riposo lunedì 8) la Compagnia ripropone il fortunato Il ritorno di Casanova di Arthur Schnitzler: Sandro Lombardi impersona nuovamente il più avventuriero dei veneziani. La fine di un uomo e dell’epoca di cui fu sfolgorante cavaliere per indagare il mistero dell’amore.

Da metà giugno a inizio luglio spazio alle produzioni della Fondazione Teatro della Toscana. Da martedì 16 a domenica 21 giugno gli attori provenienti da La Compagnia delle Seggiole, capitanati da Fabio Baronti, presentano il loro più grande successo, La Mandragola. Un lavoro ‘principe’ nello smascherare l’ipocrisia di qualsivoglia autorità.

Dieci anni fa, il 27 luglio 2005, ci lasciava Franco Di Francescantonio. Massimo Masini e Gianluigi Tosto, insieme con l’amico Stefano Miniati, hanno pensato di riproporre quello che è stato per vent’anni il suo cavallo di battaglia, Lettera al padre, tratto da Kafka, rappresentato in tanti teatri e Festival internazionali, e con il quale Di Francescantonio vinse premi come interprete a livello europeo. Un’indagine delle pieghe più recondite del cruciale rapporto padre-figlio (da giovedì 25 a sabato 27 giugno).

Da mercoledì 1 a venerdì 3 luglio Stefano Accorsi veste i panni del cavaliere Orlando in un monologo studiato appositamente per il Cortile del Bargello, Giocando con Orlando Assolo – tracce, memorie, letture da Orlando furioso di Ludovico Ariosto secondo Marco Baliani.

Baliani, a sua volta, si esibisce nei due giorni successivi (sabato 4 e domenica 5 luglio) nella prima nazionale dei suoi Viaggi del pensiero affabulante, un quadro approfondito e per molti aspetti inedito della personalità e delle idee, non solo artistiche, dell’inventore del teatro di narrazione.

———-

Estate al Bargello 2015

Florence Dance Festival

Il progetto artistico del Florence Dance Festival, entrando in un nuovo lustro d’attività dopo il 25° anniversario dello scorso anno, nasce in un contesto particolarmente interessante vista la serie di fortunate ricorrenze per la città di Firenze.

  • 150 anni di Firenze Capitale d’Italia, in riferimento al glorioso capitolo storico di quando Firenze fu capitale d’Italia dal 1865 al 1871.

  • 150 anni dalla nascita del Museo Nazionale del Bargello nell’omonimo edificio del Bargello che fu anche sede della Municipalità della città di Firenze.

  • 750 anni dalla nascita di Dante Alighieri, al quale sarà dedicata la produzione multimediale del Festival ispirata alla Divina Commedia, intitolata Divina.com Dante/Adi Da Samraj/Florence, evento di punta della programmazione.

Firenze Capitale Danza è il titolo della 26ª edizione del Festival, un omaggio alle celebrazioni per i 150 anni di Firenze Capitale, in onore della città di Firenze, fonte d’ispirazione che simboleggia la vita universale, l’individualità umana, la volontà, l’intelligenza, l’ispirazione e la genialità. E dunque, la Summer Season 2015, dal 9 al 30 luglio sarà un Festival carico di significato artistico, di energia vitale, un’esplosione di creatività, dove la bellezza di Tersicore potrà essere gustata in tutto il suo fascino elegante e contemporaneo.

Questa importante 26ª edizione del Festival aprirà il 9 luglio con l’inaugurazione della mostra personale dell’artista internazionale Adi Da Samraj al Museo Nazionale del Bargello, che per la prima volta ospita l’esposizione di un’artista contemporaneo all’interno del Museo.

In collaborazione con la direzione del Museo del Bargello e la Ex-Soprintendenza Speciale per il P.S.A.E. e per il polo Museale della città di Firenze, in occasione del 750° anniversario dalla Nascita di Dante Alighieri e i 150 anni di Firenze Capitale, il Florence Dance Festival presenta la mostra Orpheus and Linead come compimento della produzione in prima assoluta Divina.com. Dante/Adi Da Samraj/Florence (in replica venerdì 10 e sabato 11 luglio), lavoro multimediale che trae spunto dalla Divina Commedia. Un viaggio che parte dai meandri più oscuri della natura umana per arrivare alle sue virtù illuminate, mentre la Transformational Art di Adi Da Samraj crea un parallelo con questa impresa, invitando il viaggiatore a trascendere la realtà e a scoprire la verità, la bellezza e la libertà.

Una equipe di qualificati artisti, formata da tutti coloro che hanno lavorato con successo in altre occasioni, si è raccolta attorno alle figure di Dante Alighieri ed Adi Da Samraj per realizzare Divina.com: Keith Ferrone si occuperà della regia e delle coreografie; il ben noto pianista e compositore fiorentino Stefano Maurizi curerà l’accompagnamento musicale in collaborazione con il gruppo rock underground dei Pankow, capeggiati da Maurizio Fasolo. Le loro composizioni originali si legheranno agli assoli di chitarra di Lorenzo Castiglia, al mago dell’elettronica Enzo Renzi e alla misteriosa voce di Hélène Tavernier. Luci ed ombre saranno realizzate da Laura De Bernardis, i costumi verranno disegnati da Mirko Bottai. Naamleela Free Jones, figlia di Adi Da Samraj, suonerà i suoi bellissimi preludi per pianoforte ispirati all’Inferno, al Purgatorio e al Paradiso. Le Corps du Ballet sarà rappresentato da 12 danzatori e l’intera direzione artistica verrà coordinata da Marga Nativo.

In occasione dell’evento inaugurale sarà consegnato il quinto premio annuale “Mercurio Volante”, dedicato all’Arte e alla Cultura della Danza, in collaborazione con la Ex-Soprintendenza Speciale per il P.S.A.E. e per il polo Museale della città di Firenze, la direzione del Museo Nazionale del Bargello e con il diretto sostegno di alcuni partner e sponsor.

Quest’anno il premio verrà consegnato a Ballet2000 (Balletto Oggi) nelle mani del suo fondatore e animatore, Alfio Agostini, che con la sua costante dedizione ha formato attorno alla danza nazionale e internazionale un supporto costante di comunicazione, interpretazione e confronto.

Uno spettacolo di danza contemporanea sarà presentato in prima nazionale dalla formazione newyorkese Peridance Contemporary Dance Company, in collaborazione con il Consolato Americano a Firenze, dal titolo Thundering Silence, con le coreografie del maestro Igal Perry, il coreografo più gettonato sulla scena mondiale, Dwight Rhoden, e di altri due coreografi dell’ultima generazione che presentano i loro lavori per la prima volta in Italia, Manuel Vignoulle e Macia Del Prete (martedì 28 luglio).

La programmazione continuerà con un grande spettacolo di folclore, intitolato El Paso del Tiempo (venerdì 17 luglio), con Flamenco Lunares, compagnia guidata dal coreografo Carmen Meloni con il suo eccellente corpo di ballo e con l’orchestra dal vivo, che presenteranno un lavoro basato sulla tradizione del Flamenco, ma rivisitato in chiave contemporanea che spazia tra i vari stili e le sottili sfumature della danza spagnola.

Si prosegue con la grande danza italiana: il Balletto di Roma – Consorzio Nazionale del Balletto, con il neo direttore Roberto Casarotto, presenterà Il Lago dei Cigni, ovvero IL CANTO, con la coreografia e regia di Fabrizio Monteverde (martedì 21 luglio).

Altra grande serata con Aterballetto – Fondazione Nazionale della Danza che con Cahier de la danse (mercoledì 15 luglio) presenterà i suoi migliori successi coreografici, curati da Mauro Bigonzetti, Eugenio Scigliano e Philippe Kratz.

Sarà doverosamente riservato spazio a due compagnie emergenti del panorama toscano, che stanno dando ottima prova di professionalità e tenacia sulla scena nazionale: la prima, Kaos – Balletto di Firenze di Roberto Sartori e Katiuscia Bozza, con il nuovo spettacolo Gli Eretici (domenica 19 luglio), coreografia di Roberto Sartori, Cristian Farà e Michele Pogliani. Si tratta di personaggi che, in vari ambiti artistici, scientifici o professionali, hanno elaborato e portato avanti idee, concetti, invenzioni geniali, di rottura rispetto al passato. La seconda, Kinesis Danza, diretta da Angelo Egarese e Elena Salvestrini, presenterà CorpoREAmente (domenica 12 luglio), con l’eccezionale partecipazione dell’étoile Letizia Giuliani. Questo spettacolo, con la coreografia di Angelo Egarese, si presenta in co-produzione con il Festival Oriente Occidente.

Una novità poi, sulla scena italiana, in quanto compagnia in residenza presso l’ente lirico Teatro Carlo Felice di Genova, la compagnia Deos (Danse Ensemble Opera Studio). L’eclettico coreografo Giovanni Di Cicco presenterà Pulcinella e altre storie (giovedì 30 luglio) con il suo corpo di ballo di 15 elementi.

Rimanendo nell’ambito del tema del Festival, la serata che concluderà il progetto intensivo Toscana Dance Hub, giunto quest’anno alla sua 5ª edizione, sarà un omaggio a Firenze Capitale, con i coreografi che si ispireranno alla città di Firenze (sabato 25 luglio).

Toscana Dance Hub continua ad offrire un confronto di culture in un ambito didattico spettacolare. Con Giada Ferrone, direttore della compagnia della New York University presso la Tische School of Arts, in collaborazione con il Florence Dance Center, sarà organizzato uno stage intensivo a livello di formazione professionale di tre settimane per studenti americani che lavoreranno a Firenze con coreografi di fama internazionale come Vita Osojnik, Gabriella Secchi, Gigi Nieddu, Arianna Benedetti e Giada Ferrone.

Per quanto riguarda gli eventi collaterali, saranno organizzati vari incontri sul tema “L’arte sacra dal Rinascimento ad oggi”, “Dante – una voce squisitamente contemporanea”, “Orpheus & Linead”.

La 26ª edizione del Florence Dance Festival è una celebrazione del sodalizio tra il Festival e Firenze Capitale che, oltre a rappresentare il punto di partenza come fonte d’ispirazione, narra un continuo dialogo con la città che guarda all’Europa e al mondo. In quest’ottica, per questa speciale edizione, la città stessa diventa palcoscenico, coinvolgendo istituzioni, affascinanti e straordinari luoghi storici e culturali dove la danza diventa portavoce e protagonista della gioia e dedizione che caratterizza questo legame tra Firenze e il Florence Dance Festival.

****

Musica al Bargello

Si rinnova l’appuntamento con Musica al Bargello, ormai consueta appendice en plein air della stagione concertistica dell’Orchestra da Camera Fiorentina, nell’ambito della rassegna Estate al Bargello 2015 in programma al Museo del Bargello di Firenze.

Musica dal grande schermo è il titolo del primo appuntamento che lunedì 13 luglio propone brani legati alla storia del cinema a firma di Nicola Piovani, Ennio Morricone e Nino Rota. Per l’occasione l’organico dell’Orchestra si impreziosisce dei solisti Alessandro Silvestro alla tromba e Alessio Cioni al pianoforte, oltre che della Corale Santa Cecilia di Empoli. Sul podio Giuseppe Lanzetta, fondatore e direttore stabile dell’Orchestra.

Audace e ricco di fascino l’accostamento tra Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi e Las cuatro estaciones porteñas di Astor Piazzolla che segna l’appuntamento di giovedì 16 luglio: un salto nei secoli e nei generi, dai colori brillanti del barocco veneziano allo struggimento del tango argentino. Direttore e violino solista Domenico Nordio.

Dedicati a Ludwig van Beethoven, invece, gli ultimi due appuntamenti: mercoledì 22 e giovedì 23 luglio in programma il Concerto n. 4 per pianoforte e orchestra e la Sinfonia n. 8 Op. 93 in Fa maggiore. Apre i concerti l’ouverture di Le Creature di Prometeo. Il ruolo di solista è affidato a Giuseppe Andaloro, pianista tra i più apprezzati della sua generazione, vincitore di importanti riconoscimenti tra cui il Premio Busoni 2005. Direttore Alberto Maniaci.

E per Beethoven, un altro grande pianista italiano, Roberto Prosseda, mette da parte per due sere l’amato Felix Mendelssohn, di cui è uno dei massimi interpreti: lunedì 27 e mercoledì 29 luglio, presenta il Concerto n. 5 per pianoforte e orchestra (L’imperatore), dirige Giuseppe Lanzetta. Completano il programma L’ouverture Coriolano, la sinfonia n. 6 in Fa Maggiore Pastorale.

****

Arca Azzurra Teatro

L’ultimo appuntamento teatrale dell’Estate al Bargello 2015 è ancora all’insegna di Dante e dell’Inferno. Arca Azzurra Teatro e la compagnia del Maggio di Buti accordano i loro strumenti e linguaggi di attori e cantori per far risuonare le rime della Commedia. Un Inferno è una rappresentazione dantesca fra tradizione popolare e poesia dell’eterno (da lunedì 31 agosto a domenica 6 settembre).

****

Bargello Jazz

Terza edizione per Bargello Jazz. L’8 settembre Enrico Pieranunzi e Bruno Canino, due artisti solo apparentemente distanti per scelte artistiche e stile, formano un inedito duo pianistico. Una dedica agli autori dei ruggenti anni Venti, come George Gershwin. Un viaggio musicale che tocca latitudini, geografiche ed espressive, diverse ma ugualmente intense e coinvolgenti, eseguito con la consueta intelligenza musicale ed intenso lirismo che contraddistingue i due artisti, considerati massimi interpreti del pianoforte a livello internazionale.

****

Firenze Suona Contemporanea

Proiettato verso la multimedialità è il ciclo di Firenze Suona Contemporanea, organizzato da FLAME | Florence Art Music Ensemble. Ospite dell’evento inaugurale (mercoledì 9 settembre, in replica giovedì 10) uno dei massimi rappresentanti dell’arte povera, Jannis Kounnellis, che, partendo da un suo lavoro storico del 1973, crea un’installazione ‘on site’ nel pozzo centrale del Cortile del Bargello, accompagnata da Alter Ego Ensemble, che realizza un progetto di musica-povera/musica-minimale, fondendo insieme composizioni di Philip Glass, Morton Feldman e Steve Reich.

Lunedì 14 settembre arrivano in prima nazionale, grazie anche a una collaborazione con il festival Sagra Musicale Umbra e a Music Norway, le Nordic Voices, eccellenza norvegese del virtuosismo vocale, che propongono un programma misto antico-contemporaneo con opere da Carlo Gesualdo e Luis da Victoria fino ai compositori emergenti del Nord Europa.

Il giorno successivo, martedì 15 settembre, l’espressivo e fiammeggiante TRIO7090, gruppo olandese specializzato nella musica di Iannis Xenakis, si esibisce nella formazione 7090 Ensemble su musiche anche di Eric de Clercq, Andrea Cavallari, Giuliano Bracci.

Proprio Andrea Cavallari, direttore artistico di Firenze Suona Contemporanea, presenta in prima nazionale Die Winterreise (sabato 19 settembre). La composizione si inserisce nell’omonimo ciclo di lieder di Franz Schubert, pietra miliare del periodo romantico tedesco, e dialoga con un impianto scenico del pittore spagnolo Mateo Vilagrasa, diretto da Rainer Pudenz, e costituito da 380 scatole, da due lati delle quali si intravede un busto femminile. Kammeroper Frankfurt mette così a confronto la visione romantica e quella contemporanea dell’amore, della solitudine e dello smarrimento.

Chiude la rassegna Flame | Florence Art Music Ensemble che con Aprire Venere martedì 22 settembre esegue i brani di quattro compositrici sul tema della pornografia, in una forma di concerto ‘alternativa’ che integra musica, installazione e performance.

L’Estate al Bargello del Teatro della Toscana è organizzata da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ex Soprintendenza Speciale per il P.S.A.E. e per il Polo Museale della città di Firenze, Museo Nazionale del Bargello, Fondazione Teatro della Toscana, Estate Fiorentina 2015, con il sostegno di Unicoop Firenze.

L’Estate al Bargello 2015 è organizzata da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ex Soprintendenza Speciale per il P.S.A.E. e per il Polo Museale della città di Firenze, Museo Nazionale del Bargello, Estate Fiorentina 2015.

LEAVE A REPLY