Roberto Masotti presenta il suo ultimo libro “Keith Jarrett, un ritratto”

0
195
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotodi Roberto Masotti (Arcana)

Con Roberto Masotti, Stefano Battaglia, Vincenzo Martorella e Luciano Linzi

Coordina Marco Molendini

a seguire

STEFANO BATTAGLIA Piano Solo

Dedicato a Keith Jarrett”

Ingresso libero fino a esaurimento posti

 ———–

Giovedi 11 giugno, alla Casa del Jazz, presentazione del libro “Keith Jarrett, un ritratto” di Roberto Masotti (Arcana). Interverranno l’autore Roberto Masotti, Stefano Battaglia, Vincenzo Martorella e Luciano Linzi, coordinerà Marco Molendini. A seguire alla fine della presentazione, dopo un piccolo intervallo, il pianista  Stefano Battaglia si esibirà in un breve concerto, con una sua improvvisazione libera, dedicata a Jarrett.

Vedere Jarrett è importante quasi quanto ascoltarlo, e spesso lo si sente meglio guardandolo piegarsi sulla tastiera, o assumere posture innaturali. Roberto Masotti, uno dei più grandi fotografi viventi, segue e conosce il pianista dal 1969, e in questa galleria di immagini offre il suo punto di vista sul pianista: il suo sguardo profondo e artistico coglie la natura profonda della musica jarrettiana, il modo assolutamente inedito che il pianista ha di occupare lo spazio, di piegarlo alle sue note. Due grandi artisti a confronto.

Centinaia di fotografie, molte inedite, altre facilmente riconoscibili dai conoscitori, ritratti, foto di azione, sequenze a coprire un lunghissimo periodo: 1969 – 2011. C’è tutto il tempo per il formarsi di un ritratto artistico e umano dove Jarrett è da solo o in compagnia dei musicisti delle diverse e storiche formazioni. Roberto Masotti è fotografo molto conosciuto nel campo musicale, in tutta la sua ampiezza e varietà, ma jazz e musica contemporanea rappresentano un’area privilegiata, comunque di partenza. L’incontro con Keith Jarrett è stato uno dei più determinanti della sua carriera.  In questo libro c’è una forte impronta fotografica costruita su una rigorosa selezione, pur se ampia e costituisce di per se una riflessione sul rapporto tra fotografia e musica. Il tutto scorre secondo un flusso dietro il quale si riconoscono le figure di musicisti che hanno contribuito alla sua formazione, come Miles Davis, altre che sono state partner ideali nei gruppi, Jan Garbarek, Jack De Johnette, Gary Peacock, Paul Motian, Charlie Haden, Dewey Redman, Palle Danielsson, Jon Christensen, e poi, quel produttore, compagno di strada, amico di una vita che si chiama Manfred Eicher.

 ———–

ROBERTO MASOTTI

Si è sempre dedicato alla documentazione e alla ricerca, attraverso il mezzo fotografico, ma anche intervenendo con scritti, interviste e articoli nel campo dello “spettacolo” e in particolare della musica jazz, contemporanea e sperimentale. Molte sue immagini sono state utilizzate dall’editoria per libri, riviste, copertine di dischi, soprattutto per la casa discografica ECM. Il suo lavoro più noto, YOU TOURNED THE TABLES ON ME, centoquindici ritratti di musicisti contemporanei (1974-1981), è stato pubblicato nel 1995 ed esposto in numerose città europee. Con Silvia Lelli, dal 1979 al 1996 è stato fotografo ufficiale del Teatro alla Scala di Milano.

———–

Casa del Jazz

Viale di Porta Ardeatina, 55 – Roma

Info: 06/704731

Ingresso libero fino a esaurimento posti

LEAVE A REPLY