Teatro della Fortuna (Fano): ecco la nuova stagione 2015/2016

0
716
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoPresentata il 24 giugno FANOTEATRO ‘15’16, stagione di prosa della Fondazione Teatro della Fortuna in collaborazione con Amat e con il contributo del Comune di Fano, della Regione Marche e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Una stagione che presenta importanti novità e che traccia con evidenza le linee guida dell’attività e del ruolo della Fondazione Teatro fanese. Un risultato derivante dal lavoro svolto dal nuovo CdA insediatosi lo scorso settembre, che pur avendo preso in corsa la gestione delle attività teatrali a stagione già iniziata si è impegnato da subito a recuperare e costruire un rapporto con le realtà del territorio per costruire un progetto per il Teatro che coinvolga quanto più possibile la città.

——-

La forma

La più grande novità rappresenta una vera sfida: in occasione della fine del triennio di prelazione, la stagione di prosa del Teatro della Fortuna passa da 2 a 3 serate. Fermo restando il numero dei titoli in cartellone, sette, l’offerta passa da 14 a 21 serate di spettacolo, tutte in abbonamento.

Grazie ad una maggiore possibilità di scelta data dalle tre serate, la prelazione non sarà più a tempo; coloro che sottoscriveranno l’abbonamento alla stagione di prosa potranno conservare il posto e il turno senza dover rinnovare la fila ogni tre anni. Appuntamento quindi al prossimo 20 settembre data di apertura della campagna sia per i vecchi abbonati sia per i nuovi abbonandi.

——-

I contenuti

In primo luogo si avranno due allestimenti a Fano ed una prima nazionale.

La stagione è stata immaginata e pensata per un pubblico sempre più ampio e variegato e con un’attenzione particolare, come più volte ribadito, ai cittadini più giovani e al mondo della scuola.

Intanto il ritorno alla terza serata consente di avere un numero maggiore di posti accessibili agli studenti ai quali è riservato uno sconto particolarmente vantaggioso nei settori B e C. Alcuni degli spettacoli proposti sono stati scelti guardando ai programmi di alcune materie umanistiche come le letterature e la storia (Pirandello, Molière, la Seconda Guerra Mondiale) in modo da consentire progetti di approfondimento con incontri nelle classi e a teatro. È previsto anche il coinvolgimento diretto dei giovani e dei giovanissimi che potranno partecipare ai lavori di allestimento con stage di varia natura come già successo per le produzioni liriche ed anche salire sul palco come nel caso del Coro di Voci Bianche di Fano che accompagnerà uno dei protagonisti in cartellone.

——-

Il programma

Dal 16 al 18 ottobre ENRICO IV di Luigi Pirandello regia e con Franco Branciaroli che si avvale delle scene di Margherita Palli, storica scenografa del compianto Luca Ronconi. La compagnia, in residenza di riallestimento al Teatro della Fortuna, riprende la sua seconda stagione dopo i successi strepitosi della precedente.

Dal 30 ottobre al 1 novembre Emilio Solfrizzi in SARTO PER SIGNORA di Georges Feydeau per la regia di Valerio Binasco. Un appuntamento da non perdere. Un cocktail di ingredienti di assoluto valore e sorprendentemente conciliabili: l’autore del vaudeville per antonomasia e un regista di spessore come Binasco, un attore dalla grande verve comica come Emilio Solfrizzi ed una dama del grande teatro come Anita Bartolucci, attrice di razza che torna ad esibirsi sul palcoscenico della sua città natale.

Dall’11 al 13 dicembre Simone Cristicchi in MAGAZZINO 18 di Simone Cristicchi e Jan Bernas,

con la regia di Antonio Calenda. Simone Cristicchi è rimasto colpito da una pagina scarsamente frequentata della nostra storia. Siamo al Magazzino 18 del Porto di Trieste, nel luogo dove nel 1947 gli istriani esuli – senza casa e spesso prossimi ad affrontare lunghi periodi in campo profughi o estenuanti viaggi verso lontane mete nel mondo – lasciavano le loro proprietà, in attesa di poterne in futuro rientrare in possesso. Lo spettacolo sarà punteggiato da canzoni e musiche inedite di Simone Cristicchi, eseguite dal vivo insieme al Coro di Voci Bianche Incanto Malatestiano di Fano che affiancheranno il cantattore sul palcoscenico.

Dal 15 al 17 gennaio un gradito ritorno di un beniamino del pubblico di Fano come Leo Gullotta che propone una novità della prossima stagione, uno spettacolo che si annuncia “stupefacente” per le tecniche adottate che vedranno utilizzare scenografie e video-mapping per la prima volta in uno spettacolo di prosa. Si tratta di SPIRITO ALLEGRO di Noel Coward per la regia di Fabio Grossi, che narra la storia di un famoso ed affermato scrittore inglese di nome Charles Condomine che per documentarsi sul genere spiritico/mistico vuole fare una seduta spiritica.

Dal 2 al 4 febbraio una novità di Stefano Massini, Paolo Rossi, Giampiero Solari, diretta dallo stesso Solari, Paolo Rossi in MOLIÈRE: LA RECITA DI VERSAILLES, una commedia scritta da Molière nel 1663, in cui mette in scena se stesso e la sua compagnia dichiarando apertamente le sue idee sull’arte drammatica e abbozzando quella Comédie des comédiens che da molto tempo, si dice, aveva intenzione di scrivere.

Dall’1 al 3 aprile una residenza di allestimento e prima nazionale. Sabrina Impacciatore e Valter Malosti in VENERE IN PELLICCIA di David Ives per la regia dello stesso Malosti. In un teatro, dopo una giornata passata a fare audizioni per trovare l’attrice che possa interpretare il lavoro che si prepara a mettere in scena, Thomas si lamenta al telefono del basso livello delle candidate. Nessuna di loro possiede lo stile necessario per il ruolo da protagonista. Mentre sta per uscire appare Vanda. Tra regista e attrice, vittima e carnefice, inizia un vertiginoso scambio di ruoli, un gioco elettrizzante del gatto col topo nel quale si confondono i confini tra fantasia e realtà, seduzione e potere, amore e sesso. Da questa pièce teatrale, acclamata e pluripremiata a Broadway ed in tutto il mondo, il regista Roman Polanski nel 2013 ne ha tratto l’omonimo film.

Dal 15 al 17 aprile Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta sono i protagonisti di MATTI DA SLEGARE

di Axel Hellstenius con la regia di Gioele Dix. Iacchetti, Covatta, Dix di nuovo insieme come ai tempi di Ruvido Show, il programma di RAI UNO del 1995 che puntava sui giovani comici del momento.

La commedia tratta un tema molto importante e delicato come quello delle malattie mentali, in maniera fresca, ironica e addirittura spassosa e divertente.

Campagna Abbonamenti 2015-16

I nuovi abbonamenti sono in vendita dal 20 al 30 settembre 2015.

——-

Biglietti e info

I biglietti di tutti gli spettacoli sono in vendita dal 5 ottobre 2015.

Botteghino Teatro della Fortuna, Piazza XX Settembre, 1, 61032 Fano (PU), tel. 0721.800750, fax 0721.827443, botteghino@teatrodellafortuna.it.

——-

Inizio spettacoli

Giorni feriali ore 21.00 – domenica ore 17.00.

www.teatrodellafortuna.it

LEAVE A REPLY