Teatro della Tosse (Genova): ecco la nuova stagione 2015

1
542
Condividi TeatriOnline sui Social Network

foto40 anni. Il Teatro della Tosse compie 40 anni.

Un traguardo importante per il nostro teatro, che abbiamo deciso di festeggiare ripercorrendo la storia della Tosse e soprattutto, come nella nostra tradizione, guardando al futuro.

La stagione appena conclusa ha confermato la tendenza positiva degli ultimi anni facendo registrare un aumento di pubblico del 14%.

In totale i biglietti complessivi emessi nell’ultima stagione sono stati quasi 40.000, senza contare gli oltre 10.000 spettatori che hanno partecipato ai nostri eventi estivi e le tantissime persone che hanno seguito le nostre numerose iniziative gratuite in teatro e non solo.

Da questi numeri ripartiamo per lanciare il nuovo corso del Teatro della Tosse, che porterà a una rivoluzione radicale per quanto riguarda l’idea tradizionale di stagione.

Le nuove stagioni della Tosse non saranno più conteggiate da settembre a giugno ma diventeranno solari e abbracceranno l’arco di tempo da gennaio a dicembre.

La stagione 2015, che presentiamo oggi, parte il primo luglio ai Giardini Luzzati con la terza edizione di La Tosse d’Estate fa centro, e lo spettacolo Pinocchio Circus, e si conclude il 31 dicembre 2015 con Ubu Cabaret, il tradizionale spettacolo di capodanno.

Il prossimo dicembre presenteremo la Stagione 2016 (dal 1 gennaio al 31 dicembre 2016).

La stagione è firmata dal direttore Amedeo Romeo, che nominato a gennaio ha iniziato subito a lavorare in stretta sinergia con Emanuele Conte Presidente del Consiglio d’Amministrazione e regista residente della Compagnia del Teatro della Tosse.

Abbiamo scelto il titolo In continuo movimento per sottolineare l’atteggiamento che ci contraddistingue maggiormente e che il nostro pubblico ben conosce: non stare mai fermi e muoversi sempre cercando di cogliere le novità più interessanti del panorama culturale nazionale e internazionale.

La curiosità e l’irrequietezza della Tosse sono immutate da quarant’anni e ci conducono sempre alla ricerca di nuove strade e diversi percorsi culturali.

Il Ministero, che ha inserito La Fondazione LuzzatiTeatro della Tosse nell’elenco dei teatri di rilevante interesse culturale (tric), oltre a chiedere un’attenzione alla nuova drammaturgia, sottolinea l’importanza di un rapporto stretto con il territorio di appartenenza e chiede di lavorare su progetti triennali in periodi di tempo conteggiati sull’arco solare.

Queste indicazioni ci confermano l’importanza di proseguire sulla strada intrapresa. Anche nel 2015 continua la divisione del cartellone Tosse tra “In„ Trionfo, che ospita le grandi produzioni straniere e nazionali, e Cantiere Campana, diventato ormai punto di riferimento per la drammaturgia contemporanea.

La grande novità di quest’anno è Resistere e creare, il festival internazionale di danza affidato alla direzione artistica di Michela Lucenti/Balletto Civile. Una rassegna che occuperà tutti gli spazi del teatro (Trionfo, Campana e Agorà) con prime nazionali, ospiti internazionali e 2 importanti coproduzioni internazionali: Pizzeria Anarchia lo spettacolo di Balletto Civile in PRIMA NAZIONALE e Il grande rifiuto del Collettivo Ligna.

La rassegna presenterà anche la PRIMA NAZIONALE di Speak low when you speak love del coreografo, regista belga Wim Vandekeybus con la sua compagnia Ultima Vez.

Sempre di più teniamo la porta aperta sull’Europa, ma senza perdere il rapporto con il territorio. Il rapporto tra Tosse e territorio è sempre stato fondamentale, esiste un legame stretto con il centro storico genovese dove abbiamo la nostra casa invernale, e da qualche anno con la città di Bordighera che ospita la stagione La Tosse a Palazzo. Ma è durante la stagione estiva, che per noi rappresenta un periodo di intenso lavoro con la messa in scena degli spettacoli di teatro fuori dal teatro, che questa relazione si evidenzia maggiormente. Gli spettacoli de La Tosse d’estate, che partono da Genova per spostarsi lungo tutta la Liguria (Apricale, Santa Margherita, Cogoleto e Pietra Ligure) diventano quindi i primi appuntamenti della nuova stagione.

Anche le istituzioni riconoscono questo stretto rapporto con il territorio e il nostro lavoro sul tessuto sociale, tanto che il Comune di Genova ci ha chiesto di allestire il 21 luglio una parata di Scacco Matto per il quartiere della Maddalena nel centro storico genovese.

Ovviamente non ci dimentichiamo che stiamo festeggiando un compleanno e non si può fare nessuna festa degna di questo nome senza un regalo, solo che invece che riceverlo lo facciamo noi al nostro pubblico. Si tratta di Tosse Card, la tessera che, oltre a diversi altri vantaggi, permette di acquistare un abbonamento speciale con il quale è possibile assistere a tutti i titoli in cartellone a Genova nel 2015 di In Trionfo, Cantiere Campana, Resistere e creare e lo spettacolo estivo Pinocchio Circus al costo di 60 euro.

L’offerta è valida fino al 9 ottobre 2015 e la disponibilità è limitata. La Tosse Card è gratuita, nominale e ricaricabile. Può essere ritirata in biglietteria (010 2487011) previa registrazione e ricaricata al botteghino oppure sul sito www.teatrodellatosse.it.

Ancora Tosse…

Dopo l’estate presenteremo tutte le altre iniziative legate ai 40 anni del Teatro della Tosse e in autunno tutte le stagioni che completano la nostra attività:

Stagione Ragazzi (Mattine per le scuole e Le domeniche in famiglia) che continuerà ad avere una stagionalità scolastica da ottobre a maggio. Il Teatro per le scuole sarà composto da spettacoli coinvolgenti e intelligenti adatti ai diversi gradi scolastici, per stimolare la naturale curiosità e la capacità critica di bambini e ragazzi. La Tosse in famiglia: La domenica pomeriggio è dedicata ai bambini e alle famiglie: spettacoli per grandi e piccini con le migliori compagnie nazionali di teatro ragazzi, laboratori musicali e creativi, un confortevole e colorato spazio bimbi per leggere e giocare.

La Claque in Agorà

La terza sala del Teatro della Tosse con una forte predisposizione e attrazione verso i nuovi fermenti artistici e culturali della città e non solo, un’inclinazione verso le nuove tendenze e un occhio di riguardo nei confronti della musica, di qualsiasi tipo, ecco l’identità de La Claque

Le strade del suono – Eutopia Ensamble

Percorsi di musiche dal ‘900 e oltre in residenza al Teatro della Tosse.

Terza stagione cittadina interamente dedicata alla musica colta del ‘900 e contemporanea per L’Eutopia Ensemble un gruppo di giovani musicisti genovesi di formazione classica, strumentisti e

compositori, che hanno il desiderio di confrontarsi con realtà musicali diverse e di uscire dalle usuali cornici della musica classica.

I Corsi della Falegnameria del Teatro della Tosse

Un appuntamento ormai tradizionale del Teatro della Tosse che ha lo scopo di avvicinare gli allievi al teatro e al suo linguaggio svelandone le diverse professionalità.

Extra Tosse
Tutti gli appuntamenti teatrali, musicali e di danza ospitati dal Teatro della Tosse fuori stagione.

Concorso per voce sola

Premio Scenario

Bluegrass Party 7

7 novembre 2015 ore 21.15
Red Wine

Una delle band country-bluegrass europee più longeve in concerto. Sul palco artisti tra i più rinomati della scena acustica mondiale.

———

Stagione 2015

Dal primo luglio al 31 dicembre 2015 la Tosse presenta 12 spettacoli in cartellone a Genova tra “In„ Trionfo, Cantiere Campana e La Tosse d’Estate: 5 produzioni Tosse, 2 coproduzioni internazionali, 5 prime nazionali, 1 Festival di danza Resistere e creare, 4 titoli internazionali più 6 produzioni estive in giro per la Liguria.

Produzioni Tosse (autunno- inverno)

Prometeo (14-31 ottobre – PRIMA NAZIONALE – In Trionfo)

Generazione DisagioKarmafulmien (3-15 novembre – PRIMA NAZIONALE – Cantiere Campana)

La favola del flauto magico (18-20 dicembre – In Trionfo)

Ubu Cabaret (31 dicembre – PRIMA NAZIONALE – Cantiere Campana)

A sottolineare ancora una volta l’importanza e lo sforzo produttivo della Tosse, saranno 11 le produzioni Tosse dal 1 luglio al 31 dicembre 2015 a cui si aggiungono 2 coproduzioni.

Quattro produzioni sono in cartellone dal prossimo autunno di cui tre in prima nazionale.

Emanuele Conte firma due spettacoli in prima nazionale: Prometeo che apre la stagione “In„ Trionfo il 14 ottobre e resta in scena fino al 31 e Ubu Cabaret che sarà lo spettacolo di Capodanno (fuori abbonamento).

Con Prometeo Emanuele Conte conclude la trilogia del potere, iniziata con Antigone di Anouilh e proseguita con Caligola di Camus. In questi tre anni dedicati al tema del conflitto tra l’individuo e il potere, l’attenzione è andata sempre più spostandosi verso l’uomo e ciò che lo spinge a ribellarsi ai meccanismi del potere. Prometeo si ribella per amore degli esseri umani, per donare all’uomo il fuoco, la conoscenza. Ancora una volta protagonista sarà Giammaria Martini, artefice lo scorso anno di una grande interpretazione di Caligola, per uno spettacolo di forte impatto emotivo.

A quarant’anni dalla messinscena dell’Ubu Re, lo spettacolo con cui ha avuto inizio l’avventura del Teatro della Tosse, Emanuele Conte propone una rilettura del testo di Jarry in uno spettacolo fuori abbonamento presentato la notte di Capodanno in Prima Nazionale: Ubu Cabaret. Come ogni anno il 31 dicembre si alterneranno sul palco attori, musicisti e cantanti per una grande festa che vedrà il coinvolgimento del pubblico e si concluderà con il brindisi all’anno nuovo.

Generazione Disagio – Karmafulmien è firmato da Generazione Disagio, un gruppo di giovani artisti visti lo scorso anno in Cantiere Campana con lo spettacolo Dopodiché stasera mi butto (in cartellone anche quest’anno). L’esempio di questo spettacolo spiega meglio di qualsiasi parola l’obiettivo perseguito in questi anni dalla Tosse: dare casa in una struttura teatrale consolidata come la nostra, oltre che visibilità, a compagnie emergenti, nel rispetto della loro autonomia artistica.

Il nuovo spettacolo di Generazione Disagio è in Prima Nazionale e racconta di quattro angeli irrequieti, nostalgici estimatori dell’Empireo, che assorbono, loro malgrado, le angosce del genere umano. In scena dal 3 al 15 novembre.

Dal 18 al 20 dicembre sarà in scena anche La Favola del Flauto Magico, titolo visto ai Giardini Luzzati in occasione del compleanno di Emanuele Luzzati. Si tratta di un particolare allestimento che segna l’incontro sulla scena tra i burattini di Emanuele Luzzati e Bruno Cereseto e la musica di Mozart, suonata e cantata dal vivo da un ensemble di musicisti, attori e cantanti lirici, che tra piume, stracci colorati e foreste incantevoli raccontano la contrastata storia d’amore tra l’eroe Tamino e Pamina.
———

Produzioni Tosse – La Tosse d’Estate

Pinocchio circus (dall’1 al 18 luglio – Genova – Giardini Luzzati)

I mostri di Alice (dal 5 al 16 agosto – Apricale (IM)

Scacco matto (21 luglio – Genova Via della Maddalena / 23 luglio – pietra ligure /25 luglio – Cogoleto)

Recitarcantando 3 passi con la Tosse (dal 30 luglio al 1 Agosto – Santa Margherita Ligure)

. Pinocchio Circus (30 luglio)

. La favola del flauto magico (31 luglio)

. Pifferaio di Hamelin (1 agosto)

. Al lupo al lupo (20 agosto –– Celle Ligure)

Sono 7 le produzioni estive del Teatro della Tosse. Si parte il primo luglio ai Giardini Luzzati con la terza edizione di La Tosse d’Estate Fa Centro di Genova.

Insieme all’associazione il Ce.sto, che da tre anni gestisce i Giardini Luzzati, abbiamo lanciato una scommessa alla cittadinanza e alle istituzioni, portando nel cuore della città, i nostri spettacoli. Una scommessa risultata vincente.

Il titolo di quest’anno è Pinocchio Circus di Emanuele Conte e Amedeo Romeo. Gi spettatori, accompagnati allo scoperta dei personaggi dalla musica suonata dal vivo dall’Orchestra Bailam, incontreranno il direttore del Circo, Lucignolo, Mangiafoco, la Fata dai Capelli Turchini, la Volpe e il Gatto, il Grillo Parlante, l’Omino di Burro, il Colombo, I Carabinieri, Rosaura, Geppetto e ovviamente Pinocchio.

L’atmosfera magica sarà impreziosita dai costumi realizzati dalla sartoria del Teatro della Tosse a partire dai bozzetti realizzati da Bruno Cereseto, Guido Fiorato e Emanuele Luzzati per le diverse versioni di Pinocchio messe in scena dalla compagnia dal 1975 a oggi.

Dal 5 al 16 agosto la Tosse si sposta per la ventiseiesima volta ad Apricale, consolidando così un rapporto unico in Italia. Il rapporto tra Apricale e il Teatro della Tosse va avanti dal 1990, dalla prima edizione della rassegna … e le stelle stanno a guardare. Da quell’anno ogni agosto attori, registi e maestranze del teatro genovese si spostano nelle strette vie del borgo medioevale per mettere in scena uno spettacolo estivo a stazioni che cambia di volta in volta.

Per il 2015 la Tosse ha scelto di attraversare lo specchio insieme ad Alice con lo spettacolo I mostri di Alice. A 150 anni dalla pubblicazione del libro, i personaggi di Louis Carroll diventano l’occasione per riflettere sul tema della follia. Chi è pazzo? Alice che sceglie di attraversare lo specchio o chi si rifiuta di credere a tutto ciò che non assomiglia alla realtà cui siamo abituati? Poesia, musica, scienza e, naturalmente, la potenza visionaria scaturita dalla penna di Carroll.

In Scacco matto (21 luglio – Genova Via della Maddalena / 23 luglio – Pietra Ligure /25 luglio – Cogoleto) i pezzi sulla scacchiera non sono di legno, ma in carne ed ossa e hanno tutti una storia da raccontare, per affascinare la morte e rimandare il più possibile l’ora dell’ultimo addio. Gli spettatori compiranno un viaggio alla ricerca dei protagonisti che raccontando le loro vicende mescoleranno risate e poesia, alto e basso, musica e travestimenti. La drammaturgia originale di Emanuele Conte e Amedeo Romeo regala a ciascuno dei pezzi degli scacchi un passato, una storia, un desiderio e un’ambizione. I tre spettacoli sono gratuiti e consolidano il rapporto tra il nostro teatro e le città di Cogoleto e Pietra Ligure.

Dal 30 luglio al primo agosto la Tosse sbarca a Santa Margherita Ligure con la rassegna Recitarcantando 3 passi con la Tosse, dedicata alle famiglie. Pinocchio Circus (30 luglio), La favola del flauto magico (31 luglio) e il Pifferaio di Hamelin (1 agosto – S. Margherita).

Il 20 agosto ancora una data con Al lupo al lupo a Celle Ligure, lo spettacolo di teatro ragazzi con la regia di Antonio Tancredi che ha debuttato nei mesi scorsi in Prima Nazionale alla Tosse.

————–

Resistere e creare – Festival internazionale di danza

Pizzeria Anarchia (26-29 novembre – PRIMA NAZIONALE– COOPRODUZIONE INTERNAZIONALE)

Il grande rifiuto (26-27 novembre – COOPRODUZIONE INTERNAZIONALE)

Eyes in the colours of the rain (3 dicembre – SPETTACOLO INTERNAZIONALE)

Speak low when you speak love (5-6 dicembre – PRIMA NAZIONALE–SPETTACOLO INTERNAZIONALE)

È la grande novità di quest’anno, un festival di danza affidato alla direzione artistica di Michela Lucenti/Balletto Civile. Una rassegna che occuperà tutti gli spazi del teatro (Trionfo, Campana e Agorà) con prime nazionali, ospiti internazionali e coproduzioni.

Si consolida il rapporto tra Tosse e Michela Lucenti/Balletto Civile iniziato lo scorso anno con How long is now. Balletto Civile diventa compagnia residente alla Tosse e nei prossimi anni il rapporto si consoliderà ulteriormente attraverso collaborazione artistiche più stringenti.

Si parte con Pizzeria Anarchia il nuovo spettacolo in prima nazionale di Balletto Civile coprodotto da Teatro della Tosse con NeukoellnerOper Berlin, MusikTheaterTage Wien, Centro Giovanile Dialma Ruggiero La Spezia e Fondazione Teatro Due.

Balletto Civile allestisce una specie di opera con cantanti lirici, musicisti, attori e danzatori, dentro un’irriverente e precisissima macchina per raccontare la storia vera dello sgombero di un palazzo occupato pacificamente da una comunità punk. Partitura fisica e partitura musicale eseguita dal vivo, originale, creata dal compositore tedesco Michael Bauer per uno spettacolo musicale dove danza musica e parola si confondono sotto il segno dell’urgenza del dire.

La nuova produzione Die grosse Verweigerung del collettivo internazionale Ligna ha debuttato nel 2014 in Germania e ora arriva in Italia in occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale. Lo spettacolo si diverte a ipotizzare come sarebbe cambiata la storia d’Europa se si fosse verificato uno sciopero internazionale prima del conflitto.

Gli artisti sono stati invitati a sviluppare una serie di residenze di produzione nelle città di Bolzano, Bologna e Genova, per fare ricerca e produrre un secondo capitolo di Die grosse Verweigerung, dal titolo Il grande rifiuto, favorendo l’ apertura di possibili immaginari futuri.

La rassegna continua con Eyes in the colours of the rain spettacolo della compagnia Slovacca Rootlessroot, che riflette sulla realtà della società attuale. Uno spettacolo molto fisico che ragiona sull’idea e sulla speranza in un ritorno a una società con più umanità.

Il 5 e 6 dicembre arriva alla Tosse uno degli artisti più interessanti del panorama europeo, il belga Wim Vandekeybus. Coreografo, ballerino, attore e regista con la sua compagnia Ultima Vez da quasi 30 anni gira il mondo con i suoi spettacoli. Sul palco della Tosse porta in Prima Nazionale Speak low when you speak love lavoro che ruota intorno al sentimento dell’amore che porta con se il massimo della gioia e terribili dolori. La musica ancora una volta è scritta in collaborazione con Mauro Pawlowski, e cerca di scandagliare le emozioni più intime legate all’amore.

————–

In Trionfo e Cantiere Campana

Dopodiché stasera mi butto (7-11 ottobre) Cantiere Campana

Per favore niente eroi (20-22 novembre) Cantiere Campana

Vertigo Suite (10-12 dicembre) “In„ Trionfo

Oltre le produzioni del Teatro della Tosse e al Festival Resistere e creare le stagioni “In„ Trionfo e Cantiere Campana ospiteranno altri titoli con la consueta divisione.

In„ Trionfo: produzioni straniere e nazionali, che porteranno sul palco spettacoli dal forte impatto visivo, in grado di stupire, capaci di parlare, attraverso la lingua del sogno e della fantasia, sia a un pubblico adulto che ai ragazzi e alle famiglie, dal circo al physical theatre, per un teatro capace di farsi crocevia del mondo.

Cantiere Campana: resta punto di riferimento per la drammaturgia contemporanea e presenta al pubblico titoli con particolare attenzione a un teatro che abbatte le barriere tra platea e palcoscenico, un modo alternativo di fare cultura e spettacolo, dai testi classici alle sperimentazioni contemporanee.

Aprirà la stagione di Cantiere Campana Dopodiché stasera mi butto lo spettacolo di Generazione Disagio, che lo scorso anno è stato un clamoroso successo con una serie di repliche da tutto esaurito. Dopodiché stasera mi butto è un elogio del disagiato contemporaneo.

Tre disagiati (Laureando, Stagista e Precario) si sfidano a un’improbabile rincorsa all’apice della non-vita (il suicidio), incitati da un eclettico conduttore del gioco e supportati dal pubblico in sala, che interagisce in modi assolutamente divertenti.

Un simpatico modo per rappresentare la condizione di una generazione di venti-trentenni disagiati, appunto, con la convinzione, però, della necessità di non dover cercare di cambiare se stessi, vivendo la condizione di un sano disagio.

Binario 7 porta in scena Per favore niente eroi con drammaturgia e regia di Corrado Accordino, spettacolo ispirato ai racconti di Rymond Carver, maestro della narrativa breve considerato il capostipite del minimalismo letterario americano.

Microfono e cappellino sempre in testa per nascondersi dal mondo, tra amnesie e imbarazzo, Carver racconta e svela i segreti della sua vita e della sua arte narrativa. Una vita familiare e tanti lavori diversi alle spalle, l’alcolismo, gli arresti e i ricoveri. L’intera arte di Carver si nutre di queste esperienze: i suoi racconti ruvidi hanno per protagonisti individui umili, spesso disperati, che si dibattono e si trascinano tra le difficoltà della vita dell’America di provincia.

A dicembre arriva in Trionfo Vertigo Suite, uno spettacolo che appaga gli occhi e fa viaggiare la mente in una continua vertigine di stupore. Un progetto di circo contemporaneo della Compagnia blucinQue/Cirko Vertigo, diretto da Caterina Mochi Sismondi, che da qualche tempo analizza, nella drammaturgia e nel movimento, i temi dello spiazzamento. In questo spettacolo si sperimentano nuove idee e ricerche sul corpo attraverso attori e musicisti che portano in scena la propria esperienza di vertigine, attraverso un percorso di immagini e suoni, articolato e originale, che porta a una riflessione sulla costante condizione di sospensione e cambiamento in ciascuno di noi.

———-

BIGLIETTI

Spettacoli “In„ Trionfo: 24 euro

Spettacoli Cantiere Campana: 14 euro

Spettacoli prodotti dal Teatro della Tosse (Prometeo, Karmafulminien, Pizzeria Anarchia, La Favola del Flauto Magico, Ubu Rap): 14 euro

Pinocchio Circus: 15 euro

Spettacoli RESISTERE E CREARE, seguono i Prezzi di In Trionfo e Cantiere Campana


PER TUTTI GLI SPETTACOLI: GIOVANI
fino a 28 anni la sera della prima:

10 euro

TOSSE CARD 60 € per assistere a tutti gli spettacoli IN TRIONFO e al CANTIERE CAMPANA in cartellone fino al 30 dicembre 2015.

———-

ORARIO BIGLIETTERIA

da martedì a venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00

sabato dalle ore 15.00 alle ore 19.00; la domenica, in caso di spettacolo pomeridiano, dalle ore

15.00 alle ore 18.00

È possibile prenotare gli spettacoli sempre gratuitamente presso la biglietteria del teatro o telefonicamente (010 2470793) dalle ore 15.00 alle ore 19.00.

I biglietti prenotati devono essere ritirati entro un’ora dall’inizio dello spettacolo.

———-

FONDAZIONE LUZZATI-TEATRO DELLA TOSSE ONLUS

Piazza Renato Negri, 4

16123 Genova

Tel. centralino 0102487011 – Tel. botteghino 010 2470793

www.teatrodellatosse.itinfo@teatrodellatosse.it

Salvo dove diversamente indicato

———-

INIZIO SPETTACOLI ore 20.30

DOMENICA INIZIO SPETTACOLI ORE 18.30

lunedì riposo

1 COMMENT

  1. ciao

    volevo complimentarvi con voi per lo spledido spetttacolo di Alice e i suoi mostri, andato in scena nella suggestiva location di Apricale.
    A tal proposito vorrei togliermi una curiosita’: quanti spettatori erano presenti la sera del 15 agosto…? la piazza del paese era davvero gremita!

    complimenti vivissimi

    Luca

LEAVE A REPLY