Teatro Olimpico di Roma, la nuova stagione 2015/2016

0
702
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoAnfitrione della presentazione della nuova stagione 2015-2016 del Teatro Olimpico di Roma è Giancarlo Magalli che insieme a Lucia Bocca Montefoschi, direttrice artistica del Teatro da 25 anni, illustra il nuovo cartellone ricco di proposte eterogenee per tutti i gusti, dalla commedia alla prosa, dalla musica alla canzone, dal balletto classico alla comicità, al Festival della Danza in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana.

Sono molto orgogliosa di questa nuova stagione. Questo teatro è uno spirito libero dalle molte anime, dai tanti sapori, non si può costringerlo in un solo genere, si ribella! È un teatro pop e cult, è insieme il palco delle novità e dei debutti romani, dei grandi successi storici e dei nuovi fenomeni ormai affermati con programmi sempre originali… – spiega la direttrice artistica – Il nostro palcoscenico è vivo, il nostro palcoscenico è libero! E liberi si sentono i nostri spettatori che amano tornare a trovarci ogni volta per uno spettacolo diverso, come dimostrano gli ottimi risultati della stagione artistica che si è appena conclusa, a fronte del nostro costante impegno con loro per mantenere prezzi accessibili”.

La nuova stagione si apre il 29 settembre con un consolidato classico dei teatri romani, Semo o nun semo, grande classico di Nicola Piovani, uno spettacolo musicale sulla tradizione della canzone romana fra serenate, canzoni classiche e saltarelli interpretati come sempre dal quartetto Donatella Pandimiglio, Carlotta Proietti, Sara Fois, Massimo Wertmüller e l’Ensamble Aracoeli.

Dal 6 al 18 ottobre tornano in scena gli eccezionali ballerini della NoGravity Dance Company di Emiliano Pellisari che unisce alla macchine barocche la tecnica illusoria: in occasione dei 750 anni dalla nascita di Dante Alighieri, il teatro propone Dall’Inferno al Paradiso, summa degli spettacoli di danza delle tre cantiche, già andate in scena sul palco dell’Olimpico.

Dal 22 ottobre spazio alla Carmen di Georges Bizet nella riscrittura eclettica nell’allestimento semiscenico della compagnia.

La Carmen è una storia antica e di straordinaria attualità che travolge per la musica e racconta di un femminicidio: è una storia tragicamente attuale su una donna che paga con la sua vita il desiderio di libertà” spiega Mario Piazza dell’Orchestra di Piazza Vittorio che ha trovato nell’Olimpico un’ideale sede stabile.

A grande richiesta dal 10 al 22 novembre dopo il plateale successo dello scorso anno torna Anche se sei stonato divertente commedia sulla bizzarra amicizia fra due uomini agli opposti interpretati da Marco Presta, un professore universitario deluso dall’amore e Max Paiella, un cantante da pianobar cialtrone e dongiovanni.

Ancora una commedia brillante: Di mamma non ce n’è una sola racconta la guerra senza esclusioni di colpi fra una suocera e un genero, rispettivamente interpretati da Paola Tiziana Cruciani e Max Tortora, dal 24 novembre al 6 dicembre.

In occasione delle festività natalizie torna in teatro la comicità di Maurizio Battista, che dopo le frequenti incursioni nel cinema, torna ancora in teatro con Allegro ma non troppo, nuovo esilarante show che coinvolge il pubblico in scena dall’8 dicembre al 3 gennaio.

Ad animare le feste di Natale arrivano due classici del balletto russo di Cajkovskji-Petipa, La Bella Addormentata e Lo Schiaccianoci negli allestimenti senza tempo della scuola russa del Balletto di Mosca “La Classique” (dal 6 al 10 gennaio).

Ancora monologhi comici con Quello che le donne (non) dicono, ma pensano, lo show di Francesca Reggiani nato nel 2005 e rinnovato sulla scia dei più recenti avvenimenti di cronaca e gossip (dal 12 al 17 gennaio) e con Pezzi da 90, brillante raccolta dei personaggi e dei cavalli di battaglia di Max Giusti che proporrà al pubblico Biagio Antonacci, Ligabue, Vasco Rossi e Lotito (dal 19 al 24 gennaio).

Dal 23 febbraio al 3 aprile tornano in scena Lillo & Greg con Marchette in trincea (Work in regress) commedia metateatrale che racconta le miserie di una compagnia di attori in difficoltà pronti a tutto pur di portare in scena lo spettacolo mentre ad aprile arriva in scena la brillante commedia francese di Florian Zeller, Un’ora di tranquillità, interpretata da Massimo Ghini, Galatea Ranzi, Claudio Bigagli, Massimo Ciavarro, Gea Lionello, Luca Scapparone e Alessandro Giuggioli.

Dal 28 gennaio al 7 febbraio torna all’Olimpico Supermagic, il Festival Internazionale della Magia giunto alla 13ª edizione e come sempre animato dai migliori prestigiatori, mentalisti, manipolatori, illusionisti di tutto il mondo.

Spazio alla musica con La Via del Successo, musical ispirato alla carriera del gruppo vocale femminile statunitense Diana Ross & The Supremes e interpretato dalla straordinaria Amii Stewart che sarà in scena con 17 musicisti che a maggio chiude la stagione a metà maggio.

Anche quest’anno torna il Festival Internazionale della Danza di Roma 2016 dell’Accademia Filarmonica Romana e del Teatro Olimpico, rassegna giunta alla sesta edizione che coniuga abilmente proposte per tutti i palati con un’attenzione particolare alla contemporaneità. Grande ritorno dei Momix in cartellone che dal 9 al 21 febbraio presentano a Roma il cult Opus Cactus, spettacolo nato 14 anni fa e ispirato alle atmosfere e ai deserti dell’Arizona per raccontarne misteri e fascino attraverso risvolti inaspettati e accecanti giochi di luce.

Completano il festival i balletti George Sand – Uomo e Libertà dell’Astra Roma Ballet, diretta dall’étoile italiana Diana Ferrara, Aterballetto, una delle migliori realtà della danza contemporanea in Italia, con le coreografie SENTieri di Philippe Kratz e 14’20’’ di Jiří Kylián, riflessione sul tempo e Antitesi di Andonis Foniadakis e infine Balletto del Sud con Le Quattro Stagioni su coreografie di Fredy Franzutti.

Il 4 e 5 gennaio il palco dell’Olimpico ospiterà due serate all’insegna della musica con i Regina che propongono i pezzi dei Queen in Live at Wembley e gli Across the Beatles in un omaggio alla band inglese con Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band e tornerà a ospitare la sessantesima edizione della consegna dei David di Donatello 2016.

Tutto il programma in dettaglio www.teatroolimpico.it.

LEAVE A REPLY