Chicco di caffè

0
171
Condividi TeatriOnline sui Social Network

ImmagineGranarolo e La Baracca – Testoni Ragazzi portano all’Esposizione Universale di Milano una produzione teatrale per bambini che affronta il tema del cibo, al centro della manifestazione, da un punto di vista etico.

La compagnia teatrale bolognese, che da quasi 40 anni opera nel panorama nazionale e internazionale del Teatro Ragazzi, salirà sul palco del Teatro della Terra, al Parco della Biodiversità dell’Expo, giovedì 3 settembre alle ore 17.30 con lo spettacolo Chicco di caffè (6 – 12 anni).

Una storia che parla ai bambini di altri bambini. Una storia che vuole raccontare di bambini lavoratori, di infanzia, di giochi e di sogni. Il chicco di caffè è il simbolo di qualcosa di piccolo, delicato, importante, che vuole crescere.

Dietro a una tazzina di caffè può esserci una storia importante, come dietro a un bicchiere di latte, e parlare di alimentazione sostenibile significa anche affrontare il tema del commercio etico.

Chicco di caffè” nasce da un viaggio in Nicaragua, nella regione di Pantasma, un’area montuosa tra le più povere del Paese. Le immagini e le testimonianze raccolte nel viaggio hanno dato forma allo spettacolo per raccontare, in maniera leggera e coinvolgente, le condizioni di altri popoli.

————

Gruppo Granarolo

Il gruppo Granarolo, uno dei principali player dell’agroalimentare italiano, comprende due realtà diverse e sinergiche: un consorzio di produttori di latte – Granlatte – che opera nel settore agricolo e raccoglie la materia prima – e una società per azioni – Granarolo S.p.A. – che trasforma e commercializza il prodotto finito e conta 12 siti produttivi dislocati sul territorio nazionale e 2 in Francia.

Il gruppo Granarolo rappresenta così la più importante filiera italiana del latte direttamente partecipata da produttori associati in forma cooperativa. Riunisce infatti circa 1.000 allevatori produttori di latte, un’organizzazione di raccolta della materia prima alla stalla con 70 mezzi, 1.200 automezzi per la distribuzione, che movimentano 750 mila tonnellate/anno e servono quotidianamente circa 50 mila punti vendita presso i quali 11 milioni di famiglie italiane acquistano prodotti Granarolo.

Nei propri laboratori, il Gruppo effettua quotidianamente analisi sull’intera filiera produttiva, dalla materia prima al prodotto finito, per garantire al consumatore prodotti di qualità e con elevati standard di sicurezza.

Il Gruppo, inoltre si avvale di controlli qualità esterni svolti da enti di certificazione internazionale qualificati e garantiti dall’International Food Standard (IFS), dal British Retail Consortium (BRC) e dall’EU organic food certification (CCPB). Dal 2002, il processo produttivo è certificato dal sistema di gestione qualità ISO 9001.

Il Gruppo Granarolo conta circa 2.100 dipendenti al 31/12/2014. Il 77,48% del Gruppo è controllato dal Consorzio Granlatte, il 19,78% da Intesa Sanpaolo, il restante 2,74% da Cooperlat.

Nel 2014 il Gruppo ha realizzato un fatturato superiore ad un miliardo di Euro.

————

La Baracca – Testoni Ragazzi

Nata nel 1976, La Baracca opera da quasi 4o anni nel mondo del Teatro Ragazzi con un’attività di produzione e programmazione dedicata ai bambini e ai giovani, alle famiglie e alle scuole.

Nel 1983 la compagnia ha sottoscritto con il Comune di Bologna la prima convenzione In Italia per dedicare un teatro cittadino esclusivamente all’infanzia e alla gioventù: il Teatro Sanleonardo prima, e poi dal 1995 il Teatro Testoni Ragazzi. Diventato negli anni un punto di riferimento artistico e culturale a livello nazionale e internazionale, il teatro bolognese, oltre ad essere fucina di produzioni e progetti de La Baracca, ogni anno ospita numerosi spettacoli presentati dalle più importanti compagnie di teatro ragazzi, italiane e straniere.

Nelle 36 stagioni teatrali programmate fino ad oggi hanno partecipato circa 1.500.000 spettatori. La Baracca ha prodotto 179 titoli per bambini e ragazzi.

Dal 2005 è project leader di Small size, rete europea per la diffusione della arti performative per la prima infanzia, riconosciuta e finanziata dalla Commissione Europea attraverso il Programma Cultura per tre progetti consecutivi. La rete oggi conta 17 partner di 15 differenti nazionalità.

Dal 2014 il Testoni Ragazzi è sede di Assitej International, l’associazione che promuove lo sviluppo del teatro per l’infanzia e la gioventù nel mondo, e di Assitej Italia, il Centro Nazionale italiano.

LEAVE A REPLY