Umbria Folk Festival 2015: Mauro Pagani e Ambrogio Sparagna in concerto

0
222
Condividi TeatriOnline sui Social Network
  • MAURO PAGANI “CREUZA DE MA” TOUR, venerdi 21 agosto
  • AMBROGIO SPARAGNA e l’Orchestra Giovanile di Musica Popolare presentano BALLO! sabato 22 agosto

———–

fotoMAURO PAGANI

CREUZA DE MA 2014…il viaggio continua…

MAURO PAGANI ( voce, violino, bouzouki )

MARIO ARCARI ( fiati )

EROS CRISTIANI ( tastiere e fisarmonica )

JOE DAMIANI ( batteria e percussioni )

Umbria Folk Festival a Orvieto, Fortezza Albornoz (Piazza Cahen), presenta venerdì 21 agosto MAURO PAGANI con Creuza de Ma Live 2015. E’ ricorso nel 2014 il trentesimo anniversario dalla prima pubblicazione di Crêuza de Mä, scritto a quattro mani da Fabrizio De Andrè e Mauro Pagani, capolavoro ormai universalmente riconosciuto come una delle pietre miliari della cultura musicale italiana. Per celebrare l’evento, la Fondazione De Andrè e Mauro Pagani hanno deciso di rimixare l’album, partendo dai nastri analogici originali e utilizzando al meglio le più moderne tecnologie digitali. Il nuovo tour porta in giro per l’Italia i vecchi e nuovi mix dell’album, oltre ad alcuni brani storici frutto della collaborazione di Pagani con De Andrè e alcuni inediti. Il meraviglioso viaggio continua… Ricorre questʼanno il trentesimo anniversario dalla prima pubblicazione di Creuza de Ma, capolavoro scritto a quattro mani da Fabrizio de Andrè e Mauro Pagani ormai universalmente riconosciuto come una delle pietre miliari della cultura musicale italiana, votato dalla critica e dal pubblico “Miglior Disco Italiano” degli anni ottanta, scelto da David Byrne e Rolling Stone America come uno dei dieci migliori dischi del decennio nel mondo, al quarto posto dei 100 migliori dischi di sempre della musica leggera italiana nella speciale classifica realizzata e pubblicata da Rolling Stone Italia. Per celebrare lʼevento la Fondazione De Andrè e Mauro Pagani hanno deciso di rimixare lʼalbum, partendo dai nastri analogici originali e utilizzando al meglio le più moderne tecnologie digitali. Ne è uscito un cd doppio, pubblicato dalla Sony e immediatamente entrato nelle classifiche dei dischi più venduti, che include tutti i brani originali rimixati, un arrangiamento completamente inedito di Jamin – a, tre remix alternativi di altrettanti brani del disco e un intero concerto live di Fabrizio registrato durante la tournèe di Creuza. In questi giorni Pagani sta preparando coi suoi musicisti una tournèe che porterà in giro per lʼItalia i vecchi e nuovi mix dellʼintero album, oltre a alcuni brani storici frutto della sua collaborazione con De Andrè, tra cui A Cimma, Monti di Mola, Megu Megun, La Domenica delle Salme e altri, e infine, last but not least, alcuni brani inediti che faranno parte del suo nuovo cd già in fase di registrazione, la cui uscita è prevista per lʼautunno di questʼanno. Qualche riflessione, a firma Mauro Pagani, tratta dalla copertina dell’album Creuza de Ma: “Se guardo indietro e osservo quel gran guazzabuglio di suoni, facce, chilometri, colori e storie che è la mia ormai cinquantennale avventura di musicante, Creuza de Ma spicca tra tutti come lʼavvenimento di gran lunga più importante, più misterioso e più stupefacente cui abbia avuto la fortuna di partecipare. Perché importante, è fin troppo ovvio. Misterioso, perché misterioso e imprevedibile è stato il caso che ha fatto incontrare Fabrizio e me nel momento perfetto, quando entrambi eravamo pronti: lui a rivoluzionare tutto il suo universo estetico e tuffarsi con un enorme coraggio in un mare sconosciuto, le cui correnti erano davvero difficili da prevedere e governare: io, a ordinare quasi miracolosamente la gran quantità di suoni che avevo inghiottito in anni di bulimia mediterranea e trasformarla in Canzoni. Stupefacente, come il romanzo di avventure che ne è venuto fuori, come la reazione della gente, il gran turbine di sentimenti, emozioni, sogni che è riuscito a suscitare in così tanti. Sono passati trentʼanni, Fabrizio manca ormai da quindici, ma nullʼaltro è entrato profondamente nella mia vita e nella mia quotidianità come Creuza.”

Official Web Site: www.mauropagani.com

Ingresso 10 euro + prevendita

————–

BALLO!

AMBROGIO SPARAGNA

l’Orchestra Giovanile di Musica Popolare

Sabato 22 agosto a Umbria Folk Festival a Orvieto (TR), presso la Fortezza Albornoz (Piazza Cahen), è la serata della FESTA DELLA TERRA, nonché del progetto BALLO! che vede il coinvolgimento di tutti coloro che avranno partecipato ai laboratori proposti tra le varie attività collaterali del Festival: laboratorio di Danze Popolari Italiane a cura di Francesca Trenta, laboratorio di Canto Corale Popolare acura di Anna Colaianni e laboratorio di Tamburello a cura di Arnaldo Vacca; il tutto per una serata all’insegna dell’energia e del divertimento, con un’esibizione collettiva vivace e coinvolgente. A capitanare il progetto Ballo! è AMBROGIO SPARAGNA, uno degli artisti più attivi della nuova musica popolare nonché autore di un vasto repertorio di canzoni e ballate ispirate alla grande tradizione musicale contadina, per questo presenza fissa ed immancabile del Festival. Dopo il grande successo delle precedenti edizioni di Umbria Folk Festival, torna a dirigere l’Orchestra Giovanile di Musica Popolare, il gruppo di giovani musicisti e cantanti torna a proporre una serie di canti tipici della tradizione dell’Umbria e del Lazio (canti narrativi, di questua, filastrocche e strambotti d’amore) elaborati da Sparagna. Prodotta dall’Associazione TEMA, nelle ultime edizioni del festival ha collaborato con Lucilla Galeazzi, Raffaello Simeoni, Fausto Mesolella, Peppe Servillo, Francesco Di Giacomo, Imany, Hevia.  L’apertura della serata è affidata alla splendida voce di Roberta Carrese, finalista del talent The Voice of Italy 2015, dove la cantante si è confrontata con diversi generi musicali mettendo in mostra tutte le proprie qualità artistiche.

Sempre sabato 22 agosto, alle ore 06.00, appuntamento anche stavolta alla Fortezza Albornoz per il FOLKTREKKING ALL’ALBA (percorso 5 km, tempo di percorrenza un’ora e mezza circa) che prevede colazione con ricotta (del Caseificio Delrio) e miele (dell’Azienda Agricola Casa Parrina).Alla passeggiata attorno alla rupe parteciperà, come per le scorse edizioni, l’ORCHESTRA GIOVANILE DI MUSICA POPOLARE diretta da AMBROGIO SPARAGNA, che torna a proporre una serie di canti tipici della tradizione dell’Umbria e del Lazio.

Per tutta la durata del Festival, la TAVERNA FOLK a cura del Gruppo Cramst offre la possibilità di gustare un’ampia scelta di piatti tipici, spuntini, menù vari e vini di territorio a tempo di musica.
———–

Per tutte le info su UMBRIA FOLK FESTIVAL: www.umbriafolkfestival.it

Infoline 0763.340422

INGRESSO 1° EURO + PREVENDITA

LEAVE A REPLY