Festival Internazionale di Musica Vocale “Concordia Vocis” (24° edizione)

0
167
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoRitorna per il 24 anno l’atteso appuntamento di fine estate consacrato al bel canto con il Festival Internazionale di Musica Vocale Concordia Vocis.

Seguendo il solco tracciato nelle precedenti edizioni anche questo XXIV^ Festival Internazionale di Musica Vocale, si contraddistingue sia per il carattere itinerante con otto concerti dal 12 al 30 settembre, sia per la presenza di formazioni di spessore internazionale provenienti da Germania, Slovenia e Italia.

Una formula quella della rassegna viaggiante che negli anni ha offerto la possibilità di assistere a intensi momenti di musica tra le mura antiche di numerose Chiese e Santuari dell’isola ma che in questa edizione, si snoda tra le pareti amiche della Basilica di Santa Croce a Cagliari, la Cattedrale di Santa Chiara di Iglesias e il Centro Culturale Comunale di Via Roberto Cattaneo sempre nella cittadina mineraria.

Il festival nato e maturato nell’ambito del Centro Universitario Musicale di Cagliari, per il terzo anno consecutivo, cioè da quando la crisi economica internazionale e i rilevanti tagli alla cultura hanno messo in ginocchio numerosi operatori culturali, fa rima con austerità, contenimento delle spese e di conseguenza offerte musicali ridotte.

“Quello che abbiamo potuto proporre in passato – dichiara il Presidente del C.U.M. Claudio Serra – ad esempio nel 2011, ospitando undici ensemble, l’eccellenza della polifonia internazionale provenienti da Giappone, Stati Uniti, Svezia, Francia, Spagna, Slovenia e Italia, per un totale di 16 concerti distribuiti tra Cagliari, Tortolì, Gavoi e Alghero, oggi è improponibile. Far arrivare e ospitare questi gruppi costa tantissimo e ricordo che i nostri concerti per lo più sono gratuiti, quindi di fronte a tali difficoltà la cosa più ovvia poteva essere chiudere tutto, ma sarebbe stato un torto per tutte le persone che in questi anni hanno lavorato alla crescita del festival.”

Resistere in attesa di tempi migliori e mai abbandonare la nave, questi gli imperativi di casa C.U.M.

“Siamo ad un passo dal compiere un quarto di secolo di vita – riprende Claudio Serra – abbiamo portato prestigiose formazioni che difficilmente il pubblico sardo avrebbe mai visto nell’isola e di conseguenza non possiamo disperdere il grande patrimonio culturale accumulato in tutti questi anni e che tanti tra gli addetti ai lavori ci hanno riconosciuto. Non va dimenticato, infatti, che nel 2009 Concordia Vocis è entrata a far parte dei membri ufficiali del C. F. N. Choral Festival Network, cui aderiscono 27 organizzazioni dei cinque continenti, suddivise fra Festival e Concorsi. A rappresentare l’Italia ci sono solo il Concorso Internazionale Guido d’Arezzo e il nostro Festival”.

Questo XXIV viaggio nel mondo del canto a cappella e nella polifonia, sebbene presenti un cartellone più contenuto di gruppi e appuntamenti, si riconferma per il valore artistico degli ensemble invitati: i tedeschi del “Quartonal Vocal Ensemble”, il gruppo misto “Ingenium Ensemble” di Lubiana (Slovenia), il coro polifonico “Collegium Karalitanum” diretto dal Maestro Giacomo Medas, la Cappella Musicale “Pietro Allori” condotta dal Maestro Mariano Garau. Chiudono questo ristretto parterre di ospiti, i cagliaritani del “Sestetto Vocale Kor”e le voci de I Pop’s Eleven” formazione nata come esito finale di una Master class tenuta dal Maestro Manuel Cossu nei primi mesi del 2015.

Il calendario del XXIV^ Concordia Vocis si apre il 12 settembre tra le pareti dell’antica Basilica di Santa Croce nell’omonima via di Castello con un concerto che ha come protagonista il “Quartonal Vocal Ensemble”, formazione di quattro promettenti cantanti di Amburgo capaci di interpretare e proporre con agilità repertori per voci maschili che spaziano dalle opere Rinascimentali come le composizioni di Clement Janequin ai brani della rock star George Michael.

Il giorno successivo i giovani cantanti del “Quartonal Vocal Ensemble” Sönke Tams Freier (basso), Mirko Ludwig (tenore), Florian Sievers (tenore) e Christoph Behm (baritono) si trasferiranno nel Sulcis per un concerto di musiche di ispirazione religiosa, profana, pop e folk in programma al Centro Culturale Comunale di Via Roberto Cattaneo a Iglesias.

La settimana successiva, domenica 20 settembre, la rassegna ritorna nel capoluogo per il concerto nella Basilica di Santa Croce con la neo formazione de I Pop’s Eleven”. Sotto la attenta direzione del Maestro Manuel Cossu proporranno al pubblico del Festival un repertorio che abbraccia le più recenti hit straniere, il pop italiano anni’ 60 e inoltre la musica “folk” nel senso più ampio del termine.

La kermesse musicale prosegue giovedì 24 settembre sempre tra le pareti dell’antica Chiesa edificata nei pressi dell’omonimo Bastione di Santa Croce a Castello con la seconda formazione straniera ospitata quest’anno: il gruppo misto “Ingenium Ensemble” di Lubiana (Slovenia). I sei giovani cantanti Mirjam Strmole (soprano), Zala Strmole (soprano), Blaž Strmole (tenore), Gašper Banovec (tenore), Domen Anžlovar (tenore), e Jan Kuhar (basso) daranno un’ampia dimostrazione della loro capacità di interpretare madrigali e mottetti dal periodo rinascimentale, arrangiamenti di canti popolari sloveni e spartiti contemporanei composti da giovani autori sloveni. Le sei voci di “Ingenium Ensemble” replicheranno ancora sabato 26 settembre, sempre alla Basilica di Santa Croce a Cagliari in un doppio concerto aperto da una nuova formazione cagliaritana, il “Sestetto Vocale Kor”. Il giorno successivo, domenica 27, le sei giovani voci di “Ingenium Ensemble” chiuderanno la loro partecipazione al Festival Concordia Vocis con un breve trasferimento nel Sulcis per il concerto in calendario al Centro Culturale Comunale di Via Roberto Cattaneo a Iglesias.

Sempre nella città mineraria, Concordia Vocis martedì 29 settembre, invita tra le pareti della Cattedrale di Santa Chiara i padroni di casa della “Cappella Musicale “Pietro Allori” condotta da Mariano Garau per un concerto improntato su un repertorio esclusivamente a carattere sacro rinascimentale.

Il sipario sul XXIV^ Festival Internazionale di Musica Vocale Concordia Vocis si chiude mercoledì 30 settembre alla Basilica di Santa Croce con il concerto di spartiti della tradizione religiosa colta del coro polifonico “Collegium Karalitanum” guidato dalla bacchetta del Maestro Giacomo Medas.

L’edizione 2015 di Concordia Vocis è organizzata dal C.U.M. (Centro Universitario Musicale) con la collaborazione del Coro Polifonico del C.U.M e i contributi dei Comuni di Cagliari e Iglesias.

Tutti i concerti avranno inizio alle ore 20,45

Per informazioni:

CUM – Centro Universitario Musicale

Via Università, 55 – 09124 Cagliari;

Tel/Fax. 070 72 86 44;

mobile +39 338 8773 004;

web: www.concordiavocis.it;

E mail: info@concordiavocis.it

 

LEAVE A REPLY