Incanti – Rassegna Internazionale di Teatro di Figura (22° edizione)

0
286
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoCon il sostegno di Arti Sceniche 2015 – Bando della Compagnia di San Paolo

Con il contributo di

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Piemonte,

Città di Torino – Sistema Teatro Torino, Comune di Grugliasco,

Fondazione CRT, Fondazione per la Cultura Torino, Italdesign Giugiaro

Fondazione Live Piemonte dal Vivo, Fondazione Teatro Piemonte Europa,

Goethe Institut Turin, Repubblica Federale di Germania Ministero Degli Affari Esteri

Con la collaborazione di Onda Teatro

e di

Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus / Piccola Accademia del Teatro Ragazzi e dell’Animazione,

Museo Nazionale del Cinema, Dipartimento Educazione – Castello di Rivoli Museo D’Arte Contemporanea,

Scuola Holden, MagazziniOz, Cecchi Point, UNIMA, Istituto per i Beni Marionettistici e Teatro Popolare

Nell’ambito di Expo – TO 2015 / Torino Incontra Berlino

Effe Label 2015 – 2016

————-

La ventiduesima edizione di Incanti è dedicata al rapporto fra Letteratura e Teatro di Figura.

L’eccellenza del Teatro di Figura internazionale si confronta con opere della letteratura e del teatro classico e contemporaneo, da Sofocle a Jarry fino alla scrittura contemporanea affidata ai giovani allievi della Scuola Holden di Torino. Questa ventiduesima edizione segna un importante traguardo: il festival è sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per il triennio 2015 – 2017.

Tra gli appuntamenti fissi del festival, che vedono succedersi per sette serate numerose compagnie – provenienti da Giappone, Turchia, Francia, Germania, Italia – e il PIP – Progetto Incanti Produce, quest’anno Incanti propone per la quarta edizione del progetto CANTIERE un doppio percorso formativo da un lato, in collaborazione con la Scuola Holden per quanto riguarda la scrittura per il Teatro di Figura, e performativo dall’altro, in collaborazione con il Teatro del Buratto di Milano e Is Mascareddas di Cagliari, per la messa in scena dei testi selezionati nella prima parte del percorso.

Sempre più Incanti sostiene le giovani compagnie che si sono distinte nel panorama del Teatro di Figura con progetti innovativi e di qualità. In questa edizione sarà quindi presente Choices, progetto selezionato da Scene allo sBando di Generazione Creativa della Compagnia di San Paolo, e Il re è nudo della compagnia La TurcaCane, progetto presentato nello Spazio Off di Cantiere 2014.

La novità del 2015 è il progetto triennale PAB# Progetto Accademia, ponte tra le principali scuole europee di Teatro di Figura e Torino, che si apre con la presenza dell’Accademia Drammatica “Ernst Busch” di Berlino. Alcuni allievi dell’Accademia con la compagnia Retrofuturisten di Berlino e il Papermoon Puppet Theatre di Yogyakarta presenteranno la loro ultima produzione realizzata in collaborazione con il Goethe Institut del Sud-Est Asiatico. Ingo Mewes, insegnante della scuola, e i suoi allievi si occuperanno inoltre di proporre due workshop di teatro d’ombre di ricerca e sperimentazione.

——–

ARTISTI

Tra le compagnie di quest’edizione: Nori Sawa (Giappone-Repubblica Ceca), Compagnia Ulrike Quade (Olanda), Tiyatrotem (Turchia), Jeux de mains jeux de vilains (Francia), Riserva Canini (Italia), Irene Vecchia (Italia), Controluce – Boulouris 5 (Italia-Svizzera), Hochschule Ernst Busch / Retrofuturisten / Papermoon Puppet Theatre (Germania / Indonesia), Onda Teatro (Italia), Pesci Volanti (Italia) e La TurcaCane (Italia). Regista ospite dell’edizione 2015 del PIP sarà Nori Sawa poliedrico marionettista giapponese che vive da anni tra Osaka e Praga.

——–

PROGRAMMA

MARTEDÌ 6 OTTOBRE alla Casa Del Teatro Ragazzi e Giovani alle ore 20 (in replica alle 22.30)il debutto del PIP – Progetto Incanti Produce, in collaborazione con il Comune di Grugliasco e la Fondazione Live Piemonte dal Vivo, Flotsam Blues diretto da Nori Sawa, con Laura Bartolomei, Julianna Dorosz, Marek Marcel Gornicki, Anna Guazzotti, Marco Intraia. Immaginiamo il mare. Un’enorme quantità di vite lo abitano e innumerevoli navi lo attraversano. Dopo la tempesta, possiamo vedere molti relitti galleggianti (flotsam). Un pezzo di leggenda dalle profondità del mare o della spazzatura trasportata dalle onde. Una ricostruzione della storia degli oceani attraverso oggetti, ombre e corpi. I pupazzi sono flotsam. Gli attori-animatori sono flotsam.

Nori Sawa selezionato dal Ministero di Cultura del Governo giapponese e sostenuto da The Japan Foundation dal 1991 ha iniziato la sua attività professionale in Europa, attraverso performances, corsi di insegnamento e workshop in scuole e festival, quali il DAMU (Academy of Performing Arts) di Praga, the University of Chicago, the London Puppetry School. Tra i suoi ultimi progetti la messinscena e regia di Cenerentola per il Teatro Ateneum di Katowice, Polonia, il workshop presso The International Puppet Days, Izmir, Turchia, i workshop alla Northwestern University e all’Università di Chicago e in Giappone al Iida Puppet Festival, la messinscena e regia di Storia del pescatore Taro Urashima.

Alle ore 21.00 Gulliver – all’Ombra dell’Uomo Montagna di Controluce Teatro D’Ombre e Boulouris 5, prodotto da Controluce, Boulouris 5 e Théâtre L’Echandole (Yverdon). Lo spettacolo, commissione della ORT di Firenze 2011, ha debuttato in questa nuova versione francese nel novembre 2014 in Svizzera. Ora epico ora triviale, ironico e sentimentale, il viaggio di Gulliver non cessa di affascinare. Eroe credulone e audace, è ideale sia per il mondo delle immagini che per il mondo dei suoni. Il racconto di Gulliver è fatto di ricordi che appaiono e svaporano, si ingrandiscono e si riducono esattamente come il mondo effimero e immaginifico del Teatro d’Ombre. Il quintetto svizzero Boulouris 5 composto dalla clarinettista Anne Gillot, dal chitarrista e compositore Ignacio Lamas, da Jocelyne Rudasigwa al contrabbasso, da Jean Samuel Racine al clarinetto e infine da Eléonore Giroud al violino – è molto noto in Svizzera per le sue incursioni dalla musica antica al tango nuevo, dal barocco alla musica contemporanea. Controluce Teatro D’Ombre nasce nel 1994 dall’incontro a Torino del pittore spagnolo Jenaro Meléndrez Chas con i musicisti Cora De Maria e Alberto Jona. La compagnia si afferma nell’ambito del Teatro di Figura europeo affiancando messinscena di teatro d’ombre per il teatro lirico e la musica contemporanea. Dal 2007 Rosa Mogliasso, scrittrice, collabora con la compagnia. Controluce organizza e dirige annualmente dal 1994 Incanti.

MERCOLEDÌ 7 OTTOBRE alle ore 21.00 alla Casa Del Teatro in scena la Ulrike Quade Company (Olanda) con Antigone, ideato e diretto da Nicole Beutler e Ulrike Quade, con Hillary Blake Firestone, Michele Rizzo, Cat Smits, e i pupazzi di Watanabe Kazunori. Lo spettacolo è presentato in collaborazione con Fondazione Teatro Piemonte Europa. Polinice ha perso la sua vita sul campo di battaglia. Secondo la nuova legge non potrà essere sepolto. Le sue sorelle, Antigone ed Ismene, rappresentano due diversissimi punti di vista di questa storia. Ismene segue la legge e sceglie la vita, Antigone agisce secondo i suoi ideali, ignora il consiglio della sua famiglia e per questo deve morire.

Ulrike Quade è una delle più importanti registe di teatro visuale olandesi. La sua cifra stilistica è segnata dall’utilizzo di linguaggi diversi che combinano il teatro di parola con quello dell’animazione di pupazzi, il mimo, la danza e la musica. La compagnia si è esibita in Europa, negli USA, China e Taiwan. Ulrike Quade è la prima regista olandese ad aver vinto la borsa di studio Directors Lab Scholarship del Lincoln Center di New York nel 2004. Dead Orange Walk è stata nominata miglior performance innovativa del New Theatre Makers Series stagione 2003/2004. Dal 2009 la Ulrike Quade Company è sostenuta dal Dutch Performing Arts Fund.

Alle ore 22.30 torna sul palco Nori Sawa con Kaguya: Bamboo Princess and other pieces. Kaguya, la principessa della luna è nata sulla terra in un tronco di bamboo e molti nobiluomini hanno cercato di conquistare il suo cuore senza successo. La storia de Il Tagliatore di Bambù (Taketori Monogatari), conosciuto anche come La Principessa Kaguya (Kaguya hime), è uno dei racconti popolari più conosciuti in Giappone, risale all’inizio del X secolo ed è considerato il più antico testo di prosa mai scritto.

Alle ore 20 e alle ore 22 la compagnia La TurcaCane porta in scena Il re è nudo, con Francesca Alongi, Claudio Dughera, Elena Campanella, Vanni Pertusio, Alice De Bacco. Su una tavola apparecchiata prendono vita le storie contrapposte di un imperatore e di una mendicante nate dalla penna di H.C.Andersen. Attraverso il teatro d’oggetti un racconto e un’indagine sulla metamorfosi di senso dell’oggetto comune. La TurcaCane è composta da giovani artisti con percorsi di formazione e professionalità differenti. Luogo di incontro e trampolino di partenza della compagnia è La Piccola Accademia del Teatro Ragazzi e dell’Animazione della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino.

GIOVEDÌ 8 OTTOBRE dalle ore 16.00 al Cecchi Point pomeriggio dedicato a Cantiere Incanti. Le giovani compagnie selezionate avranno la possibilità di presentare al pubblico del festival gli studi realizzati partendo da uno tra i nove testi elaborati dagli allievi della Scuola Holden che hanno partecipato nel corso dell’anno al laboratorio Scrivere per il Teatro di Figura, prima tappa del progetto. Una giuria selezionerà uno degli spettacoli presentati, che sarà inserito nelle rassegne L’altro volto del Teatro (Cagliari) e IF OFF (Milano).

Alle ore 21.00 la compagnia Tiyatrotem (Turchia) porta in scena Mutual Dreams, ovvero la storia dell’Ubu incatenato. Padre Ubu informa la moglie di avere in programma un cambiamento di stile di vita radicale: vuole diventare schiavo e trovare persone da servire. Ubu incatenato è l’ultimo e più tagliente dei testi di Jarry, la cui trilogia si completa in una feroce, spietata satira sul concetto di libertà nelle sue diverse forme e interpretazioni. Şehsuvar Aktaş e Ayşe Selen in questa storia sono sia burattinai sia attori.

Tiyatrotem combina la tradizione del teatro d’ombre turco Karagöz con un teatro di figura d’innovazione, sperimentando una contaminazione tra antico e moderno. Molto conosciuti in patria hanno girato l’Europa e sono stati invitati in diversi festival in India, Brasile ed Egitto. Nel 2012, in occasione della seconda edizione del Festival Internazionale del Teatro Ragazzi a Bitola, hanno vinto il Grand Prix for the Best Performance as a Whole con il loro spettacolo We can’t go on like this.

VENERDÌ 9 OTTOBRE alle ore 21.00 alla Casa Del Teatro il progetto PAB# Berlino evento speciale in collaborazione con Goethe Institut Turin / Torino incontra Berlino. Senlima – Journey with no limits è uno spettacolo nato dal progetto Borders / Batas / Grenzen della Hochschule Ernst Busch – Dipartimento di Teatro di Figura e Goethe Institut del Sud Est Asia con Retrofuturisten di Berlino e Papermoon Puppet Theatre di Yogyakarta. Lo spettacolo, dopo il debutto del 1° ottobre a Jakarta, va in scena a Torino. Teatro di figura contemporaneo, animazione video e ombre tradizionali indonesiane dialogano sul palco. La base del lavoro è un racconto creato dalle due compagnie influenzato sia dalla mitologia indonesiana che da quella tedesca: un vecchio vive nascosto dal mondo in un grande grattacielo, tutto solo con il suo unico amico, un piccolo uccello. Una notte l’uccello fugge e lascia per la prima volta nella sua vita l’appartamento. La mattina seguente, sconvolto dalla scomparsa del suo amico, l’uomo si confronta con la solitudine totale. Questo il punto di partenza per un’avventura unica. Alle ore 22.30 proiezione del documentario sulla nascita dello spettacolo, a seguire dialogo degli artisti con il pubblico per ripercorrere l’esperienza di produzione tra Germania e Indonesia, un percorso attraverso 14.141 km e 14 confini nazionali.

SABATO 10 OTTOBRE alle ore 21.00 alla Casa Del Teatro Grimm – i guardiani del pozzo della giovane compagnia Riserva Canini. Dobbiamo a Jacob e Wilhelm Grimm e al loro meticoloso lavoro di raccolta e di trascrizione, se ancora oggi possiamo attingere a quello straordinario universo poetico e letterario che è 
la fiaba. La carta scritta è il tramite attraverso cui i due fratelli tedeschi hanno “vivificato” e reso immortali quei racconti che sino ad allora vivevano di sola tradizione orale. E proprio dalla carta parte questo spettacolo. Riserva Canini nasce come Compagnia di Teatro nel 2004. La direzione artistica è affidata a Marco Ferro e Valeria Sacco, entrambi diplomati all’ Accademia delle Arti dello Spettacolo “Paolo Grassi” di Milano, Marco Ferro in drammaturgia, Valeria Sacco nel corso attori.

Alle ore 22.30 Irene Vecchia presenta Un Caso Cromosomico, spettacolo realizzato con la collaborazione artistica di Gyula Molnàr, vincitore del progetto Cantiere Incanti 2013 nell’ambito di Grimmland. Märchenhaft. Da favola! del Goethe-Institut. Come il codice genetico è un’eredità che si tramanda nell’unicità degli individui, così la narrazione epica si sparge in giro e genera evoluzioni a spirale, trasmettendo informazioni necessarie dei popoli. Ambientata a Napoli, senza tempo, è una storia che tratta di eredità: genetica e non. Il mistero che avvolge l’identità di una persona è una cronaca, una storia da analizzare.

Il percorso artistico di Irene Vecchia comincia con Pulcinella nel 2000, quando incontra i maestri guarattellari Salvatore Gatto, Maria Imperatrice e Bruno Leone, frequentando la “Scuola delle Guarattelle”, prima scuola di formazione per burattinai della tradizione napoletana. Prosegue nella ricerca e nella conoscenza dell’Arte del teatro incontrando le marionette fondamentali di Stephen Mottram.

Alle ore 20 e alle ore 22 La TurcaCane replica Il re è nudo.

Alla Casa del Teatro DOMENICA 11 OTTOBRE ore 16.30 la compagnia francese Jeux de mains jeux de vilains in scena con Je n’ai absolument pas peur du loup! (spettacolo in italiano). Lo spettacolo è costruito su due brevi racconti La capra del Signor Seguin di Alphonse Daudet e Pierino e il lupo di Sergei Prokofiev, rivisitati con umorismo e un pizzico di cinismo. Soluzioni volutamente esagerate delle favole, che rimangono aperte per consentire al pubblico di inventarsi un proprio finale. Al crocevia fra teatro gestuale e teatro di marionette, la compagnia utilizza le mani per raccontare storie.

Jeux de mains jeux de vilains è una variegata compagnia composta da attori di diversa formazione uniti dall’interesse per il teatro di marionette grazie al quale è possibile creare un legame tra il pubblico e gli attori-manipolatori in un gioco teso a far sparire questi ultimi.

Alle ore 18.00 la compagnia Pesci Volanti presenta Choices, progetto realizzato con il sostegno dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito di Scene allo sBando. Lo spettacolo di Giulia Menegatti vuole raccontare un piccolo universo di scelte e invitare il pubblico ad interrogarsi su cosa resta delle realtà inesplorate che ci lasciamo indietro. Le mani, magiche depositarie di un destino tracciato nelle linee della pelle e da molti ritenute capaci di predire la nostra esistenza, saranno lo strumento per raccontare questo viaggio nelle decisioni delle persone. Pesci Volanti nasce a Torino nel 2014 dall’incontro tra Marco Apostoli, Giulia Menegatti e Silvia Casarone. Progetta e allestisce eventi e performance di teatro, sperimentando nuove forme di ricerca artistica.

Il Festival si conclude al Cinema Massimo LUNEDÌ 12 OTTOBRE con Anime e Letteratura nello spazio riservato a Marionette e Cinema: un omaggio al maestro dell’animazione cinematografica giapponese Hayao Miyazaki. Due gli appuntamenti al Cinema Massimo, il primo alle ore 18.30 con Porco rosso, ex-pilota deluso dall’umanità che vola alla ventura sui cieli dell’Adriatico sfuggendo al giogo fascista e sbarcando il lunario come cacciatore di taglie, e il secondo alle ore 20.30 con Il castello nel cielo primo vero lungometraggio realizzato dallo Studio Ghibli, affonda le radici nell’infanzia di Miyazaki, che non ha dimenticato l’isola volante descritta da Swift nei Viaggi di Gulliver.

Per la sezione Piccoli Incanti riservata alle scuole lunedì 12 ottobre alle ore 11.00 alla Casa Del Teatro replica di Je n’ai absolument pas peur du loup! della compagnia francese Jeux de mains jeux de vilains. A Grugliasco presso lo Chalet Allemand alle ore 11.00 Fiabe D’Oriente de La TurcaCane. La notte è fatta per dormire. E se non si riesce, se siamo troppo felici o troppo spaventati? Le ombre disegnano mondi incantati e la testa non smette di immaginare. In un salotto, luogo famigliare e accogliente, due attori danno vita ad un vortice di storie divertenti. Attraverso la narrazione e le suggestioni immaginifiche del teatro d’ ombre il pubblico sarà condotto in un viaggio, simile ad un sogno, verso Oriente.

Tanti gli Eventi Collaterali del Festival. Dal 22 al 26 settembre la FondazioneTeatro Piemonte Europa ospiterà nei bagni del Teatro Astra di Torino, come anteprima di Incanti, lo spettacolo inECcesso della compagnia MARTAeMARZIA in occasione dell’apertura della campagna abbonamenti per la stagione 2015/16. Durante il festival La TurcaCane leggerà i testi del laboratorio Scrivere per il Teatro di Figura. Come tradizione in collaborazione con il Dipartimento Educazione – Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea il workshop Be Part of the Realm of the Shades a cura di Ingo Mewes docente della Hochschule Ernst Busch, sabato 10 ottobre e domenica 11 ottobre al Castello di Rivoli. Alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani un secondo workshop con la Hochschule Ernst Busch domenica 11 ottobre dalle 14.00 alle 16.00 e replicato dalle 18.00 alle 20.00: New Forms of Shadow Theatre by using digital media.

In collaborazione con la Piccola Accademia del Teatro e dell’Animazione della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus sabato 10 ottobre alle ore 16.00 Figure a Tavola, mini-performance di teatro di figura create appositamente per gli spazi dei MagazziniOz, in occasione del loro primo compleanno. A chiudere l’evento alle 18.00 la performance di Teatro Urbano CIBOH! di Onda Teatro. In scena sei eleganti signore munite di posate e tovagliolo, pronte a partecipare ad una cena di gala. Ad accoglierle un’improbabile coppia di chef. Ma c’è un assente non previsto che rischia di rovinare la serata: manca il cibo!

——–

STAFF

Direzione Artistica Controluce Teatro d’Ombre
Direzione generale Alberto Jona, Jenaro Meléndrez Chas
Organizzazione e Promozione Marzia Scala

Relazioni Esterne Cora De Maria
Ufficio Stampa Francesca Savini
Progetto grafico Silvia Elena Montagnini
Collaborazioni Elisa Olivero, Fabio Rutigliano, Andrea Zardi, Federico Boffa
Direzione tecnica Massimo Vesco
Staff tecnico Simona Gallo, Lisa Guerini

PIP Progetto Incanti Produce 2015

Direzione Alberto Jona, Jenaro Meléndrez Chas
Regista Ospite Nori Sawa

Assistente alla regia Marco Intraia

——–

LUOGHI

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani

Corso Galileo Ferraris 266, Torino

Cecchi Point Via Antonio Cecchi 17, Torino

Cinema Massimo Via Verdi 18, Torino

Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

Piazzale Mafalda di Savoia, Rivoli (TO)

Chalet Allemand Parco Le Serre, Grugliasco (TO)

MagazziniOz Via Giolitti 19A, Torino

——–

INCANTI Rassegna Internazionale di Teatro di Figura

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani,

Corso Galileo Ferraris 266, 10134 Torino

tel. 011 19740267 – info@festivalincanti.it – www.festivalincanti.it

LEAVE A REPLY